DISCUSSIONE GENERALE di Yankee - L'americano (1966)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Kaciaro • 10/02/10 01:14
    Galoppino - 486 interventi
    bel film questo funziona tutto alla meraviglia, dagli attori alle location alla musica, LE TROVATE I CAMBI DI COLORE veramente vale la pena di vederlo, LE LOCATION SONO TUTTE SPAGNOLE
  • Buiomega71 • 28/08/13 00:21
    Pianificazione e progetti - 22097 interventi
    Zender, nel commento di Homesick c'è una leggera imprecisione.

    Impossibile che Brass citi l'impiccagione di C'era una volta il West. Semplicemente perchè Yankee e di due anni prima...
  • Zender • 28/08/13 09:31
    Consigliere - 43730 interventi
    Sostituito con "anticipa". Se non va bene, Homesick, dì pure che ricambiamo.
  • Buiomega71 • 28/08/13 10:12
    Pianificazione e progetti - 22097 interventi
    WESTERNALIA: L'ESTATE SELVAGGIA DELLO SPAGHETTI WESTERN

    Lo zio Tinto e i suoi sperimentalismi fumettosi, pop art e pre-sessantottini, con riprese sghembe, invenzioni di regia a volte geniali (le inquadrature sotto il carro, i dettagli e i pp degli occhi, della bocca, lo sguardo di Leroy tra le mura rocciose di un cascinale, la lotta degli scorpioni, quasi lisergica), che torneranno più marcate in Col Cuore in Gola e nei primi esercizi erotici di L'urlo e NerosuBianco

    Un Brass irriconoscibile per chi ha amato Miranda o La Chiave, ancora ben lontano dal culto del culo femminile e dal sesso giocoso e gioioso.

    Non scevro di crudeltà (anche per l'epoca): uno sgherro di Concho sparato alle due spalle, l'estrazione dei denti d'oro con il calcio della pistola, gli impiccati incappucciati, l'uccisione a freddo (e alle spalle) di Rosita da parte di Concho dopo averla costretta a baciare Leroy, il massacro degli abitanti del villaggio con donne che vanno a fuoco, Leroy crocifisso ad una ruota, torturato con il cerchio di fuoco e poi messo a testa in giù, un impiccagione sulle spalle che anticipa di due anni quella di C'era Una Volta il West

    Timidissimi accenni di erotismo, Brass inquadra i piedini smaltati di rosso di Rosita, la lega ad un palo tutta discinta, la mostra nella vasca da bagno, e uno sgherro di Concho dice ad una giovane ragazza rapita: "Muoviti, culonas!", il pp sul decoltè della prostituta messicana all'inizio.

    La dimora del Concho, illuminata di rossi accesi, di statue, ritratti , di lui sul "trono" con ai suoi piedi Rosita, anticipano il Caligola, così come il banchetto pantagruelico con la tortura a Leroy

    A non funzionare e il manico, cioè la sceneggiatura, logora, banale, zeppa di luoghi comuni e parecchia noia. Anche il finale in riva al fiume (con massacro dei soldati blu per omaggiar Leone) pare tirato via e senza alcun pathos, da tanto e sciapo e approssimativo. In pratica, se non fosse per alcune invenzioni di regia brassiane, sarebbe un western trascurabile e convenzionale


    Ottimo Celi nel ruolo laido e crudelissimo del Concho, un pò meno Leroy in quello dello yankee.

    Va dato adito a Brass di essere originale e "fumettoso" nel montaggio e nelle riprese, dove si vede la stoffa di un gran regista, ma sinceramente preferisco quello delle tette al vento, dei culi all'aria, delle guepiere in bella vista e della "ciccia" odorosa.
    Ultima modifica: 28/08/13 10:31 da Buiomega71
  • Homesick • 28/08/13 11:56
    Capo scrivano - 1377 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Sostituito con "anticipa". Se non va bene, Homesick, dì pure che ricambiamo.

    Eh sì, mi ero confuso... Grazie della vostra segnalazione.