Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/09/22 DAL BENEMERITO IRA72
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Enzus79 4/10/22 22:01 - 2441 commenti

I gusti di Enzus79

Fantastico. Tratto dal romanzo semi-biografico di Joyce C. Oates. Che Dominik fosse un ottimo regista già lo si era capito dai suoi lavori precedenti, ma "Blonde" lo si può reputare la sua pietra miliare. Lynchiano e debitore in un certo senso anche verso Malick, il film racconta la vita tormentata della Monroe (Jane) in modo allucinatorio e poetico. Psichedelico. Superlativa la De Armas. Regia e fotografia da applausi. Tendenza al capolavoro.

Daniela 29/09/22 17:52 - 11836 commenti

I gusti di Daniela

Bimba vittima di una madre pazza, attrice alle prime armi costretta a sottostare alle voglie del produttore, diva desiderata da tutti e amata da nessuno, aspirante madre frustrata, moglie di uomini celebri che non la considerano una compagna ma un trofeo: una lunga lista di abusi a cui vien da aggiungere anche quello operato dallo stesso regista che, se ha il merito di non dirigere un biopic convenzionale, calca troppo la mano su aspetti ricattatori (il feto parlante) o scioccanti (l'aborto vissuto come uno stupro, la fellatio). Brava de Armas ma film più effettistico che convincente.

Ira72 28/09/22 14:36 - 1222 commenti

I gusti di Ira72

Film romanzato sulla bionda per eccellenza (titolo non casuale) in cui si alternano l'iconica Marilyn e la spaurita Norma Jean. Ne esce un ritratto drammatico, inquietante, spiazzante. Abilmente girato, grazie anche all'alternanza del colore con il bianco e nero a rendere particolarmente incisive diverse scene oniriche, certamente non è una pellicola che lascia indifferenti. Il regista azzarda, non ha paura di sporcarsi le mani e le varie figure maschili che circondarono l'attrice ne escono ammaccate (per usare un eufemismo) mentre la diva, purtroppo, pagherà il prezzo più alto.
MEMORABILE: La scena nella camera del Presidente americano.

Il ferrini 30/09/22 23:02 - 2018 commenti

I gusti di Il ferrini

Lungi dall'essere un classico biopic, più che raccontare una storia racconta una persona. E lo fa in modo disordinato, allucinato, spesso confusionario, esattamente come lo era la protagonista. Il continuo cambio di lenti, il bianco e nero alternato al colore, restituisce proprio questo continuo mal di mare che doveva albergare nella sua mente. La crudezza di alcune scene (soprattutto a sfondo sessuale) s'imprime nella menoria. Magari non un film perfetto, però sicuramente un'opera molto personale degna di essere esperita.

Areknames 30/09/22 09:28 - 39 commenti

I gusti di Areknames

Partendo dal romanzo della Oates, quindi da una visione personale senza pretese di realismo (ben venga!), "Blonde" è un viaggio senza speranza nei traumi d'una giovane donna con la creazione del suo doppio. Non si lesina in sesso e brutture, ma non si riesce a dare un ritratto un minimo umano della protagonista, in quanto il film è troppo impegnato a mettere in fila situazioni una più sgradevole dell'altra (sgradevolezza poi anestetizzata dalla confezione arthouse). Un mondo in cui tutti i maschi creano egoisticamente dolore è una raffigurazione così parziale da risultare fastidiosa.

Zaratozom 1/10/22 16:51 - 59 commenti

I gusti di Zaratozom

Si salva solo la bellissima e bravissima de Armas. Tre lunghissime, estenuanti e inutili ore si passano ad assistere a quella che forse nell'intenzione del regista doveva essere la ricostruzione di un dramma annunciato fin dalla nascita della sfortunata Norma Jean. I soldi della produzione si vedono tutti ma vengono gettati al vento. Il finale, poi, è banale e irritante, per quanto voglia sembrare consolatorio.
MEMORABILE: La scena con JFK e l'inizio del film con Marylin bambina: in venti minuti si è già visto e capito tutto il film.

Thedude94 3/10/22 00:22 - 913 commenti

I gusti di Thedude94

Sarà pure un film ai limiti del surreale, non avrà certamente le caratteristiche di un biopic classico, ma di sicuro è un'opera che colpisce in tutti i sensi e tutti i sensi. Dominik cerca di entrare nella psiche di Norma Jaene mostrandone gli incubi, le incertezze e l'enorme consapevolezza della propria bellezza, dirigendo alla grande una strepitosa De Armas, qui forse nella miglior performance della carriera. Regia di alto livello, fotografia cangiante e straniante per un film che sarà divisivo e detestabile, ma coraggioso e senza limiti.

Capannelle 8/10/22 08:56 - 4131 commenti

I gusti di Capannelle

A seconda dei gusti Dominik può essere visto come un genio o un esibizionista alla regia incurante dei diritti dello spettatore. Quello che pare invece indiscutibile è la grande prova della de Armas, capace di attraversare sia i momenti drammatici che quelli a rischio ridicolo (sogni e atti sessuali) con classe e bravura. Riusciti alcuni accenti dissacratori (JFK), angoscianti (le bocche della folla, gli scoppi d'ira) e la composizione dell'immagine, ma quello che indispone sono la durata monstre e il continuo insistere sull'abuso di Marylin e sull'incubo interiore che la devasta.

Lou 20/10/22 17:34 - 1092 commenti

I gusti di Lou

Dominik si ispira al romanzo della Oates per descrivere la vita di Marilyn come un vero e proprio incubo. E per rendere meglio l'idea (e distruggere il mito) ricorre a un uso spinto e ricercato delle immagini e a una reiterata crudeltà di rappresentazione degli abusi subiti fin da quando era bambina, con esagerazioni disturbanti. La povera Ana de Armas ce la mette tutta con grande sacrificio, vera eroina di un copione spietato. Pretenzioso ed eccessivo.

Didda23 4/11/22 14:22 - 2372 commenti

I gusti di Didda23

Film biografico dall'atmosfera "malsana" unica, valorizzato dalla strepitosa regia del redivivo Dominik che gioca meravigliosamente con le inquadrature, supportato da una fotografia regale che alterna squisitamente il colore e il bianco e nero. Narrativamente è un film che può dividere, vuoi per alcune parti non proprio aderenti alla realtà, vuoi per un tono altamente provocatorio in talune scelte. Nel mentre ci si esalta per il ritmo che non fa sentire il peso della lunghezza non indifferente della pellicola. La de Armas è eccezionale, soprattutto nei momenti drammatici. Gran film.
MEMORABILE: Il rapporto difficile con la madre; La visita dal produttore; La "squallida" scena con Kennedy.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.