Violenza contro la violenza

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Blutiger freitag (Venerdì di sangue)
Anno: 1972
Genere: gangster/noir (colore)
Regia: Rolf Olsen
Numero commenti presenti: 10
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/04/08 DAL BENEMERITO GEPPO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 3/05/15
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Geppo 13/04/08 15:45 - 288 commenti

I gusti di Geppo

Poliziesco italo-tedesco, girato a Monaco di Baviera, molto sanguinario. Una rapina in banca (con macchine della polizia tedesca "POLIZEI") si conclude con il sequestro di numerosi ostaggi molti dei quali moriranno durante la fuga. Film abbastanza violento con un Raimund Harmstorf cattivissimo. Da notare la bellissima partecipazione di Daniela Giordano (è la ragazza presa in ostaggio) che nel film viene brutalmente violentata da Harmstorf. Attenzione alle copie censurate.

Renato 10/03/09 02:05 - 1617 commenti

I gusti di Renato

Poliziesco coprodotto tra Italia e Germania, è in sostanza un film tedesco, sia per l'ambientazione a Monaco di Baviera (si intravede anche il vecchio Olympiastadion in una sequenza) che per il cast con soli due italiani. Tecnicamente maldestro, con un doppiaggio che certo non aiuta a migliorare il tono, ha comunque un tasso di violenza persino superiore a quello dei film italiani del periodo. Del resto, con questo titolo...
MEMORABILE: L'ostaggio collaborazionista, che implora di essere portato via coi rapinatori!

Fauno 29/11/10 16:01 - 1955 commenti

I gusti di Fauno

Tecnicamente fa proprio un baffo ai nostri contemporanei e si distingue solo per efferatezza, corpi crivellati e sangue che esce a fiumi. Eccellenti comunque la scena del pastore tedesco e del cliente reazionario al telefono in banca, ma la troppa prevedibilità mantiene il film a un livello appena sufficiente.

Daidae 22/05/16 05:58 - 2789 commenti

I gusti di Daidae

Particolarmente violento e ai limiti dello splatter, questo gangster/noir si fa notare anche per il ritmo alto che solo verso il finale si "placherà". Ottimo cast che vede due soli italiani e come personaggio principale il compianto Raimund Harmstorf, conosciuto sopratutto per i ruoli da cattivo nei film con Bud Spencer. Non deve mancare nella collezione degli appasionati di vero poliziesco/noir (altro che le fetecchie post 2000!). Unica nota stonata: la scena di sesso.
MEMORABILE: La bomba a mano; Lo sfortunato ciclista; in negativo la ridicola scena di sesso, che vede scorrere immagini porno affiancate a quelle di un mattatoio!

Berto88fi 19/03/18 14:28 - 206 commenti

I gusti di Berto88fi

Curiosa ambientazione teutonica per questo noir nichilista, trainato da un bravo Raimund Harmstorf pieno di cattiveria, un po' meno in parte Gianni Macchia; il ritmo non manca e neppure la violenza, peccato per il doppiaggio mediocre e la scialba colonna sonora. Ne gira più di una versione: quella italiana è sensibilmente più breve di quella tedesca.
MEMORABILE: L'inseguimento in auto e il malcapitato ciclista; Il poliziotto dilaniato.

Marcolino1 9/06/17 16:12 - 512 commenti

I gusti di Marcolino1

Un film di azione pura con efferata violenza, quest'ultima piuttosto insolita e all'avanguardia inserita nel contesto di una Germania censoria che bandì i "video nasty" fino a tempi recenti. Ritmo e musiche sono ben calibrate, anche se la spettacolarità dell'azione spesso è fine a se stessa. Il film ha messo le basi per il cinema poliziottesco con il conservatorismo reazionario tipico del genere, meglio sviluppatosi in Italia. I banditi sono qui il simbolo di un proletariato anticapitalista esasperato ed estremizzato ripreso in Razza padrona del '74.
MEMORABILE: Il bimbo con la bomba a mano e il poliziotto dilaniato; Le interviste sul rapporto crimine-pena capitale come in I ragazzi della Roma violenta.

Deepred89 10/07/17 16:56 - 3332 commenti

I gusti di Deepred89

Noir italo-tedesco esteticamente molto raffinato, con una buona scelta delle inquadrature, efficaci riprese mdp a spalla e una notevole fotografia cromaticamente ricca nonostante il livore delle sue ambientazioni. Sceneggiatura abbastanza basica, sorretta da un discreto ritmo e dalla robusta presenza scenica di un Harmstorf barbuto e spietatissimo. L'originalità latita, ma alcuni elementi li ritroveremo in Milano odia. Colonna sonora di routine firmata De Masi. Splatter ed erotismo presenti, ma variabili a seconda delle edizioni.
MEMORABILE: La scena vagamente hitchcockiana, con esito ultraviolento, dalla bomba a mano.

Nicola81 15/01/18 11:30 - 2047 commenti

I gusti di Nicola81

A quanto pare anche la Germania di Derrick poteva funzionare come cornice per storie ad alto tasso di azione e di violenza. Merito dell'influenza italiana, evidente soprattutto nella caratterizzazione dei criminali in chiave anti-capitalista. La sceneggiatura è abbastanza canonica, ma il ritmo è costante e durante la rapina in banca e le trattative con la polizia si registra anche un'apprezzabile tensione. Harmstorf è un convincente bandito psicotico, nel cast di contorno i meno funzionali risultano proprio i nostri Macchia e Giordano.

Gestarsh99 29/03/20 16:32 - 1347 commenti

I gusti di Gestarsh99

In qualche modo anticipatore del giorno da cani di Lumet, un granuloso heist-krimi figlio delle cronache delittuose dell'allora Germania Ovest. L'aroma da sleaze nudo e crudo insudiciato di sangue è solo un contentino e l'assenza di stile, come anche lo spezzettamento narrativo non tardano a prendere il sopravvento. Lo strombettante, rumorosissimo score stona parecchio e non è ritmicamente sincronizzato col tenore delle vicende illustrate, suonando senz'altro invadente e inappropriato; mentre il "crappy end" affrettatissimo annega le sorti dei personaggi in una buiacca di rara insorbibilità.
MEMORABILE: La scena ultragore con l'eroico agente dilaniato dalla granata sottratta al bambino.

Trivex 18/08/20 11:51 - 1520 commenti

I gusti di Trivex

Film che deve la sua notorietà per l'indicata elevata dose di violenza contenuta; in realtà però, almeno nella versione italiana, la medesima sussiste ma non è così estrema e oltraggiosa come ci si aspetterebbe. Non mancano certamente i momenti tosti, in particolare per lo "splatter", non comune in questo genere, ma non si avvertono certi picchi presenti in altri "parenti" di genere. Dotato di mezzi e di una buona tecnica, attori in parte e una sceneggiatura che forse esagera un poco con eventi e coincidenze improbabili. Complessivamente discreto e comunque meritevole di visione.
MEMORABILE: La fuga dal tribunale; L'ostaggio ubriaco e collaborativo; Lei, davvero "sfortunata" con la pistola; L'assalto finale della Polizia.

Rolf Olsen HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Geppo • 17/01/18 11:58
    Addetto riparazione hardware - 4018 interventi
    Ciavazzaro ebbe a dire:
    Ho finito di vedere oggi l'audiocommento del favoloso dvd/bluray di Violenza contro la violenza.

    Volevo farti i miei più sinceri complimenti per il lavoro svolto Giacomo, mi è proprio piaciuto molto.
    E sono stato felicissimo che abbiate parlato dei gialli, che nella bellissima intervista qui sul sito mancavano.

    Un plauso ovviamente alla Giordano, che si è dimostrata simpatica, disponibile e sincera, una bella scoperta !

    Inutile dire che anche gli altri extra sono impeccabili,e il film mi è piaciuto molto (a breve ci sarà mia recensione).
    Se penso che prima circolava quell'orrida vhs...


    Grazie infinite Ciavazzaro. Amo molto questo film ed è stato il mio primo audio commentary, non avevo preparato nulla e con Daniela siamo andati a ruota libera, tutto improvvisato, per dire. Lei è stata eccezzionale. Un'esperienza indimenticabile per me! Grazie ancora!
    Ultima modifica: 17/01/18 11:58 da Geppo
  • Homevideo Digital • 21/02/18 21:18
    Segretario - 3096 interventi
    Dvd Sinister disponibile dal 26/04/2018.
  • Homevideo Geppo • 23/02/18 11:14
    Addetto riparazione hardware - 4018 interventi
    Digital ebbe a dire:
    Dvd Sinister disponibile dal 26/04/2018.

    Si tratta di un bootleg, la Sinister non possiede i diritti ufficiali del film (per quanto mi è stato appena comunicato).
    Ultima modifica: 23/02/18 11:17 da Geppo
  • Homevideo Digital • 23/02/18 11:26
    Segretario - 3096 interventi
    Quindi cercate di bloccare l'uscita, come del resto è stato fatto per altri film.
  • Homevideo Geppo • 23/02/18 11:54
    Addetto riparazione hardware - 4018 interventi
    Digital ebbe a dire:
    Quindi cercate di bloccare l'uscita, come del resto è stato fatto per altri film.

    Abbiamo già indirizzato la questione a chi di dovere. Purtroppo sul film non possiamo intervenire, essendo proprietà della "Lisa Film" di Monaco.
    Però... possiamo bloccare l'uscita soltanto se la "Sinister" inserisce nel bootleg anche i nostri Extra (essendo proprietà della Subkultur).
  • Homevideo Saimo • 24/02/18 11:50
    Disoccupato - 236 interventi
    Scusa, ma il master l'avete realizzato voi? Perché già soltanto rippare il vostro materiale sarebbe ovviamente contrario alla legge. In caso, basterebbe avvisare le autorità competenti, che in questo momento sono molto sensibili alla questione.
  • Homevideo Geppo • 25/02/18 22:18
    Addetto riparazione hardware - 4018 interventi
    Saimo ebbe a dire:
    Scusa, ma il master l'avete realizzato voi? Perché già soltanto rippare il vostro materiale sarebbe ovviamente contrario alla legge. In caso, basterebbe avvisare le autorità competenti, che in questo momento sono molto sensibili alla questione.

    Il master è proprietà della "Lisa Film" di Monaco, ma tutto il restauro è lavoro della Subkultur.
  • Homevideo Saimo • 12/03/18 17:23
    Disoccupato - 236 interventi
    Sembra che anche questa uscita sia stata sospesa.
  • Homevideo Digital • 13/03/18 08:32
    Segretario - 3096 interventi
    Saimo ebbe a dire:
    Sembra che anche questa uscita sia stata sospesa.
    Come tutti gli altri film che dovevano uscire, tant'è che Terminalvideo li da come prossimamente disponibili.. Qui gatta ci cova....
  • Discussione Gestarsh99 • 2/04/20 21:17
    Scrivano - 15497 interventi
    Spulciando un po' in rete fra gli articoli di cronaca nera tedesca relativi al periodo appena precedente all'uscita del film, mi son capitati sott'occhio due famigerati eventi criminosi che parrebbero aver ispirato in sinergia alcune vicende incluse nella trama:

    * la rapina alla Deutsche Bank di Monaco del 04/08/1971, ad opera di Dimitri Todorov e Hans Georg Rammelmayr, primi rapinatori di banche nella storia tedesca del dopoguerra a prendere collettivamente ostaggi (fonte: Wikipedia);

    * la rapina alla Bayerische Hypotheken- und Wechsel-Bank di Kaiserslautern del 22/12/1971, ad opera di quattro militanti del gruppo terroristico RAF (noto inizialmente anche come Banda Baader-Meinhof), in cui rimase ucciso l'ufficiale di polizia trentaduenne Herbert Schoner - l'azione fruttò alla banda criminale ben 134.000 marchi tedeschi (fonte: Wikipedia).

    Naturalmente entrambi i rimandi restano supposizioni da prendere con le molle, poiché basati su analogie e somiglianze corrispondenti a grandi linee a quel che nel film viene mostrato.