'71

Media utenti
Titolo originale: '71
Anno: 2014
Genere: thriller (colore)
Note: Presentato al 32° Torino Film Festival nella sezione Festa mobile.
Numero commenti presenti: 13

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/11/14 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 23/11/14 09:45 - 7622 commenti

I gusti di Cotola

Tra survival-movie e thriller politico, un bel film di genere il cui merito principale è sicuramente quello di tenere lo spettatore incollato alla sedia per tutta la sua durata (100 minuti: dimostrazione che spesso non eccedere nel minutaggio, giova eccome). Bella regia, secca e senza fronzoli, così come la sceneggiatura brava a rilanciare azione e tensione quando sembra arrivare ad un punto morto. Qualche snodo narrativo un po' "casuale" e personaggi non molto approfonditi, ma va bene così. L'impegno politico è un po' da un'altra parte (anche se non manca del tutto), ma non importa.

Daniela 30/03/15 09:15 - 9640 commenti

I gusti di Daniela

Una recluta inglese, spedita a Belfast nel periodo degli scontri fra cattolici e protestanti, si ritrova isolata dal resto dei suoi compagni, senza possibilità di distinguere fra "amici" e "nemici", dato che da entrambi i fronti possono giungere pericoli o aiuti inaspettati... Survival movie di ambientazione urbana: una fuga per la sopravvivenza in una giungla di strade e vicoli che non lascia un momento di respiro, con brevi momenti di tregua illusoria. Se può sembrare ideologicamente confuso, forse lo è in quanto rispecchia una situazione difficile da decifrare, allora come adesso.
MEMORABILE: Le donne che battono i coperchi sui marciapiedi, per impedire ai soldati inglesi di comprendere gli ordini

Jandileida 8/07/15 12:27 - 1275 commenti

I gusti di Jandileida

La faida nordirlandese vista attraverso l'espediente del survivor-movie: idea non male che però poi non è del tutto supportata dalla storia, che si snoda senza troppo appassionare anche a causa di sostanziosi buchi nella sceneggiatura e di personaggi appena abbozzati. Si apprezza comunque, oltre alla regia snella e tagliente, il voler rendere su schermo il nodo gordiano di sentimenti e fazioni che popolavano l'Irlanda del Nord negli anni '70: resta dubbio se tale effetto sia voluto o, appunto, conseguenza involontaria del copione un po' confuso.

Galbo 24/11/15 02:55 - 11449 commenti

I gusti di Galbo

Il filone dedicato alla guerra civile irlandese si arricchisce dell'opera prima del regista Yann Demange. L'autore entra subito nel vivo dell'azione e anche grazie all'uso della camera a mano "inchioda" lo spettatore al clima di folle violenza e di odio irrazionale di quegli anni. Il ritmo si mantiene sempre elevato, la ricostruzione ambientale è buona e gli attori assai credibili, a partire dell'ottimo protagonista. Un buon film.

Blutarsky 2/12/15 17:58 - 353 commenti

I gusti di Blutarsky

Ottimo film di genere "survival", i cui riferimenti politici sono funzionali alla storia e le parti di denuncia sono solo accennate, schiacciati dalla struttura del film di puro genere che non lascia spazio ad approfondimenti, con personaggi e psicologie solo abbozzate. Il film è teso, secco, senza fronzoli e riesce a tenere la tensione alta nonostante colpi di scena forse alle volte un po' improbabili ma che non scivolano mai nel ridicolo. Ottima la messa in scena, con una regia solida e dinamica al punto giusto, funzionale il cast di buoni attori.

Capannelle 1/03/16 23:50 - 3743 commenti

I gusti di Capannelle

Ottimo inizio che ci catapulta subito dentro al caos nordirlandese dove si combatte con tutto, dalle bombe ai coperchi della spazzatura; dove il clima malsano permea le strade e coinvolge più personaggi e non permette facili vie di fuga a nessuno. Incerto lo sviluppo della trama nella parte centrale e non sempre credibile.

Almicione 24/11/16 02:30 - 765 commenti

I gusti di Almicione

A Belfast si combatte una guerra civile, dura, sporca, caratterizzata da inganno e doppiogioco. La fotografia è ottima nel rispecchiare l'atmosfera delle sequenze, dall'arancione-seppia dopo lo shock della bomba al blu delle palazzine asettiche; in generale toni scuri per richiamare momenti cupi. La regia è lodevole, riesce ad alternare coinvolgenti sequenze di azione a momenti riflessivi, di relativa quiete; degne di nota, inoltre, numerose riprese. Insomma, non certo un capolavoro ma una bella sorpresa.
MEMORABILE: La rivolta iniziale; L'esplosione.

Taxius 7/11/16 15:57 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Ambientato a Belfast durante la guerra civile, '71 è un ottimo survival movie che vede il nostro protagonista, un soldato inglese dimenticato dai suoi, braccato dai cattolici e costretto a cercare di sopravvivere in mezzo alla città disastrata. Esteticamente molto ben confezionato, con un set davvero convincente e per nulla artefatto. Thriller coinvolgente capace di trasmettere tensione anche grazie a un ottimo ritmo, senza tempi morti. Notevole le prove del protagonista e del regista. Da vedere.

Giùan 17/01/17 10:42 - 3049 commenti

I gusti di Giùan

Il film si rivela una claustrofobica, coinvolgente sorpresa. Partendo dall'averno dei conflitti nazional-confessionali di Belfast, Demange ci precipita in un noir ossessivo, le cui sorprese sono incalzanti a dispetto del numero, regalandoci almeno un paio di sequenze d'antologia (la fuga di Hook su tutte) e una gestione della tensione ragguardevole. Piccolo neo: lo spaesato unbreakable di O'Connell manca di carisma. Harris dall'indimenticabile baffo infame.
MEMORABILE: La morte del ragazzino nello scoppio della bomba all'interno del pub.

Rocchiola 29/04/19 08:37 - 878 commenti

I gusti di Rocchiola

Survival-thriller ambientato nell'arco di una sola notte sullo sfondo della guerra civile irlandese. L’esordiente Demange non esprime giudizi e preferisce puntare sull’azione mischiando Cuba libre con I guerrieri della palude silenziosa. Dal punto di vista tecnico si registra un abuso della camera a mano con uno stile troppo concitato nelle scene d’azione che risultano spesso confuse. Anche a livello di scrittura si poteva eliminare qualche esagerazione come l’improbabile operazione rambesca di cucitura della ferita del protagonista. Discreto.
MEMORABILE: La fuga a piedi del protagonista abbandonato dai compagni; L'accidentale esplosione della bomba nel pub; Il tentativo di soffocamento finale.

Noodles 19/10/19 19:51 - 943 commenti

I gusti di Noodles

Senza mai annoiare con durate spropositate, senza cast pomposi o effetti speciali all'avanguardia, il film ci racconta una delle guerre che meno abbiamo considerato, eppure non lontana da noi. Una pellicola di crudo, perfetto realismo, con poco spazio per l'inutile spettacolarizzazione. Realismo accresciuto anche dal sapiente uso della camera a mano, che si lancia in riprese davvero emozionanti, anche quando velate di una qualche amatorialità. Veramente una grande sorpresa. Da vedere.

Pigro 24/12/19 12:24 - 7908 commenti

I gusti di Pigro

Potentissima rivisitazione del capolavoro di Reed Fuggiasco, declinata all’inverso (qui è il soldato inglese a essere intrappolato e braccato in una notte nelle vie di Belfast) e aggiornato al rovente 1971. L’odissea del giovanissimo militare che osserva incredulo un mondo impazzito di pura violenza va ben al di là della semplice fuga e assurge a simbolo di un’umanità che tenta disperatamente di affrancarsi dalla violenza in un mondo in cui il più pulito ha la rogna, che accomuna ‘nemici’ e ‘amici’. Notevole fotografia, regia intensa.

Magi94 28/12/19 23:39 - 704 commenti

I gusti di Magi94

Togliamo i primissimi minuti iniziali e finali, forse di troppo o già visti in molti altri film. Ci rimane un breve thriller (80 minuti scarsi) dall'anima violenta e incisiva: due soldati inglesi si allontano dal loro plotone durante una sommossa nei quartieri cattolici di Belfast. A uno dei due spara in faccia un membro dell'IRA, l'altro riesce a scappare in una città-giungla sconosciuta e dove nessuno è veramente amico. Si trattiene il respiro e la tensione rimane alta tra doppi giochi e tradimenti fra bande rivali ed esercito. Efficace.
MEMORABILE: L'omicidio iniziale del soldato inglese.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Mco • 25/11/15 22:03
    Scrivano - 9687 interventi
    Dal 3 Dicembre 2015 in Dvd e Blu-Ray per Good Films.
  • Homevideo Rocchiola • 29/04/19 08:48
    Call center Davinotti - 1152 interventi
    In Italia il film è uscito direttamente nel mercato Home video. Il bluray della Good Films distribuito da Cecchi Gori è un prodotto perfetto sotto tutti gli aspetti. Video panoramico di eccezionale qualità considerata anche l'ambientazione quasi totalmente notturna. Ottimo audio con tre opzioni disponibili in DTS 5.1, dolby digital 5.1 e 2.0.
    Ultima modifica: 21/08/19 16:57 da Rocchiola