Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/05/18 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 9/05/18 03:19 - 8103 commenti

I gusti di Herrkinski

In un certo senso ha delle analogie col recente Thelma nel suo essere di fatto una storia di formazione che sfocia in ambiti fanta-horror, nonché nel condividere alcune rarefatte atmosfere boschive notturne, ottimamente fotografate; l'esordio del tedesco Böhm rimane però meno autoriale e più legato al cinema di genere Usa, con un'ultima parte d'azione abbastanza tipica, seppur ben fatta. La prima ora resta comunque la migliore, soprattutto grazie all'espressività superlativa della bella Powley, che incarna il sensuale dualismo del personaggio.

Mco 27/10/18 16:49 - 2327 commenti

I gusti di Mco

Una fiaba come quelle di una volta, laddove dietro le parvenze buoniste si cela un quid mostruoso, un essere che, da indifeso, muta trascende e si rivela. Tutto nell'arco di una pellicola che può leggersi anche come difficile percorso di crescita. Negli occhi della straordinaria Powley si possono avvertire i riflessi dell'impatto non agevole con una nuova famiglia prima e di un approccio sentimentale poi. La Tyler conquista le attenzioni della neoarrivata, oltre che con la dolcezza, con il rosso laccato delle sue unghie. Romanticamente arty.
MEMORABILE: L'autodifesa ferina dal tentativo di violenza nel bosco.

Lupus73 12/02/22 12:58 - 1494 commenti

I gusti di Lupus73

Un padre tiene segregata la figlia con storie su esseri feroci e le inibisce lo sviluppo farmacologicamente; verrà trovata e una poliziotta (Liv Tyler) la ospiterà in attesa di accertamenti. Molto interessante e riuscita la prima parte in cui la ragazza viene a contatto con un mondo che le è stato nascosto, confrontandosi con le sue fobie, fino al twist dei 50' e oltre; purtroppo l'ultima mezz'ora in cui la regia passa dal dramma psicologico al fantasy/horror fiabesco lo fa con meno forza, in maniera troppo canonica (la classica caccia alla belva, al mostro) perdendo colpi.
MEMORABILE: I toni verdi che prevalgono dando un tocco di eleganza da fiaba alla confezione; Il suggestivo finale tra neve e aurora boreale.

Pumpkh75 20/02/24 17:48 - 1749 commenti

I gusti di Pumpkh75

Senza farne risaltare troppo la caratteristica formativa e la delicata raffigurazione conseguente (anche perché in tal senso c’è il rischio di condizionamento, con qualcosa che probabilmente è più incidentale che ragionato), è una fiaba mostruosa che cammina ben solida sulle proprie zampe, egregiamente diretta e fotografata, narrata senza ammenicoli e conscia dei gusti del pubblico, sofferente solo nell’ultima parte dell’urgenza di chi avrebbe ancora da raccontare ma ha finito il tempo. La Powley aggroviglia e coinvolge, bentrovati alla Tyler e a Le Gros. Indovinato.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina VideokillerSpazio vuotoLocandina The visitantsSpazio vuotoLocandina La foresta degli spiritiSpazio vuotoLocandina I nibelunghi: La morte di Sigfrido e La vendetta di Crimilde
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.