LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/09/08 DAL BENEMERITO RENATO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Renato 15/09/08 15:39 - 1580 commenti

I gusti di Renato

Il film sulla guapparia per eccellenza. Diretto con buon piglio da un regista ultrasessantenne qui alla sua ultima regìa, fece da apripista ad un certo cinema di successo negli anni a venire. Il personaggio di Merola segue un percorso piuttosto classico, il film non è ancora costruito interamente su di lui ma funziona comunque molto bene. Parecchie le canzoni e grandissimo il finale "curtiello cu curtiello".

Homesick 14/10/08 17:30 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Tentativo miseramente fallito di coniugare la sceneggiata napoletana con il noir camorristico: a differenza di quanto sapranno fare in seguito Ippolito e Brescia, mancano sia l’intensità “anima e core” della prima sia le vendette furenti e grandiose del secondo. Deprimenti i numeri comici (?) del duo Cannavale-De Vico e ridicolo il duello finale simil-western tra Merola e Anatrelli sulle note della tromba di “Curtiello cu curtiello”. Sciattissimo.

Casinista 15/07/11 09:15 - 39 commenti

I gusti di Casinista

Filmetto la cui visione non trova giustificazione. Debole nel suo svolgimento, svuotato di contenuti. Merola giogioneggia con le sue canzoni, mentre Cannavale e De Vico improvvisano gag idiote che contribuiscono ad affondare ulteriormente il livello della visione. Anatrelli (rag. Calboni) fuori luogo e poco credibile. Inizia l'avventura cinematografica del cantante napoletano...

B. Legnani 14/08/12 15:12 - 4749 commenti

I gusti di B. Legnani

Giusti ne apre la scheda del suo "Stracult" con "Ultracult". Più che motivato. Che dire? Volendo massacrarlo, la strada sarebbe in discesa, ma emana un'aura di follia, con molte cose (i dialoghi, per esempio) che s'inquadrano in una situazione particolare (da sceneggiata, ovviamente), in cui il metro valutativo va necessariamente rivisto. Cast incredibile (pazzesca la Gallotti con accento francese), con Merola che emana un fascino bizzarro ("terribile e fantastico", ancora Giusti), come molti altri. Non funzionano per nulla Cannavale-De Vico, ma li si ama lo stesso.

Galbo 7/01/13 17:25 - 11422 commenti

I gusti di Galbo

Primo film con Mario Merola, è una sceneggiata altamente drammatica, condita con alcuni immancabili successi canori del protagonista. Destinato agli amanti del genere, fa fatica a piacere al resto del pubblico, per l'inconsistenza della storia e lo scarso spessore dei personaggi. Totalmente inutili e poco divertenti gli intermezzi umoristici.

Herrkinski 13/02/13 01:54 - 5205 commenti

I gusti di Herrkinski

Si fa ricordare più per essere il primo film di Merola, quindi iniziatore della sua epopea cinematografica, che per effettivi meriti; infatti storia e svolgimento sono abbastanza sciatti, in bilico tra la classica sceneggiata napoletana e il noir partenopeo (!), con malriuscite incursioni umoristiche (il duo Cannavale-De Vico, partecipe di gag pietose) e le immancabili esibizioni canore di Merola. Resta un prodotto folkloristico che finisce per strappare più di una risata, specialmente nel duello finale, buffissimo. Se non altro non annoia...
MEMORABILE: Il duello finale; La rissa al mercato del pesce, con Merola che prende a colpi di polpo un tizio.

Daidae 15/03/15 17:50 - 2748 commenti

I gusti di Daidae

Non male. Per certi versi anticipa i noir polizieschi di Brescia. Buona la prova del cast: Merola per essere alla prima se la cava benissimo. Discutibili i siparietti comici, invece. Direi che tutto sommato un'occhiata la merita, se non ci si aspetta un capolavoro.
MEMORABILE: Anatrelli che parla della colonna di cemento.

Viccrowley 13/11/15 00:14 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Tra i capostipiti del Merolamovie, Fizzarotti confeziona un film men che mediocre, a metà strada tra la sceneggiata napoletana e uno sciatto gangster movie. Colpa di una regia inesistente che regala zero ritmo e men che meno coinvolgimento, infarcendo il tutto con patetici siparietti simil comici capeggiati da Cannavale. Andrea Staiano può sembrare personaggio tormentato, ma alla resa dei fatti si rivela di ben poco spessore, come tutto il resto della cricca. Merola farà molto meglio sotto la direzione di Alfonso Brescia.
MEMORABILE: Il ridicolo duello all'arma bianca nel finale.

Faggi 12/01/16 13:01 - 1507 commenti

I gusti di Faggi

Da risate; non per le misere parti comiche (penose) ma per tutto il resto, delirante e disgraziato. I dialoghi (non tutti) sono la cosa più divertente; e così certi comportamenti di Merola e del boss/prete. Il finale è di una sciatteria unica, girato davvero coi piedi, da far cadere le braccia. Exploitation made in Napoli da non mandare al macero, tuttavia; proprio perché sbagliato e folle.
MEMORABILE: Lei: "Core mio, core mio! come una volta"... Merola: "Puttana!" Lei: "Parola giusta, se me la dici tu".

Pinhead80 24/07/16 00:13 - 3969 commenti

I gusti di Pinhead80

Primo film per il mitico Mario Merola, che ci ha regalato tantissime perle e non solo in ambito cinematografico. Questo poliziesco però non riesce a essere incisivo e spesso si finisce nel ridicolo involontario (si veda il duello finale). Il livello dei dialoghi è molto scadente e alcuni personaggi secondari sono sfruttati proprio male. Rimane nel cuore qualche bella canzone del protagonista e qualche risata strappata involontariamente. Trascurabile.
MEMORABILE: Merola che finisce un desposta del mercato del pesce con un polpo in faccia; Il duello finale.

Rufus68 16/06/17 18:41 - 3117 commenti

I gusti di Rufus68

Non è eccessivo né debordante o ridicolo: solo modesto. Assai modesto. Manca persino l'elemento passionale (a parte una pallida evocazione di corna) e il "malamente" convince poco; si aggiungano elementi comici d'infimo conio... L'unico punto di forza è proprio Merola, sanguigno e tellurico, latore di quelle pulsioni basiche (onore, vendetta, amicizia, tradimento) che strutturano da sempre il cinema popolare rendendolo vivo a distanza di mode e decenni.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.