Cerca per genere
Attori/registi più presenti

COSì, COSì... PIù FORTE

All'interno del forum, per questo film:
Così, così... più forte
Dati:Anno: 1970Genere: drammatico (colore)
Regia:Luigi Petrini
Cast:Susanna Levi, Margareth Chaplin, Alessandro Masselli, Ivi D'Annunzio, Gina Giuli, Irio Fantini, Mario Bardella, Simon Sacha
Visite:1014
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/1/10 DAL BENEMERITO FAUNO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Capolavoro assoluto (e ce ne sono pochi!) a detta di:
    Fauno
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Il Gobbo, Homesick, Marcolino1
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Markus
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    Ronax


ORDINA COMMENTI PER:

Il Gobbo 7/8/16 17:49 - 3011 commenti

Omo e bisessualità femminile alla Pannacciò, quindi potenzialmente terribile e invece da amare senza riserve in quanto catalogo completo di tutto quanto era il cinema dell'epoca (cerebralità, regia arty, shake, décor pop, vestitini, musichine, voci off, cavalli, spiagge...) di fronte a cui cadiamo in deliquio. Protagoniste cospicue.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 29/11/16 7:51 - 5737 commenti

Arditissimo e in netto anticipo sui tempi. Il racconto, molto spezzettato, si consolida nell'introspezione resa dai dialoghi concisi, dalle cogitazioni e dai silenzi degli sguardi inquieti e profondi delle amiche "particolari" Susanna Levi e Margaret Chaplin. Pregne di umori e colori del periodo, le riprese distillano una sensualità delicata e sognante che incornicia l'elegante bellezza delle due attrici; ripetitive e talora invadenti le musiche di Daniele Patucchi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il gioco di sguardi durante la partita a tennis; il duro confronto tra Lisa e Fred; la condanna "sociale" del giudice. .
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Markus 18/7/16 18:41 - 2973 commenti

L'amore saffico affrontato in maniera aperta e disinibita da un film italiano di quel tempo non è così scontato, ma tolta questa prodezza la pellicola di Petrini sconta le solite puerilità di un racconto fatto di scaramucce e gelosie tra amanti. Il comparto maschile ne esce alla fine con le ossa rotte, talvolta "usato" da quello femminile (tanto che i dialoghi per lui sono quasi sempre i più scontati possibili). Resta un'atmosfera psichedelica e modaiola come solo i primi anni Settanta potevano avere. Molto valido lo score di Patucchi.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Fauno 5/1/10 11:43 - 1835 commenti

Ecco un'altra gemma murata stile lupara bianca. Ne esiste un'edizione greca in lingua francese. Affrontati a viso aperto saffismo, bisessualità e triangoli erotici, in un clima spensierato solo in apparenza. Il clou sono le elucubrazioni della Levi, allorchè, dopo aver difeso le sue idee per tutto il film, va ancora oltre e finisce per cadere in una paranoia irreversibile. Un boomerang micidiale! Scenari, trucchi e abbigliamenti da urlo. Pazzesco pensare che sia del '70 e che sia italiano...
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Ronax 6/9/18 1:43 - 843 commenti

Sottoprodotto del filone saffico di fine anni '60 che porta la firma di Petrini, ma con copione di Pannacciò e si vede: una serie di scenette malamente appiccicate e in cui non succede nulla di sensato, dialoghi e vfc che alternano banalità e astrusità altrettanto stratosferiche, primi piani e zoom a go-go. Il tutto accompagnato dall'onnipresente musichetta di Daniele Patucchi che tormenta le orecchie dello spettatore dalla prima all'ultima scena. Deludenti la Levi e la Chaplin, ambedue habituè della factory di Pannacciò.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il party psichedelico: un must imperdibile per i nostalgici.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Marcolino1 18/11/16 19:01 - 407 commenti

Storia saffica e clandestina marchiata dall'onta social-giuridica girata in location spartane ed essenziali, con scene spinte (a volte controfigurate), musiche e un videoclip rock-hippie riciclati ne Il sesso della strega di Pannacciò. Nella prevedibilità dell'intreccio, spicca un egregio discorso sull'omosessualità, completo di numeri e percentuali, che la giustificano sdoganandola ideologicamente (ma anche suscitando l'ira del personaggio del film, interlocutore omofobo), operazione difficile e avanguardista per il 1970.
I gusti di Marcolino1 (Documentario - Fantascienza - Musicale)