LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 31/10/14 DAL BENEMERITO RAMBO90
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 31/10/14 02:58 - 7234 commenti

I gusti di Rambo90

I membri di una task force della DEA vengono assassinati uno a uno; probabilmente l'assassino è all'interno del gruppo. Un dieci piccoli indiani in versione poliziesca, con molta azione e una trama ingarbugliata abbastanza da coinvolgere e lasciare colpiti a ogni colpo di scena. Ayer abbonda in particolari violenti e in sparatorie cruente, e Arnold svecchia la sua immagine con un interpretazione dark che da lui non ci si aspetta. Valido il resto del cast, notevole l'insieme. Sparatoria finale a dir poco epica.

Galbo 2/11/14 17:06 - 11976 commenti

I gusti di Galbo

Un aggiormamento dell'action "muscolare" stile anni '80, realizzato da David Ayer, anche produttore del film. Narrativamente non molto originale, si contraddistingue per uno stile di ripresa assai cruento e per un'oscura caratterizzazione dei personaggi che mantengono fino alla fine una certa dose di ambiguità, non escluso il protagonista, un roccioso Arnold Schwarzenegger alle prese con un "carattere" più sfaccettato del solito. Discreto.

Digital 16/12/14 16:25 - 1194 commenti

I gusti di Digital

Dieci piccoli indiani in salsa action? L’idea, teoricamente, stuzzica anzichenò; nella pratica si risolve in un film dal montaggio caotico e dagli sviluppi fin troppo prevedibili. Il cast ha le facce giuste, con un ritrovato Schwarzenegger e tanti comprimari “muscolosi”. Ayer aveva dimostrato di saper andare al di là del semplice intrattenimento, ma in questo caso si crogiola sui classici binari del blockbuster dal facile consumo e dall’altrettanto facile rigetto. A seconda dell’umore, il voto può oscillare tra i ** e i **! Io opto per **.

Jandileida 20/12/15 09:23 - 1437 commenti

I gusti di Jandileida

Piace molto l'Arnie ambiguo proposto in questo film di Ayer, così come non delude l'azione, sempre ben girata e cruenta al punto giusto (anzi, in certi casi anche oltre il punto giusto, con schizzi di sangue esagerati alla Django): si è insomma di fronte a un classico action che farà contenti i cultori del genere anche perché il ritmo non cala mai e ci sono almeno un paio di scene ad alto contenuto testoadrenalinico. La trama è però in alcuni punti troppo ingarbugliata e si mette troppa carne al fuoco che poi è impossibile cuocere. Solido.

Daniela 22/03/16 23:06 - 11836 commenti

I gusti di Daniela

Sbirri DEA durante un'operazione anti-narcos sgraffignano 10 milioni di dollari che però scompaiono misteriosamente... Schwarzy sta invecchiando con classe: fisico ancora possente, volto a cui gli anni hanno aggiunto espressività, ironia ed autoironia usate quando servono a stemperare le escursioni action della terza età. Questo film costituisce un'eccezione: sceneggiatura piena di incongruenze con dialoghi mediocri, confezione sciatta, cast modesto in cui pure Schwarzy offre una prestazione anacronistica. E' anche una pellicola rozza e retriva, ma il maggior problema in realtà è la noia.

Taxius 26/01/17 22:49 - 1654 commenti

I gusti di Taxius

Durante un'operazione antidroga spariscono 10 milioni di dollari e gli agenti della DEA che hanno partecipato all'operazione vengono accusati del furto. Particolare questo action movie, perché di azione se ne vede piuttosto poca mentre si possono vedere un'alta percentuale di sangue e scene splatter; diciamo che Sabotage è un 10 piccoli indiani in salsa Schwarzenegger in cui i protagonisti muoiono uno dietro l'altro e solo alla fine si capisce chi è il cattivo. Film televisivo non eccelso ma comunque divertente... e poi c'è Schwarzy!

Saintgifts 8/10/17 10:42 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Si parte con una tazza del gabinetto oltremodo sporca di escrementi per continuare con vernice rossa usata senza risparmio, assieme a interiora umane esposte e altre amenità del genere. Insomma tutto esagerato, compresa la caratterizzazione degli agenti DEA sotto copertura, stereotipi stravisti, anche se dalla parte dei cattivi. La sorpresa invece è Schwarzy, che invecchia bene e artisticamente non smette di migliorare, nonostante il grosso sigaro impostogli dal personaggio. Comparto femminile ridotto ma incisivo, diviso tra buona e cattiva.

Jena 10/10/17 17:27 - 1409 commenti

I gusti di Jena

Chi si aspetta un action stile anni 80 resterà deluso. Dopo una partenza così infatti il film si risolve in una specie di "Dieci piccoli indiani" con omicidi ultra-gore che c'azzeccano come i cavoli a merenda. Schwarzy, invecchiato e alle prese anche con una del tutto improbabile storia d'amore, non ha mai avuto nel registro drammatico il suo forte; eppure tiene su tutta la baracca anche per la pochezza dei colleghi. Sviluppo piuttposto banale e improbabile. Questo passa il convento di Ayer, già autore del brutto End of watch.

Piero68 17/10/18 08:59 - 2896 commenti

I gusti di Piero68

Schwarzy è sicuramente uno dei pochi attori action che anche invecchiando non perde di credibilità nel ruolo del duro. E l'ambientazione è bella sporca come meriterebbero questi noir, con toni splatter che non dispiacciono, perdipiù. Peccato che la narrazione alla fine risulti frammentaria e, a tratti, incomprensibile; diversamente sarebbe stato veramente un poliziesco potente. Buono il cast, con caratterizzazioni da urlo. Worthington in forma ma Enos veramente superlativa nella sua maschera iper schizzata.

Rigoletto 25/01/20 19:08 - 1739 commenti

I gusti di Rigoletto

Il film di Ayer è una piacevole sorpresa, non tanto per la storia in sé (per quanto la caratterizzazione dei personaggi sia un valore aggiunto), quanto perché è da considerarsi una tappa evolutiva nello stile di recitazione dell'allora sessantasettenne Schwarzenegger, che si presenta monolitico ma venato di mille screpolature, dimostrando di avere ancora qualcosa da dire e da dare nel suo genere prediletto a dispetto dell'età. La sua presenza alza l'asticella in termini di carisma e visibilità.

David Ayer HA DIRETTO ANCHE...

Aco 27/09/22 14:24 - 177 commenti

I gusti di Aco

A livello di trama, il film si ispira all'enigma della camera chiusa reso famoso dal romanzo “Dieci piccoli indiani” di Agatha Christie: lo stile di recitazione di Schwarzenegger non è più monotono e monolitico ma presenta delle sfumature dovute al personaggio che interpreta: un uomo oramai adulto segnato da esperienze dolorose. Ben definite anche le caratteristiche dei personaggi che fanno parte della squadra. Notevole l’interpretazione di Mireille Enos nel ruolo della schizzata e tossica Lizzy,
MEMORABILE: Il finale, da vedere.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.