Cerca per genere
Attori/registi più presenti

FRATELLI

All'interno del forum, per questo film:
Fratelli
Titolo originale:The funeral
Dati:Anno: 1996Genere: gangster/noir (colore)
Regia:Abel Ferrara
Cast:Christopher Walken, Chris Penn, Annabella Sciorra, Isabella Rossellini, Vincent Gallo, Benicio Del Toro, Gretchen Mol, John Ventimiglia, Paul Hipp, Victor Argo, Gian DiDonna, Dmitri Prachenko, Paul Perri
Visite:1271
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 15
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
È il primo film di Abel Ferrara girato “in costume”. Siamo nell'America della Depressione e la famiglia di gangster italo-americana dei Tempio si stringe attorno al ventiduenne Johnny, morto ammazzato e del quale si sta celebrando il funerale (con tanto di litanie cantate dalle solite vecchine in nero). In particolare seguiamo le vicende dei due fratelli di Johnny: Chez (Chris Penn) e Ray (Christopher Walken), da sempre uniti a Johnny (Vincent Gallo) da uno strettissimo legame. Sembrerebbe l'ennesimo film gangsteristico alla Coppola/Scorsese, in realtà il cinema di Ferrara è lontano anni luce: così i protagonisti non passano le loro giornate a uccidere (o meglio, lo fanno ma non ci viene mostrato) e invece si interrogano sulla loro condizione. Il regista di DRILLER KILLER non è cambiato: prima di tutto contano le psicologie dei personaggi, che si torturano continuamente alla ricerca di una soluzione interiore che non troveranno mai. FRATELLI (ma il titolo originale, THE FUNERAL, era altrettanto azzeccato) è però un'opera dalla qualità altalenante: a momenti semplicemente strepitosi, valorizzati da una direzione degli attori che ha pochi eguali al mondo, da una sceneggiatura acuta e intensa, mai banale e da una colonna sonora (opera del fido Joe Delia) come sempre splendida, non fa riscontro un ritmo accettabile. Specialmente quando entrano in scena i lunghi flashback con Vincent Gallo, che raggiungono vette di noia mortale. Ma la strada di Abel Ferrara sembra essere questa, oramai, come già avevamo visto nel lentissimo THE ADDICTION. Consoliamoci con le strepitose performance del cast: Chris Penn (premio a Venezia per il miglior attore non protagonista), Annabella Sciorra ma soprattutto un formidabile Christopher Walken, qui al suo top.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 25/1/09 8:11 - 10858 commenti

Bellissimo film (probabilmente il suo migliore) di Abel Ferrara che costruisce una saga familiare di ambientazione mafiosa che ha i ritmi e le cadenze di una tragedia teatrale. Il regista imprime al film cadenze e ritmi che rendono ineluttabile il destino della famiglia Tempio che precipita progressivamente in un vortice di folle violenza in cerca dell'inevitabile vendetta per la morte di un componente. Ottimo il cast, dominato da Chris Penn e Christopher Walken.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Cotola 10/12/09 23:56 - 6888 commenti

Uno dei migliori Ferrara di sempre (assieme a The addiction e Il cattivo tenente) che non è il solito e semplice film sulla criminalità ma si interroga come pochi sul senso e le radici del male e lo fa con grande maestria. La presa sul pubblico è notevole, nonostante i ritmi non siano certo vertiginosi. Alcune scene sono splendide ed il cast fornisce una prestazione notevole, con un Penn una spanna sopra tutti.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Capannelle 2/2/10 11:04 - 3540 commenti

Meritevole per il taglio scelto da Ferrara (senza soffermarsi su lotte e sparatorie racconta i mafiosi nel loro background psicologico intriso di convinta ipocrisia), ricco di dialoghi e scene forti ma anche altalenante come presa sul pubblico: a volte troppo parlato o troppo crepuscolare come ambientazione. Sofferti i ruoli delle donne, inespressivo Gallo, bene Walken ma chi batte tutti è Chris Penn nel ruolo di Chez, con le sue esplosioni d'ira.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Ghostship 30/6/10 20:32 - 394 commenti

La parabola della famiglia Tempio nell'America della depressione tra flashback, vendetta e follia. La chiave della storia è nello spirito anarchico di Johnny, ventiduenne comunista e libertino, morto ammazzato. Partendo dal funerale di quest'ultimo Ferrara si concentra principalmente sulla psicologia dei personaggi, che rimarranno prigionieri del mondo che li ha cresciuti e che non hanno saputo rifiutare, in un cupo crescendo drammatico. Molto diverso da Coppola e Scorsese, che privilegiano l'azione, pur basandosi su una solida sceneggiatura.
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Enzus79 9/1/13 15:53 - 1540 commenti

Sembra una tragedia teatrale, questo capolavoro firmato Abel Ferrara. Le coscienze in rivolta di chi ha perso il fratello sono qui risaltate in modo emblematico (ottima la sceneggiatura di St. John), così come le figure femminili. Grandissimi Walken e Chris Penn (premiato a Venezia).
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Lercio 31/10/07 23:49 - 232 commenti

Gangster movie firmato Ferrara. Un cast fenomenale con un Chris Penn eccelso, di un talento immenso. Opera con implicazioni filosofiche che muove i passi da un funerale e va a ritroso fino a toccare l'inferno di una famiglia mafiosa. Origini e futuro del male per uomini senza speranza. Sorprendente come Ferrara riesca a gestire alla perfezione una storia apparentemente semplice nella sua complessità. Capolavoro.
I gusti di Lercio (Drammatico - Horror - Poliziesco)

Pinhead80 22/8/13 14:59 - 3364 commenti

Non è il solito film di mafia, oppure sì. "La famiglia" incarnata nei tre fratelli rappresenta un'angosciosa esistenza segnata da scie di sangue e da un destino che li accomuna. Non esistono strade differenti e neppure scelte che possano indirizzare il destino di una persona. Ci sono solo la famiglia, i suoi legami e il sangue che si mescola assieme a quello delle loro vittime, sino alla fine.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Paulaster 1/8/13 9:55 - 2214 commenti

Sorta di seduta psicanalitica di come essere gangster in una famiglia italiana negli anni 30. La circostanza del funerale di uno dei fratelli analizza i rapporti tra gli uomini, con le mogli o verso la società. Occhi puntati sulla politica come mezzo o con la religione per pulirsi la coscienza, anche se l’individualismo è ottusamente il protagonista. Walken è una certezza, bravi la Sciorra e Penn, che ha le scene migliori (tra cui il finale). Fotografia eccellente che rimanda al tempo passato senza essere stucchevole.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Mickes2 23/7/14 14:21 - 1551 commenti

Enorme dichiarazione stilistica del duo Ferrara-St. John per un kammerspiel esistenziale totalmente piegato ai (dis)valori umani, le coscienze e al Credo. La religione e Dio sono sempre più presenti, ma sottoforma di piaghe, minacce, pesi da cui è impossibile liberarsi. Un mosaico cupissimo e lacerante che amplifica ossessioni, ricordi e deliri in un’escalation d’amore e morte, crudeltà e rispetto dove i moti dell’anima dei protagonisti appaiono tetri e indefiniti, rarefatti e visceralmente contraddittori. Capolavoro tragico e insondabile.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Rigoletto 30/1/15 15:42 - 1385 commenti

Notevolissimo film dall'ambientazione familiare ma non casereccia; anzi, è una storia di ampio respiro nella quale Ferrara dà il meglio di sé e un cast eccellente fa il resto sotto tutti i punti di vista: Walken al solito aleggia su un piano diverso, ma il più focoso è Penn, efficace al punto da ricordarmi (con le debite proporzioni) James Caan ne Il padrino. Consigliatissimo.
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Vito 13/1/17 12:31 - 569 commenti

La mafia e i suoi valori. La religione, la famiglia, il potere (cioè i cani da guardia del potere). Dietro ai quali si nasconde un mondo di oppressione, violenza e orrore. Un film di anime in pena destinate all'(auto)distruzione. Straordinari Walken, Penn e Vincent Gallo e ottime anche la Sciorra e Isabella Rossellini.
I gusti di Vito (Fantastico - Horror - Western)

Alex1988 23/10/16 18:13 - 515 commenti

Tra i migliori film di Ferrara, in cui le tematiche del suo cinema vengono tutte fuori (tant'è che somiglia a una lezione di teologia sul cattolicesimo)! Gangster-movie che non segue le regole del genere; sparatorie quasi del tutto assenti. Il fulcro della storia è racchiuso tutto nel "funerale" del titolo originale. Grandi Walken e Penn.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Beffardo57 2/8/13 17:48 - 206 commenti

Dimenticate Don Vito Corleone e i suoi mafiosi tutti casa, famiglia e affari (sporchi, a volte sanguinosi). Qui siamo dalle parti di una tragedia elisabettiana, di una violenza e follia che si ereditano o si apprendono ineluttabilmente, come una sorta di vocazione al male che non ammette diserzioni. Il coro delle donne assiste al dispiegarsi delle pulsioni autodistruttive. Cupo, quasi insopportabile, ma stilisticamente coerente, compatto, recitato benissimo: Abel Ferrara non è stato più capace di raggiungere un livello espressivo così compiuto.
I gusti di Beffardo57 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Onion1973 4/1/09 15:45 - 154 commenti

Un film bellissimo, moderno shakespeariano, carico di emotività e recitato alla perfezione da Walken e Penn. Storia di una famiglia di gangster intrappolata fatalmente dalle proprie origini sociali e culturali. L'uccisione di uno dei fratelli, Johnny e il suo funerale, saranno solo il preludio ai drammi successivi. L'esplorazione delle relazioni familiari, il giallo che ruota attorno alla ricerca dell'assassino e la vendetta (fatale dogma mafioso) regalano un coinvolgimento non rintracciabile in altri film del genere. Cinema perfetto.
I gusti di Onion1973 (Fantascienza - Fantastico - Horror)