LOCATION VERIFICATE di Opera (1987)

LOCATION DEL FILM GIÀ TROVATE

M Roma • Palazzo Sacchetti

Il palazzo dove Betty si accoppia e dove il suo partner viene sgozzato (interni)

M Parma • Teatro Regio

Il teatro (interni ed esterni, set principale)

M Roma • Via Nazionale

La strada che Betty (Marsillach) attraversa quasi finendo sotto un taxi

Roma

La casa dove abita Betty (Marsillach)

Roma

Il punto in cui Betty sale sull'auto del regista sotto la pioggia

Svizzera (Estero)

La casa in montagna dove la Marsillach fugge dal killer nel finale

LOCATION VERIFICATE

  • Qui di seguito le location del film che sono state da noi verificate, controllate e inserite nel radar (quando non di passaggio).
  • M.shannon • 8/10/08 12:10
    Disoccupato - 310 interventi
    Il teatro in cui è ambientata la vicenda (set principale) è il Teatro Regio di Parma, in strada Giuseppe Garibaldi.




    Il Teatro Regio di Parma è lui anche quando è inquadrato dall'esterno.



    Qui vediamo la scena in cui la cantante "titolare" si infortuna lasciando il posto alla promettente pivellina (Marsillach). Siamo proprio lì, in Strada Garibaldi, come potete vedere:


  • Zender • 8/10/09 10:37
    Consigliere - 44935 interventi
    Seguiamo la Marsillach che va verso casa, perché esattamente qui, in via Nazionale a Roma, rischia di finire sotto un taxi mentre attraversa la strada!




    LA CASA DELLA MARSILLACH
    Poco dopo la vediamo entrare a casa, dove verrà fermata dalla polizia. La casa è stato bravo a trovarla Ellerre: è in Piazza Cavour, sempre a Roma.


  • Zender • 21/02/10 13:25
    Consigliere - 44935 interventi
    Subito dopo l'omicidio del suo amico (coltellata in gola) a cui è stata costretta ad assistere, la Marsillach esce dal palazzo e si dirige verso una cabina telefonica, dalla quale chiamerà la polizia. La cabina stava all'angolo tra via della Barchetta e via Monserrato a Roma, come ha scoperto ELLERRE.




    Uscita, percorrerà un tratto di via Monserrato...




    ...fino a incocciare nell'auto (qui si vedono i fari in arrivo) del regista di Macbeth, che la farà montare sull propria auto per riaccompagnarla a casa. Siamo sempre in via Monserrato.


  • Karim • 9/07/10 18:09
    Galoppino - 45 interventi
    LA CASA SUI MONTI DOVE SI RIFUGIA BETTY (LA MARSILLACH) NEL FINALE

    Nel suggestivo finale del film Betty (Marsillach) è insieme a Mark, il suo amico, in vacanza sulle alpi Svizzere.

    Io e la mia ragazza siamo arrivati a Nante, e oltrepassato il villaggio, mentre abbiamo fatto una pausa panino, mi cade l'occhio su una casa isolata in direzione nord: l'ho subito riconosciuta: era lei!!!
    Dopo aver percorso una stradina dissestata ed aver quasi lasciato su la coppa dell'olio, eccoci arrivati alla fatidica casetta, un pregevole manufatto in sasso in un'incantevole posizione! Foto in esclusiva davinottica.
    Siamo a Nante, sopra ad Airolo, in Svizzera.

    Qui la Marsillach è in casa con l'amico, che sta filmando una mosca:




    Ammiriamo insieme il paesaggio che si gode da quella finestra (il profilo dei monti sullo sfondo è identico):




    La Marsillach lascia l'amico alle sue mosche e se ne esce (si noti la finestra A a lato) pensando di farsi un giro nei boschi:




    Appena fuori però, l'amico la richiama dalla finestra: ha appreso dalla televisione che il killer che aveva tormentato Betty non è morto (e infatti la governante è già stecchita a terra). "Il killer è qui! Scappa! Scappa!", gli grida.




    Ecco altre tre foto del casolare da angolazioni diverse:





    Nd Zender: Il finale sarà tragico, come ben si sa, ma intanto noi possiamo goderci il bravissimo Karim, ovvero l'autore di questo fondamentale reportage, intento a replicare la bella Marsillach con fare assorto:


  • Peterneal • 31/07/10 23:25
    Disoccupato - 6 interventi
    IL PALAZZO DELL'OMICIDIO DELL'AMICO DI BETTY

    GLI INTERNI
    L'interno dell'appartamento dello zio ricco del ragazzo con cui si accoppia Betty (dotato anche di pavimentazione dell'epoca), in stile Palazzo della cancelleria è il salone dei mappamondi in palazzo Sacchetti a Roma (via Giulia 66), affrescato a metà '500 dal fiorentino Francesco Salviati. Il palazzo è privato e solo occasionalmente la sala è stata aperta al pubblico. Da notare che le colonne in realtà non ci sono mai state, Argento le ha aggiunte per necessità di sceneggiatura. Grazie a Lucius per descrizione della scena e fotogramma.




    GLI ESTERNI
    Dopo aver assistito all'omicidio del suo amico Betty esce dal palazzo sconvolta sotto la pioggia. Il palazzo da cui esce è correttamente sempre quello di palazzo Sacchetti in via Giulia 66, come ha verificato Lucius (che ha anche fatto le foto).




    Questo il portone d'entrata. Da qui, con un semplice stacco, si passerà a via Monserrato, che è la scena che trovate più sopra, in cui Betty incontra il regista in auto che la prende su.