Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL MARITO IN VACANZA

All'interno del forum, per questo film:
Il marito in vacanza
Dati:Anno: 1981Genere: commedia (colore)
Regia:Maurizio Lucidi
Cast:Renzo Montagnani, Enzo Cannavale, Cinzia De Ponti, Lilli Carati, Bombolo, Angelo Pellegrino, Paolo Baroni, Marcella Petrelli, Roberto Caporali, Luciano Zanussi (n.c.), Herbert Hofer (n.c.)
Visite:2277
Filmati:
Approfondimenti:1) INTERVISTA A CINZIA DE PONTI
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Commediaccia poverissima girata per intero nel solito albergo dove coppie scoppiate e scapoli d'assalto s'interscambiano in continuazione generando una prevedibile sequela di equivoci. Sono tutti congressisti del S.I.A.M. (Sindacato Italiano Autonomo Maestri) giunti lì per l'elezione del nuovo presidente. Quello del momento (Renzo Montagnani, il più presente in scena) si è portato dietro il bidello (Enzo Cannavale) che gli fa da segretario, mentre tra gli aspiranti alla carica ci sono la prof. Corradini (Lilli Carati) e il prof. Liberti (Angelo Pellegrino), la cui moglie (Cinzia De Ponti) è spinta dalla madre a concupire il presidente per far eleggere il marito. Il quadro è completato dal personale dell'albergo, con Bombolo cuoco nonché facchino (ma si vede molto poco) e la sua amante cameriera (Marcella Petrelli, che come tutte le altre non si farà problemi a esibire seno e fondoschiena). Lo sviluppo della trama non va ovviamente al di là degli immancabili incontri pruriginosi, con Montagnani unico in grado d'improvvisare qualche divertente gag e destinato a "sdoppiarsi" con l'arrivo in albergo del gemello arcivescovo (accompagnato dal seminarista Paolo Baroni). Cannavale, cioè l'altro comico principale, delude ampiamente mentre Bombolo interviene burbero in tre-quattro scene senza lasciare il segno. Campo libero quindi alle grazie della Carati, della De Ponti (forse la più presente) e della Petrelli, che non lasciano spazio alla fantasia. Messa in scena, regia e copione di rara miseria. Da dimenticare.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 2/10/15 14:24 - 4313 commenti

Può una vicenda che si dipana durante un congresso che dura più di un giorno inquadrare la sala dell'assemblea solo per la votazione finale? Questo fa capire la povertà e la pretestuosità della sceneggiatura di un film girato pressoché integralmente in un albergo, che all'epoca operava nei pressi di Vitinia. Montagnani, Cannavale e Bombolo bravi ma sprecati. Delle donne la migliore è la Carati, che almeno azzecca due espressioni, mentre la De Ponti e la Petrelli (peraltro la più intrigante) sono al minimo. Davvero pessimo.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 21/2/08 14:10 - 3875 commenti

Decisamente trascurabile, pur se confrontato con antecedenti titoli di riuscita non proprio felice. Non è solo colpa della regia o degli attori (Cannavale si muove a forza, come sospinto da necessità "alimentari"), ma di un plot che proprio non riesce a catalizzare l'attenzione. Non aiuta, di certo, una scenografia (in ambienti naturali) colta alla meno peggio, quasi improvvisata e amatoriale. Montagnani conferisce un minimo di spinta alla pellicola, che va comunque vista con finalità filologica, per assistere alla Carati negli ultimi periodi non-hard.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 19/2/08 17:13 - 5737 commenti

Ormai in declino, la commedia sexy vivacchia sfruttando la bravura di Montagnani, qui addirittura in un doppio ruolo, e la bellezza della Carati, che concede un nudo integrale. La trama non porta da nessuna parte e la sceneggiatura è come un cane che si morde la coda; la noia cresce a dismisura, soprattutto in assenza di Bombolo.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Markus 21/5/08 11:37 - 2703 commenti

Modesta e tarda commedia pecoreccia-scollacciata, che strizza l'occhio a situazioni pochadistiche, anch'esse in declino, regge solo grazie alla simpatia di Montagnani e alla bellezza della Carati. Infatti nuovi comici e nuove commedie alla Vanzina premono e questo tipo di cinema legato agli Anni Settanta spara le ultime cartucce nelle annate 1981/82. In tv (ma anche in dvd) risulta cut. Il film lo salvo solo per la simpatia che ho per questo genere e per gli artisti che lo hanno sostenuto nel decennio precedente.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Mco 19/10/09 0:55 - 2010 commenti

Un film del famoso sottogenere trash italiota, composto da battute grevi, trivialità assortite di carattere pecoreccio e quinndi parafernalia femminili annessi (corpi spesso nudi, anche se non troppo). Cannavale e Montagnani sono bravi e il secondo non rinuncia alla solita parte dell'amante delle donne e il primo del finto scemo. La scena iniziale in auto con Montagnani che dice "Retromarcia... avanti" e Cannavale che non capisce il da farsi è spassosa. Bombolo non partecipa molto, purtroppo. Passabile, anche se resta per aficionados.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Gabrius79 20/11/15 13:40 - 1078 commenti

Spiace vedere coinvolto in certi film il talento (mai troppo rimpainto) di Renzo Montagnani, eppure accade anche questo. Ci troviamo di fronte a una pellicola quanto mai povera e noiosa che mostra fin da subito la corda. Nemmeno la presenza di Bombolo e Enzo Cannavale aiuta a migliorare il prodotto. Per il resto qualche nudo, che di certo non può salvare il tutto.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Pessoa 1/2/19 23:25 - 953 commenti

La monolocation alberghiera e le situazioni ambigue del film portano quasi in automatico a pensare a "L'albergo del libero scambio" ma le affinità col capolavoro di Feydeau si infrangono quasi subito contro una sceneggiatura indecente infarcita di banalità di ogni tipo. Montagnani si limita a fare il solito mandrillo senza troppa convinzione e le sparute risate le strappano Cannavale e Bombolo (che si vede poco), mentre il resto del cast si dimentica subito. Restano le curve della Carati e dell'ex miss Italia De Ponti, ma è comunque molto poco.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino" "Io comunque nu gatto ch'a stampella nun l'aggio mai visto" (Cannavale).
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)

Geppo 14/8/10 11:24 - 266 commenti

Siamo nell'ultimo capitolo della commedia sexy all'italiana. Nulla di originale dal punto di vista tecnico. La storia, a dire il vero, ha comunque qualche spunto comico qua e là, grazie alla irresistibile simpatia di Renzo Montagnani, che qui addirittura si sdoppia per interpretare un presidente di una scuola e un arcivescovo. Il mitico Enzo Cannavale alza notevolmente il livello del film. Bombolo partecipa pochissimo anche se è messo ben in evidenza nei titoli di testa. Splendida Lilli Carati che ci offre un nudo meraviglioso. Discreta la regia di Lucidi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il pranzo al ristorante dell'albergo con Renzo Montagnani, Enzo Cannavale e Lilli Carati.
I gusti di Geppo (Commedia - Erotico - Poliziesco)

Pstarvaggi 10/4/08 13:54 - 80 commenti

Una delle ultime commedie del filone pecoreccio, certamente tra le più noiose del genere. La bellezza delle protagoniste femminili (Carati, Petrelli, De Ponti) e la professionalità degli attori principali (Montagnani, Cannavale) non meritavano di essere mortificate da un copione tanto scialbo e raffazzonato, nato da un’idea senza storia. La regia di Lucidi sembra pensare esclusivamente ad esaltare le grazie delle attrici.
I gusti di Pstarvaggi (Comico - Commedia)

Cinefolle 5/8/12 18:40 - 21 commenti

Decadimento totale della commedia sexy, sceneggiatura raffazzonatissima, Bombolo sottoutilizzato, Cannavale pure e Montagnani invece addirittura raddoppiato in due ruoli. Ma nel primo ruolo è il solito personaggio di sempre in versione "spenta", mentre nel ruolo del gemello cardinale è soltanto penoso. Lilli Carati appare già in evidente difficoltà. Cinzia De Ponti inespressiva come sempre. Un disastro.
I gusti di Cinefolle (Commedia - Documentario - Giallo)