Escape room: The game

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/09/19 DAL BENEMERITO ANTHONYVM
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pesten 25/11/19 21:19 - 638 commenti

I gusti di Pesten

Prendo una escape room che vanno di moda, ci aggiungo la solita possessione demoniaca giusto per non rischiare, ambiento tutto a Los Angeles che va sempre bene (ma non la si vede mai), frullo et voilà: la bruttura è servita. Film tedioso e ammorbante, senza spunti degni di nota, tanto che anche i prevedibili jumpscare non fanno fare jump. La visione scorre noiosa e priva di mordente, si spera in qualcosa di decente prima o poi ma nulla, non arriva. Anche il finale (preso da mille altri film) non aggiunge nulla, se non il terrore di un sequel.

Anthonyvm 19/09/19 14:42 - 1909 commenti

I gusti di Anthonyvm

Quello delle escape room è ormai un piccolo sottogenere, influenzato ovviamente dai classici trap-movie quali Cube, Saw eccetera. In questo caso uno spirito demoniaco possiede un attore e trasforma una sessione di gioco in un incubo. Il risultato è un piccolo slasher sovrannaturale, insensato come la maggior parte dei suoi simili (perché le vittime, in superiorità numerica, non passano al contrattacco?), ma godibile e soprattutto molto citazionista: da Jumanji a Gremlins, passando per Venerdì 13 e Halloween. Tanto basta per compiacere il fan.
MEMORABILE: Il prologo arabo; Il tizio che non si ricorda che La cosa di Carpenter è un remake; Il killer incatenato che si avvicina man mano che il tempo passa.

Taxius 28/09/19 12:45 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Una escape room, un attore posseduto da un demone assassino e quattro partecipanti al gioco che devono evitare di farsi affettare; la trama è tutta qui e si basa ovviamente sul gioco di ruolo in vita reale che sta spopolando in tutto il mondo. Il film di Peter Dukes è un B-movie banale, brutto ma non pessimo, che intrattiene ma non diverte particolarmente. Ambientare un film all'interno di un'unica stanza non è cosa facile e il regista dimostra di non esserne in grado. Nel genere escape room è sicuramente più divertente il film di Adam Robitel.

Fedeerra 28/11/19 05:49 - 422 commenti

I gusti di Fedeerra

Sequel di un primo, riuscitissimo, esperimento commerciale. Questo The Game è un piccolo horror mefistofelico, ambientato quasi interamente all'interno di una sola stanza con pochissimi personaggi. L’uso della violenza è (purtroppo) discontinuo (si poteva osare di più), ma la suspense è onnipresente e la tensione sta sul filo di un rasoio dall’inizio alla fine. Si contraddistingue dal suo precedessore per la totale mancanza di ironia. Cattivissimo e gustoso!
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.