Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Non facile ripercorrere le tante vite di un artista che ha saputo frequentare i generi più disparati lasciando tracce indelebili in tutti tranne che nel suo primissimo periodo, verso la fine dei Sessanta, quando tentò la via della facile canzonetta da classifica sostanzialmente fallendo. Ma siamo in un momento in cui l'autore deve ancora affinare il proprio gusto, trovare una strada. Lo farà con "Fetus", il suo primo vero album, sperimentale, per l'Italia rivoluzionario e a metà tra il nuovo progressive rock e l'avanguardia, replicato immediatamente dopo dall'altrettanto centrato "Pollution".

Il documentario segue linearmente la...Leggi tutto parabola artistica di Battiato spezzandola con le interviste ad addetti ai lavori (manager, discografici, fotografi, tecnici del suono), musicisti che hanno avuto la fortuna di poter collaborare con lui (Juri Camisasca, Alice, Luca Madonia, Giovanni Caccamo, Morgan), religiosi che ne hanno condiviso i pensieri negli ultimi anni di vita, parenti (la nipote Cristina) o semplici amici ed estimatori (Marco Travaglio, Antonio Scurati, Vittorio Sgarbi...). Una gran mole di testimonianze che cercano di ricostruire a frammenti una delle figure più importanti della musica italiana, capace di imprimere nella memoria di tutti brani meravigliosi il cui valore è riscontrabile nella qualità delle musiche, nell'originalità di testi dal contenuto culturale più alto di quanto possano far pensare i semplici giochi di parole delle frasi iperboliche che li componevano. Un artista a tuttotondo, riconosciuto universalmente come tale, per molti versi anticonformista ma che non indietreggiava di fronte alle prospettive di una certa commercialità ("Ditemi cosa devo fare per ottenere il successo e lo farò", disse al manager della Emi un po' titubante se accoglierlo con loro dopo lavori di non certo facile presa, quelli del periodo più prog).

Senza soffermarsi sugli album come tappe obbligate (con l'ovvia eccezione della "Voce del padrone"), il documentario è presentato da Alessandro Preziosi, che con enfasi un po’ teatrale riassume le diverse fasi nella carriera di Battiato lasciando di volta in volta la parola ai tanti ospiti. In aggiunta naturalmente un buon numero di rari filmati Rai d'epoca, che per gli appassionati rappresenteranno le parti più interessanti. Non si può dire infatti che il materiale d'archivio manchi, ma è organizzato in modo piuttosto anonimo, privo di una direzione decisa che sappia renderlo vivo come meriterebbe. Sono forse troppe le analisi - ad opera degli intervistati - che lasciano il tempo che trovano, specie quelle ad opera di chi ha vissuto comunque il fenomeno dall'esterno e si ritrova per forza di cose a chiosare con banalità o considerazioni personali talora poco attinenti a quanto espresso da Battiato.

La musica si ascolta a brevi estratti, per quanto preziosi, con i commenti più autentici che vengono da Alice, Camisasca o da Manlio Sgalambro, coloro cioè che più di tutti ebbero uno stretto rapporto con il cantante a livello artistico. Poco approfonditi gli ultimi anni (di fatto quasi ci si ferma all'Imboscata, per il racconto). Non si può dire che il documentario riesca a dare una visione troppo ampia sul personaggio; è un'opera diligente, a tratti godibile, ma che non propone nulla di speciale o di aggiuntivo a quanto già lungamente trattato in precedenza. Chiude Morgan con un suo brano inedito dedicato al Maestro.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/02/24 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 24/02/24 16:02 - 12388 commenti

I gusti di Galbo

Benché di tipo prettamente compilativo (si tratta in definitiva di un excursus sulla carriera del protagonista), questo documentario su Franco Battiato riesce a trasmettere il senso di spiritualità che da sempre ha permeato l'opera del grande musicista siciliano, il suo interesse per l'arte e per la ricerca artistica in tutte le sue forme. Curiosi i filmati riguardanti un esordio da cui Battiato prese sempre le distanze, più significativi ma maggiormente conosciuti quelli della piena espressione artistica, toccanti le testimonianze sugli ultimi anni di vita del maestro.

Markus 24/02/24 17:11 - 3686 commenti

I gusti di Markus

Non memorabile e per nulla definitivo lavoro biografico sul cantautore catanese: Bozzolini assembla non benissimo filmati di repertorio - forse la cosa più interessante - e uno stuolo d’intervistati, tra amici e membri che in una qualche maniera ebbero da lavorare con Battiato nel corso dei decenni. Ne viene fuori un ritratto parziale, talora d’interesse, ma che ha tutti i limiti di simili operazioni nostalgiche. Saltare a piè pari interi lavori discografici, lasciandoli cassare come meno importanti da Morgan, lascia un po' l'amaro in bocca.

Reeves 25/02/24 00:52 - 2202 commenti

I gusti di Reeves

Un'occasione sprecata. Franco Battiato è un personaggio complesso e multiforme, la sua presenza nella storia dello spettacolo italiano va ben oltre la musica e anche nel campo musicale la sua esperienza ha varie possibilità di essere raccontata, soprattutto per quanto riguarda gli esordi. Qui si ripercorrono le strade già a tutti note, con gli ospiti che ci si aspetta di vedere. Peccato, Battiato meritava molto di più.

Pinhead80 26/02/24 16:21 - 4752 commenti

I gusti di Pinhead80

In questo documentario si cerca di definire in maniera un po' sbrigativa e sicuramente in modo non del tutto esaustivo quella che è stata la carriera artistica di uno dei più grandi cantautori italiani: Franco Battiato. A farla da padrone sono le testimonianze rilasciate da chi lo ha stimato e da chi ha avuto la fortuna di lavorare con lui e di seguirlo nella sua evoluzione artistica. Sono purtroppo evidenti alcune lacune temporali e la superficialità di alcuni passaggi che non rendono merito all'artista. Preziosi che fa l'Alberto Angela di turno non è per niente credibile.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina What our fathers did: A nazi legacySpazio vuotoLocandina Burden of dreamsSpazio vuotoLocandina Il dio sotto la pelleSpazio vuotoLocandina Firenze e gli Uffizi 3D/4K
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.