Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONCineprospettive

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/04/17 DAL BENEMERITO GABRIUS79
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Gabrius79 5/04/17 00:41 - 1358 commenti

I gusti di Gabrius79

Tratto da un libro di Nick Hornby, il film ha una sua certa gradevolezza di fondo ma a tratti sembra scorrere a fatica; forse perché si vuol italianizzare una storia ambientata a Londra (e i momenti in cui vi è la traduzione coi sottotitoli sono i più prolissi). Marinelli appare poco ma lascia il segno, il cast giovane è fresco e azzeccato, mentre gli adulti risultano un po' convenzionali. Funziona l'idea dei genitori minorenni, meno la storia relativa alla passione per lo skateboard.

Galbo 14/11/17 03:31 - 12066 commenti

I gusti di Galbo

È tratto da un romanzo di Hornby e nel complesso patisce un po’ l’adattamento italiano di una storia scritta per un contesto anglosassone. È tuttavia apprezzabile il tono garbato nel raccontare la vicenda di due giovani alle prese con una responsabilità più grande di loro. Ben scelti i due giovani attori affiancati da una fascinosa e brava Jasmine Trinca mentre meno essenziale è l’apporto di Marinelli. Nel complesso non male.

Ryo 11/12/17 12:49 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Film dalla trama adolescenziale niente male, dai risvolti inaspettati con geniali incursioni temporali che spaziano quasi nella fanta(co)scienza. Attori credibili e in forma a parte, purtroppo, proprio il protagonista, che mantiene per tutta la durata del film un'aria da "che ci faccio qui?". Barbara Ramella, al contrario, è bravissima, oltre che splendida.

Siska80 5/12/22 16:55 - 2825 commenti

I gusti di Siska80

Non male l'idea di incentrare la vicenda su una coppia di genitori minorenni: una storia che accade tante volte anche nella realtà e che può contare su un cast abbastanza in parte (deliziose Ramella e Trinca), a fronte di qualche personaggio irritante (come Lepre, fastidioso nel suo essere così tonto per ragioni mai chiarite); piacevole la prima parte, molto meno la seconda (giocata su continui salti temporali che vorrebbero essere virtuosistici ma invero servono soltanto a generare caos), inconcludente il finale. Merita un'occhiata, ma resta inspiegabile il successo del romanzo.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Kaciaro • 31/08/17 22:33
    Galoppino - 493 interventi
    Andai con grande entusiasmo al cine uscii un po' deluso... Bravi tutti gli attori ma la storia non mi convince...
    Ultima modifica: 1/09/17 08:23 da Zender
  • Musiche Huck finn • 10/12/20 22:59
    Galoppino - 482 interventi
    La colonna sonora originale è di Teho Teardo

    Brani della colonna sonora:

    CSS - Jager Yoga
    Steve Postell - At the sea
    Buddy Holly - Raining in my heart
    The accidental - Knock knock
    Eels - Novocaine for the soul
    Dave Girtsman - Ant marching band
    Cake - Short skirt/Long jacket
    Ronald Dunlap, Scott Nickoley, Stephen Lang - So much love
    Rufus Wainwright - Sometimes you need (è la canzone che i giovani protagonisti ascoltano in sala parto, decidendo così di chiamare il bambino Rufus)
    Pixies - Where is my mind?
    Lukas Graham - Mama said
    Ultima modifica: 23/01/21 22:26 da Huck finn
  • Curiosità Huck finn • 12/12/20 11:38
    Galoppino - 482 interventi
    Il film è un adattamento del romanzo Tutto per una ragazza (Slam) di Nick Hornby. Nella pellicola, l'ambientazione della storia è spostata da Londra a Roma.

    Durante il film il campione di skateboard Tony Hawk legge (come voce fuori campo) alcuni brani della sua autobiografia Hawk. Professione: skater (Hawk. Occupation: skateboarder). In particolar modo, si fa spesso riferimento ad un trick di particolare difficoltà chiamato "900". Come spiegato qui, si tratta di un'evoluzione aerea in cui lo skater esegue due rotazioni e mezzo (da cui il nome, ossia la somma di due rotazioni da 360° + una da 180°). Il primo ad eseguire un "900" fu proprio lo stesso Tony Hawk nel corso degli X-Games del 1999 (su Youtube si può vedere un video dell'evento).
  • Curiosità Huck finn • 5/01/21 20:47
    Galoppino - 482 interventi
    In una scena del film Sam (Tersigni) e suo padre (Marinelli) giocano al videogioco degli anni '80 Bubble Bobble (l'immagine sotto è tratta dal videogioco):

    [img size=424]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images55/babol1.jpg[/img]
    [img size=424]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images55/babol1b.jpg[/img]
  • Discussione Raremirko • 5/01/21 22:00
    Addetto riparazione hardware - 3844 interventi
    Ricordo il film interessante solo per la presenza della Trinca e di Marinelli.