LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/03/11 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Skinner 24/03/11 12:32 - 592 commenti

I gusti di Skinner

Tratto da una pièce teatrale (e l'origine teatrale si avverte, specie nella prima parte) il nuovo Ozon vola coscientemente più basso del solito, confezionando una favoletta leggera e divertente, briosa e intrigante. Aiutato dall'ambientazione fine anni '70 Ozon confeziona un film colorato e libertario, rinunciando al simbolico e al grottesco e anzi strabordando qua e là nel kitch (la Deneuve e Depardieu in disco). Un film volutamente allegro e ottimista e comunque intelligente. Depardieu pingue e obeso, somiglia sempre più all'Obelix dei fumetti.

Cotola 4/03/11 21:41 - 7941 commenti

I gusti di Cotola

Il prolifico Ozon, continua a cambiare genere e tipo di film, con risultati discreti ma discontinui. Se dal punto di vista squisitamente comico il film funziona (diverse sono le battute divertenti) lo stesso non si può dire degli spunti "sociali" e "satirici" contenuti nella sceneggiatura, che risultano abbastanza stantii (per quanto la storia sia ambientata nei Settanta), abbandonandosi poi ad un finale francamente retorico ed un pizzico imbarazzante. La Deneuve, brilla di un'accecante luce propria; il resto del cast è più che dignitoso.

Galbo 28/03/11 07:15 - 11644 commenti

I gusti di Galbo

François Ozon regista sempre più versatile, è alle prese con una commedia ambientata negli anni '70 (peraltro ben ricostruiti) godibile e leggera, ma niente affatto stupida. Con il sorriso, il regista parla di temi serissimi quali l'emancipazione della donna e la lotta della classe operaia. Certo, la vicenda è molto edulcorata, ma il gioco regge grazie soprattutto ai magistrali protagonisti, affiancati da ottimi comprimari.

Lucius 5/06/13 21:25 - 2927 commenti

I gusti di Lucius

Un Depardieu impresentabile, anche se pur sempre bravissimo, per una commedia brillante, dai tempi perfetti e una Deneuve che avrebbe fatto bene a perdere qualche chiletto, se non altro per giustificare l'evoluzione del personaggio che interpreta. Bellissima la fotografia e un po' in generale l'atmosfera scanzonata che si respira per tutta la durata, la stessa de La signora ammazzatutti (anche se il film è ovviamente differente). Se si fossero sostituiti i due attori citati con nuove leve sono certo che la pellicola avrebbe raggiunto picchi inaspettati.

Kinodrop 5/02/14 17:51 - 1911 commenti

I gusti di Kinodrop

Commedia dai toni leggeri ma non superficiali ambientata negli anni '70, accuratamente descritti come clima politico sociale e come ambientazione. Catherine Deneuve, bella ma tutt'altro che statuina, catalizza intorno a sé gli altri personaggi altrettanto caratterizzati: un massiccio Depardieu, un versatile Luchini e la Viard degna controparte della protagonista. Storia anni '70 di rivendicazioni, emancipazione femminile, ma anche di dinamiche familiari e di affetti. Lascia col sorriso e non dispiace il finale in stile musical.
MEMORABILE: Il metodo disinvolto e tutto femminile di gestione aziendale della Deneuve.

Daniela 29/06/14 10:34 - 10479 commenti

I gusti di Daniela

Negli anni '70, casalinga benestante è costretta ad assumere la direzione dell'impresa di famiglia al posto del marito, industrialotto protervo, e finisce per prenderci gusto... Commedia di satira sociale e pro-femminista assai bonaria, con qualche soprassalto sentimentale legato ai pregressi cinematografici della coppia Deneuve-Depardieu e spunti comici affidati soprattutto a Luchini, impagabile in questi ruoli di misantropo indisponente. Il risultato, gradevole nel complesso anche se poco incisivo, è però inficiato da un finale che stucca nella sua ruffianeria.

Giùan 18/10/14 14:38 - 3358 commenti

I gusti di Giùan

Autore per il quale confesso una prudente antipatia che forse confina con la prevenzione, Ozon si mostra capace, con questo balletto raffinatamente meccanico (alla John Waters "ripulito"), di render by-passabile quella furbizia cinefila che troppe volte sa di pedante stucchevolezza. Qui invece il tono generale della commedia trova un registro di inequivocabile naturalezza, grazie anche e soprattutto a una stuzzicante direzione del cast. Particolarmente indimenticabile, per i nostalgici de L'ultimo metro e del cinema tutto, il duetto Depardieu-Deneuve.
MEMORABILE: Catherine e Gerard sulla pista da ballo; Le sparate dell'untuoso capitalista Luchini; La segretaria "quasi privata" Karin Viard.

Zio bacco 14/01/15 16:14 - 240 commenti

I gusti di Zio bacco

Una casalinga borghese, moglie e bella statuina di un ricco imprenditore, all'improvviso assume le redini dell'azienda. Gradevole commedia di ambientazione anni '70, dove agitazioni sindacali e sociali sono rappresentate non senza ironia. Ozon raduna un cast di lusso e la recitazione è di alto livello. Nondimeno la vicenda, condita da amori, corna e lotte sociali, assume via via contorni troppo edulcorati e il banale finale sgonfia del tutto ogni velleità della narrazione, che avrebbe potuto essere più cruda e non così "inutilmente" femminista.

Capannelle 22/01/15 17:41 - 3884 commenti

I gusti di Capannelle

Divertente, almeno per due terzi. Nella parte finale sembra la chiusura di una fiction, prevedibile e all'insegna del tarallucci e vino. Ozon si diverte a maneggiare un cast abbastanza in palla (Depardieu compare più che altro per il nome) e a dettare tempi giusti per una vicenda semiseria. Magari banalizzata sotto certi aspetti ma capace di rallegrare senza mai diventare eccessiva o macchiettistica.

Paulaster 15/06/21 09:53 - 3208 commenti

I gusti di Paulaster

Moglie casalinga assume le redini dell'azienda al posto del marito. Clima da operetta per trattare l’emancipazione della donna e il riconoscimento delle doti empatiche femminili nei luoghi di lavoro per arrivare chissà, addirittura all’Eliseo. La Deneuve tiene banco come presenza discreta e per dare la giusta leggerezza a balletti e canzoncine; Luchini invece appare eccessivo, al limite del maleducato misogino. Conclusione spenta come idea, anche se indirettamente cela un messaggio di grandeur tutta francese.
MEMORABILE: Il balletto con Depardieu; L'avventura col notaio; Lo jogging coi bigodini.

Fabrice Luchini HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Skinner • 24/03/11 12:34
    Servizio caffè - 123 interventi
    Ciao, il titolo italiano corretto mi risulta "Potiche - La bella statuina", qui la locandina: http://www.zapster.it/multimedia/3500/3421/big/locandina_del_film_Potiche_La_bella_statuina---01.jpg
  • Discussione Zender • 24/03/11 15:35
    Consigliere - 44621 interventi
    Grazie Skinner, sempre molto utili queste segnalazioni di titoli italiani. Grazie, corretto.
  • Homevideo Galbo • 2/06/11 09:08
    Consigliere massimo - 3849 interventi
    Uscito in DVD con queste specifiche tecniche (fonte dvd-store.it)

    Formato video 1,85:1 Anamorfico
    Formato audio 2.0 Stereo Dolby Digital: Francese
    5.1 Dolby Digital: Italiano
    extra
    Cortometraggio di François Ozon "Un vestito estivo"
    Trailer
  • Discussione Lucius • 5/06/13 21:30
    Scrivano - 8612 interventi
    Skinner, immagino che nel tuo commento volessi riferirti a Obelix (identico!!)
    Ultima modifica: 5/06/13 23:29 da Lucius
  • Discussione Zender • 6/06/13 08:43
    Consigliere - 44621 interventi
    Sì, è evidente, grazie Lucius, ccorretto.