Cerca per genere
Attori/registi più presenti

VITE STROZZATE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 11/2/08 16:13 - 10858 commenti

Buon film diretto da Ricky Tognazzi, Vite strozzate affronta in modo incisivo e diretto e senza cadere nell'effetto facile e spettacolare il tema dell'usura. Questo in un film teso ed emozionante che si colloca nella scia del cinema di impegno civile che ha illustri progenitori ma che non rinuncia a sfumature thriller e noir grazie ad una interpretazione di un ispirato Luca Zingaretti qui nei panni di un personaggio mefistotelico. Brave anche la Ferilli e la Sastri.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Cotola 7/7/11 23:11 - 6888 commenti

L’importante tema dell’usura non è molto frequentato dal nostro cinema di denuncia. Ne poteva quindi venire fuori un film interessante ed importante. Le cose sono andate invece diversamente: pur essendo meno supponente del solito, Tognazzi riesce a far accendere il suo film solo a tratti e così alla fine, pur presentando elementi del tutto positivi (soprattutto le splendide interpretazioni di Zingaretti e della Sastri), si sente che manca quel quid che lo avrebbe reso superiore ad un film che non è malvagio ma nulla più.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

G.Godardi 4/5/07 18:33 - 950 commenti

Poco successo di pubblico e bistrattato dalla critica per il fatto di aver trattato un tema impegnato (l'usura) mediante i codici del film di genere. Troppo cupo e oscuro per piacere al grande pubblico, è in realtà un bellissimo noir con punte da vero thriller, che vive su una magnifica interpretazione di un ancora poco noto Zingaretti: mellifluo, malefico, seducente e crudele. Un meccanismo perfetto, contrassegnato dall'ossessione del protagonista per gli orologi: il voler controllare il destino. Funzionale Lindon, meglio la Ferilli, ottima la Sastri. Cult.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Questa volta hai fatto male i tuoi calcoli...".
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Daidae 7/10/09 16:29 - 2569 commenti

Ricorda più che un film di denuncia, i polizieschi-noir del 70-80. Attori discutibili, orrenda la figlia di Placido (come attrice, si intende), incommentabile il figlio di Venditti! Buona prova invece di Zingaretti e Lindon. Tutto sommato non male anche se soffre di alcune pecche tipiche del 90.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Non deve restare niente di questo infame...
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Saintgifts 8/5/14 8:47 - 4099 commenti

Sufficientemente cattivo per affrontare il tema dello strozzinaggio e degli squali che lo gestiscono. Luca Zingaretti è parecchio incisivo e è coadiuvato da un cast gestito molto bene e da una regia che ha il pregio di riuscire a staccarsi da impostazioni prettamente locali, dando all'opera un respiro più internazionale. I rapporti tra i personaggi sono abbastanza approfonditi e con diverse sfumature (vedi la figura di Sabrina Ferilli, alla quale l'attrice sa dare le giuste espressioni). Morricone imprime il suo marchio sonoro.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nicola81 14/11/16 12:28 - 1629 commenti

Tognazzi all'epoca era uno dei registi più attenti alle problematiche sociali, ma qui si fa apprezzare più per la buona volontà e per le belle intenzioni che per la resa effettiva. Funziona l’atmosfera tesa e opprimente, ma la sceneggiatura si perde per strada dopo un buon inizio. Zingaretti e la Sastri decisamente meglio della coppia Lindon/Ferilli, semplicemente insopportabili Ricky Memphis e Venditti, monotone le musiche di Morricone. Peccato, perché il tema dell'usura (poco sfruttato al cinema) poteva dare molto di più.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Il Dandi 22/3/19 11:17 - 1535 commenti

Buon film sul dramma dell'usura, che Tognazzi sceglie saggiamente di affrontare sul registro del thriller di maniera (perfino Morricone morriconeggia un po' troppo) anziché su quello dell'impegno civile. Ma il limite alla fine risulta un pregio: il diabolico Zingaretti (in un ruolo particolarmente falso e odioso) domina la scena riscattando un cast troppo a conduzione familiare (Memphis, Venditti, la Ferilli fanno sé stessi ma risultano comunque funzionali, mentre il più inadeguato è il protagonista Lindon). Visione avvincente e scorrevole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'irruzione dei cravattari al pranzo di nozze; Il ricatto sessuale cui Zingaretti costringe la Ferilli.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Tomastich 3/2/11 17:21 - 1191 commenti

Altro capitolo della filmografia del bravo Ricky Tognazzi e altro importante argomento affrontato, quello dello strozzinaggio. Zingaretti (non ancora perso dietro il personaggio di Montalbano) è una figura ipnotica come poche altre (nella storia del cinema italiano anni degli ultimi 15 anni, guardare per credere). Il film sviluppa la propria storia entro pochi ma semplici confini, assestandosi su quella fascia qualitativa che sta tra il buono e l'ottimo.
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Alex1988 28/11/14 19:00 - 515 commenti

Buona prova per tutti, dal regista agli attori (stranamente credibile anche la Ferilli), nell'affrontare un argomento sempre attuale, l'usura. Zingaretti, lontano anni luce dal suo Montalbano, dimostra grandi capacità anche in ruoli negativi. Il film è un vero pugno allo stomaco, ma proprio per questo riesce a rendersi interessante.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Manfrin   11/5/14 16:20 - 298 commenti

Uno spietato e oltremodo cinico Zingaretti è un perfetto esempio di strozzino in una vicenda fin troppo realistica e affrontata col giusto piglio registico dal bravo Tognazzi. Bene anche gli altri interpreti, tra cui si distinguono un giovane Memphis e un'indomita Ferilli.
I gusti di Manfrin (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Maxspur 29/1/16 17:13 - 69 commenti

Dopo Ultrà e La scorta Ricky Tognazzi affronta un altro tema scottante, quello dell’usura, dirigendo un noir teso e realistico. L’efficace sceneggiatura e il montaggio di Carla Simoncelli aiutano il regista a imprimere un ritmo incalzante alla narrazione incentivando un cast che si dimostra all’altezza. Musiche di Ennio Morricone.
I gusti di Maxspur (Animali assassini - Fantascienza - Horror)