Nipoti miei diletti

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/11/08 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 24/11/08 22:03 - 4692 commenti

I gusti di B. Legnani

“Incipit” finissimo (era Mussolini ad amare gli alberi…). Interpreti superiori, però, alla sceneggiatura (Rossetti e Milizia!), che si basa su una trovata divertente, in confezione elegante, ma che si fa lenta e ripetitiva, imboccando poi una strada un po’ strana con la fine della guerra d’Etiopia (si odono pure brani del discorso mussoliniano del 2-10-35 in cui la protervia offusca l’abilità retorica). La Asti (che imita la Garbo e cita D’Annunzio) è sugli scudi, poppe al vento. Gustoso Salce. Divertente il ruolo del csc Perrella, suggeritore di fascistissimi discorsi.

Fauno 19/01/14 18:55 - 1908 commenti

I gusti di Fauno

Non è chiaro se il regista si volesse accanire contro il ventennio fascista, specie nella scena del suggeritore nella solenne orazione, o si volesse limitare a colpire gli eterni difetti dell'alta borghesia con la demonizzazione di una zitella al solo scopo di sfilarle i suoi averi o, infine, biasimare la follia della guerra contrapponendo la zitella medesima che svergina e si fa sverginare dai nipoti, onde dissuaderli ad andare in Abissinia. Al di là di questo dubbio lo squallore è integrale; si salvano solo i botta-risposta all'interno di un bordello...
MEMORABILE: Gli sguardi da diva sul viale del tramonto della Asti, scelta molto bene per il suo ruolo.

Marcolino1 11/05/19 14:34 - 500 commenti

I gusti di Marcolino1

La notevole locandina con l'ultimo sintagma diviso in due (di-letti), allusione al doppio senso ironico e ingannevolmente ammiccante nella sua quasi psichedelia postribolare, sintetizza il tono naif e dolce-amaro del film, contraltare ideologico a La disubbidienza di Lado del 1981. Come in La prova d'amore di Longo, la Asti è deliziosamente finta s(vamp)ita, in un teatro adolescenziale delicatamente abbozzato: Sbragia malaticcio come Zinny nel sopracitato film di Lado (e con risvolti inattesi), Chirizzi teneramente insicuro e timido, Porel spavaldo.
MEMORABILE: L'iniezione a Sbragia con sorpresa; La Asti seduce Porel a suon di sberle; La Asti alla stazione dei treni.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.