Amleto

Media utenti
Titolo originale: Hamlet
Anno: 1948
Genere: drammatico (bianco e nero)
Note: Leone d'oro al miglior film alla 13ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.
Numero commenti presenti: 3

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/04/08 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 8/04/08 08:57 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Classico fra i classici, forse il più fotunato degli adattamenti shakespeariani di Olivier per il grande schermo , premiato con un mazzetto di Oscar. Sir Laurence ci mette una fisicità prorompente e una regia molto presente, ma nonostante l'indubbia caratura il filmone non riesce a scrollarsi del tutto di dosso l'ascendenza teatrale, a essere cinema a tutto tondo. Ma sono minuzie, utili solo a scegliere fra zona-capolavoro e zona-Uefa. Peter Cushing si aggira nel cast cominciando ad affilare paletti di frassino

Von Leppe 20/02/11 23:40 - 1028 commenti

I gusti di Von Leppe

Splendida fotografia nebbiosa con la cinepresa che si muove tra scalinate, corridoi e stanze del castello e tra scenografie notevoli, anche se alcune troppo teatrali (le piattaforme sulle torri, senza merli, sono solo dei palchi per recitare) adatte all'istrionismo di Olivier. Avendo letto il testo di Shakespeare trovo questo (seppur buon) adattamento inferiore, per via di certe scelte. L'atmosfera generale è oscura e coinvolge nella tragedia. Povero Peter Cushing... blasfemi: non sapevano chi avevano davanti!
MEMORABILE: Il monologo verso l'inizio: essere o non essere... si vede nella testa di Amleto, da dietro, apparire il cervello che si confonde con la nebbia e il mare...

Daniela 19/12/13 14:40 - 9401 commenti

I gusti di Daniela

Per quanto si possano preferire l'energia barbara wellesiana o apprezzare certe libere varianti alla Kurosawa, è difficile non riconoscere l'importanza di Olivier nel campo della trasposizione dei capolavori del Bardo e questo Amleto ne è il risultato più acclamato. Visivamente meno fastoso ed emozionante del più cinematografico Enrico V, Amleto non nasconde la sua ascendenza teatrale, stilizzando le ambientazioni per privilegiare il testo, con inquadrature strette sugli interpreti, sui cui volti trascolorano luci ed ombre, passioni e follia. Grandioso.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Columbo • 22/08/11 08:48
    Magazziniere - 1102 interventi
    Colonna sonora del grande compositore inglese William Walton, disponibile, in ottime esecuzioni, su Cd Chandos:

  • Discussione Didda23 • 12/09/11 14:07
    Comunicazione esterna - 5716 interventi
    Leone d'oro al miglior film alla 13ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.
  • Discussione Von Leppe • 12/09/11 16:11
    Call center Davinotti - 944 interventi
    Bello, credo se lo sia meritato.
    Tra gli Amleti mi sembra il migliore che ho visto, secondo solo a quello di Kozintsev che è da molto che non vedo.