LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 6/03/10 06:59 - 11383 commenti

I gusti di Galbo

Tratto da un libro di Domenico Starnone (anche autore della sceneggiatura), Auguri professore è stato realizzato sull'evidente scia del precedente film di Daniele Luchetti, La scuola. Si tratta di un ritratto agrodolce e piuttosto realistico (anche se fin troppo buonista) della scuola italiana, in particolare quella di periferia, ritratta efficacemente da una discreta sceneggiatura e da una buona prova del cast, nel quale spicca il bravo e disincantato Silvio Orlando.

Nando 30/12/12 17:02 - 3472 commenti

I gusti di Nando

Uno spaccato della scuola italiana con descrizioni abbastanza veritiere e discreta caratterizzazione dei personaggi. Orlando è il protagonista che si destreggia dignitosamente, mentre la Pandolfi appare abbastanza monocorde. Interessanti i ricordi del protagonisti con le conseguenti differenze tra la scuola degli anni 60 con quella dei primi 90.

Fabiorossi 30/12/12 18:19 - 67 commenti

I gusti di Fabiorossi

Probabilmente il film si ispira a vicende già proposte in pellicole precedenti - mi riferisco a La scuola e a Il portaborse - ma anche qui Silvio Orlando riesce a farci vivere con una sorta di benevola leggerezza situazioni che conservano tutta la durezza di una realtà che non tutti conoscono. Il cast, composto anche da attori non professionisti, tende a conferire al film un’aria da home made movie, ma questa caratteristica tutto sommato non guasta quando si vuole raccontare una storia che tutti hanno già, per un verso o per l’altro, vissuto.
MEMORABILE: Silvio Orlando rivolgendosi alla collega Pandolfi: "Anch'io sono pieno di lividi, ma non si vedono perchè sono tutti dentro..."

Pinhead80 30/01/13 20:51 - 3945 commenti

I gusti di Pinhead80

Auguri professore, più che il seguito ideale dell'altro film tratto dai racconti di Domenico Starnone (La scuola), sembra un'opera a sè e pure abbastanza bruttina. Del cast precedente rimane solo Silvio Orlando, che è anche l'unico attore salvabile. Le cose migliori il film le regala quando si parla del passato del protagonista nei numerosi flashback che ci vengono proposti, mentre, quando la storia parla del presente, il risultato è mediocre. Claudia Pandolfi fa rimpiangere Anna Galiena. Evitabile.

Gabrius79 23/09/13 19:43 - 1192 commenti

I gusti di Gabrius79

Seguito debole ma pur sempre godibile de La scuola con Silvio Orlando che tra un flashback e l'altro riesce a rendersi accattivante come professore, così come la brava e bella Claudia Pandolfi, che con la sua dolcezza e la sua determinazione delinea in modo godibile il suo personaggio. Per il resto qualche momento di noia è dietro l'angolo. Superbo Duilio Del Prete.

Modo 19/01/16 15:12 - 823 commenti

I gusti di Modo

Silvio Orlando torna professore in un film piacevole ma troppo piatto per regalare sussulti. I pregi sono lo scorcio ben definito della quotidianità scolastica di periferia anni '90: osservare come in vent'anni sia cambiata fa abbastanza "tenerezza". I flashback continui non disturbano la trama, anzi ne rappresentano i momenti più vivaci. Non male il cast e i giovani attori non professionisti. Orlando sicuramente il migliore.

Alex1988 5/06/17 18:06 - 651 commenti

I gusti di Alex1988

Film d'esordio per Riccardo Milani. E' evidente il tentativo di continuità col precedente La scuola; in quel caso si trattava di una storia corale, qui invece Orlando è protagonista assoluto, sia pur contornato da non buonissimi caratteristi (fatta eccezione per il viscido preside Del Prete, che invece si distingue). Insomma, le intenzioni erano buone, ma alla fin fine il film non desta particolare attenzione agli occhi dello spettatore. Così così.

Urraghe 5/03/20 22:58 - 67 commenti

I gusti di Urraghe

Commedia amara con Silvio Orlando nel ruolo di un professore disilluso di un liceo di Roma negli anni 90. Opera prima di Riccardo Milani, due anni dopo La scuola di Lucchetti ne ribadisce le tematiche con un tocco leggero e confortevole. Prove attoriali nella norma, buona sceneggiatura ma regia acerba. Si lascia guardare contando sulla melanconia del ricordo dei tempi del liceo.
MEMORABILE: Dalle parole del diario di uno studente: "Scrivere aiuta a vincere la paura".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.