Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/11/08 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 22/11/08 05:52 - 12054 commenti

I gusti di Galbo

Storia di due famiglie molto diverse per classe sociale, cultura e mentalità (l'una di intellettuali progressisti e in difficoltà economiche, l'altra di ricchi borghesi conservatori)nell'Inghilterra dei primi anni del '900. Tratto da un romanzo di Foster, il film di Ivory si caratterizza per l'ottimo lavoro di caratterizzazione psicologica dei personaggi e per l'impeccabile messa in scena con particolare cura per costumi e scenografia. Il cast è assolutamente impeccabile.

Cotola 7/10/09 22:40 - 8564 commenti

I gusti di Cotola

Uno dei migliori lavori di sempre firmati da Ivory. Dietro la perfezione formale (due Oscar meritati: scenografie e costumi), spesso fine a se stessa nei film di questo regista, stavolta c’è anche della sostanza. Una storia interessante ed intensa, impreziosita da un grande cast in ottima forma, con la Thompson premiata alla notte degli Oscar. Da vedere sia per chi ama il genere che per gli altri.

Jofielias 28/11/11 08:28 - 170 commenti

I gusti di Jofielias

Assistere a Casa Howard è come ammirare uno di quei graziosi panorami inglesi di fine Ottocento, dove le persone dipinte sono troppo lontane per essere riconoscibili, mentre l'ambiente in cui sono immerse domina su tutto. Per via della quantità e rapidità degli eventi narrati, i personaggi che James Ivory mette in scena rimangono bidimensionali e non riescono mai ad uscire dal quadro per venire incontro allo spettatore. Ovviamente - come negli standard del grande regista - grande fotografia, accuratissime scenografie e sfolgoranti costumi.

Daniela 26/04/16 23:10 - 11931 commenti

I gusti di Daniela

Incontro/scontro fra due famiglie dalla mentalità molto differente, ma tutta all'interno degli usi e costumi della buona borghesia, ai quali si sottrae il solo personaggio di Helen. Dal bel romanzo del suo prediletto Edward Morgan Forster, Ivory trae il soggetto per un film figurativamente elegante, curatissmo in ogni dettaglio, interpretato da un cast appropriato ed ineccepibile nei rispettivi ruoli, ma anche piuttosto distaccato, poco coinvolgente, soprattutto se confrontato con un altro suo film girato un paio d'anni dopo con la stessa coppia protagonista, ossia Quel che resta del giorno.

Paulaster 1/10/18 10:34 - 3913 commenti

I gusti di Paulaster

Attorno a una proprietà terriera si dipanano le storie di tre famiglie. Sullo sfondo di un’Inghilterra che spazia tra aristocratici e poveracci, Ivory descrive al meglio le classi sociali. Impietoso con gli arroganti altolocati, moderno con gli illuminati borghesi e orgoglioso col popolo. Cast che esprime le sfaccettature di relazioni senza sentimentalismi inutili: la Thompson riesce a far ruotare attorno a sé l'intera storia. Eccellenti ricostruzioni storiche con una fotografia non troppo d'annata.
MEMORABILE: Il testamento bruciato; Hopkins che sfugge alle domande su una sua amante.

Rocchiola 27/11/18 08:31 - 937 commenti

I gusti di Rocchiola

Le vicende quotidiane di tre famiglie di diversa estrazione sociale si intrecciano nell’Inghilterra d’inizio Novecento. Suntuosa ricostruzione d’epoca di una società spietata, settoriale e classista. Finalmente supportato da mezzi adeguati e con a disposizione un cast di altissimo livello, il regista inglese firma una delle sue opere più riuscite. Resta una certa freddezza narrativa, riscattata però dalla bellezza dei costumi e delle scenografie curate in modo maniacale. Per Ivory si tratta del terzo adattamento di un romanzo di E.M. Forster.
MEMORABILE: Leonard schiacciato da uno scaffale di libri; La distruzione del biglietto testamentario; La ricomparsa a Casa Howard di Helen incinta.

Alex1988 11/04/20 18:53 - 728 commenti

I gusti di Alex1988

Impeccabile ricostruzione dell'Inghilterra dei primi del Novecento, con le prime automobili in strada, per l'adattamento in pellicola dell'omonimo romanzo di Edward Morgan Forster, firmato James Ivory. Tre famiglie di diversa estrazione sociale, legate, però, a una casa (quella del titolo) e le conseguenze a cui tali diversità possano portare. Naturalmente non siamo di fronte a un prodotto di facile consumo (si rischia più volte di addormentarsi), ma la messinscena è di fattura più che buona. Ottimo il cast.

Caesars 24/02/22 09:31 - 3532 commenti

I gusti di Caesars

Tecnicamente realizzato benissimo, con una cura formale incredibile e una recitazione di alto livello. Però il film lamenta una certa freddezza che lo rende assai meno riuscito rispetto al successivo lavoro dello stesso Ivory con la coppia Hopkins/Thompson. La storia degli incontri/scontri tra i membri di due famiglie dell'alta borghesia inglese non riesce ad appassionare, e questo risulta un limite non da poco, anche considerando la sua notevole lunghezza (qualche decina di minuti in meno avrebbe giovato).

Enzus79 26/03/22 21:22 - 2507 commenti

I gusti di Enzus79

Tratto dall'omonimo romanzo. Dramma inglese con sfumature socio politiche: il "conflitto" di classe fra alta e piccola borghesia. Film più che raffinato, coinvolgente e mai noioso nonostante una durata monstre di quasi due ore e mezza. Emma Thompson (premiata con l'Oscar) è bravissima (si apprezza di più, però, in versione originale). Discreta la colonna sonora.

Prunella Scales HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Rocchiola • 27/11/18 08:39
    Call center Davinotti - 1224 interventi
    Uscito nel 2017 in BD nella serie "Indimenticabili" curata dalla Eagle (quella con la custodia dorata per intenderci). Non so quale master possano aver utilizzato (il migliore sulla piazza è quello della Criterion del 2009 ma ho dei dubbi che si tratti di quello), ma in ogni caso l'immagine in formato panoramico 2.35 è pulita e presenta una buona definizione che rende abbastanza dettagliate le ricche scenografie del film. Buono anche l'audio italiano DTS 2.0.