LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/04/16 DAL BENEMERITO REBIS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rebis 8/04/16 13:26 - 2087 commenti

I gusti di Rebis

MacGuffin, suspense, trasferimento della colpa, sintassi dello spazio, feticismo degli oggetti: così Hitchcock dialogava con il pubblico per scatenare l'emozione. Sullo sfondo della storica intervista rilasciata a Truffaut, fonte di un testo imprescindibile sulla settima arte, Jones e Toubiana assemblano un turbine di sorprendenti documenti d'epoca, cui le dichiarazioni di registi da mezzo mondo fanno da chiosa. Emerge un'idea di libertà espressiva che sposa quella di autorialità - cara ai Cahiers - luogo di emancipazione dalla politica dei generi e dalla dicotomia tra evasione e impegno.

Cotola 20/04/16 23:07 - 7329 commenti

I gusti di Cotola

Ispirato ad uno dei libri di cinema più famosi della storia, questo documentario è più incentrato sul maestro del brivido che sulla celeberrima intervista di cui comunque ci vengono regalati alcuni piccoli spezzoni. Come di prammatica assistiamo a piccoli brani tratti dai film di Hitch e ad interviste entusiastiche che ne esaltano le qualità ma permettono anche di capire la grandezza di un cineasta le cui pellicole sono intramontabili. Sicuramente consigliato a chi ama il buon Alfred ma più in generale a chi ama il cinema.

Paulaster 27/06/17 10:06 - 2617 commenti

I gusti di Paulaster

Dall’incontro tra i due registi (da cui nacque un libro) tra foto, registrazioni audio e testimonianze, si parla del cinema come arte visiva. Poca attenzione agli aspetti tecnici ma soddisfacente per la percezione della suspense com'è percepita dagli spettatori. Hitchcock si apre fino a un certo punto, ma gli interventi dei colleghi (Scorsese su tutti) sottolineano le innovazioni di stile e di resa emotiva che il suo modo di girare ha creato a beneficio di loro stessi.
MEMORABILE: La religiosità percepita nelle inquadrature dall’alto sugli attori; Gli attori come strumento.

B. Legnani 5/05/19 01:18 - 4659 commenti

I gusti di B. Legnani

Buon documentario, composto da brani della vera e celeberrima intervista (sentiamo pure l'audio in inglese e in francese, anche con la traduttrice), spezzoni di film di Hitchcock, spezzoni di opere di Truffaut, dichiarazioni di noti registi (e altro, ovviamente). Si citano i passi salienti dei film più celebri e celebrati del Maestro. La disamina tecnica più interessante riguarda le sue inquadrature dall'alto. Le dichiarazioni più interessanti e profonde mi sono parse quelle di Martin Scorsese.
MEMORABILE: Hitchcock che si duole del buco di trama de "La donna che visse due volte". Come si poteva essere certi che Scottie sarebbe salito sul campanile?

Caesars 6/05/19 10:13 - 2632 commenti

I gusti di Caesars

Partendo dalla celebre intervista che Truffaut fece a Hitch (e da cui nacque un libro), Kent Jones realizza un documentario dedicato al grande regista inglese del quale approfondisce, grazie ai contributi di colleghi contemporanei, alcuni aspetti tecnici e tematici. L'opera è interessante e ha, anche, il grande merito di spingere lo spettatore a (ri)vedere alcune delle opere di Sir Alfred. Da vedere, specie per le nuove generazioni, per capire quanto Hitchcock sia stato innovativo.

Faggi 27/09/19 20:23 - 1461 commenti

I gusti di Faggi

L'intervista di Truffaut trova una misura figurativa tagliente, ed è arricchita dalle riflessioni di registi appassionati. Tutto converge sui cosmi e i modi dell'arte e dell'artefatto filmico: come pensiero pratico e speculativo. Uno dei passaggi più incisivi (secondo un resoconto per immagini) e più scientifici (nell'ottica documentaristica) è quello sul meccanismo della suspense: le parole di Hitchcock fanno tutt'uno con la parte visiva e il gioco, squisito, è fatto. Tuttavia è il segmento dedicato a La donna che visse due volte a incantare.

Kinodrop 19/12/19 17:03 - 1385 commenti

I gusti di Kinodrop

Un documentario che sta rapidamente diventando un classico, quasi quanto i due protagonisti a confronto. Colpisce la vicenda umana che lega l'"allievo" francese e il Maestro, che fu anche una storia di collaborazione tecnica ed estetica senza devozionalismi reciproci e per questo più sincera e fruttuosa. Interessanti i commenti di alcuni registi intervistati che dicono la loro anche sui particolari tecnici, di originalità e invenzione, relativi ai celebri film di entrambi. Indispensabile per un approccio serio al cinema d'autore.

Galbo 9/04/20 06:10 - 11269 commenti

I gusti di Galbo

Interessante documentario dedicato al mitico libro intervista realizzato da Truffaut, divenuto lettura imprescindibile per gli amanti del cinema. Riflessioni non banali sul regista inglese da parte di colleghi di grande spessore (le considerazione più importanti sono quelle di Scorsese e Fincher) e preziosi spezzoni audio dell’intervista che diede origine al libro. È interessante la considerazione sul fatto che dopo la pubblicazione del libro la percezione critica del lavoro di Hitchcock cambiò e l’artista ebbe la considerazione che meritava.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.