Tre scapoli e un bebè

Media utenti
Titolo originale: 3 Men and a baby
Anno: 1987
Genere: commedia (colore)
Note: E' il remake americano della commedia francese "Tre uomini euna culla"
Numero commenti presenti: 6
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/01/08 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 4/01/08 20:17 - 11693 commenti

I gusti di Galbo

Remake americano di un film di Coline Serreau del 1985, Tre scapoli e un bebè racconta delle disavventure di un trio di uomini, scapoli impenitenti alle prese con l'imprevisto arrivo di una neonata (e non solo). Il divertente ma anche significativo film originario è stato trasformato in una sorta di commedia degli equivoci indubbiamente ben fatta (i tre attori protagonisti sono molto brillanti) ma che rimane piuttosto in superficie occupandosi solo del lato prettamente sperimentale. Regia diligente di Nimoy.

Lovejoy 1/07/08 15:09 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Più noto come il film dove sarebbe apparso un "presunto" fantasma, è un remake piatto, privo di idee, noioso. A parte i tre attori protagonisti, su cui giganteggia un istrionio Tom Selleck, il resto è da buttare, a partire dal copione e passando per la regia di Emile Ardolino. Con un sequel altrettanto brutto.

Renato 20/03/09 14:36 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Quando dei produttori americani prendono un film europeo di successo e ne girano un remake, molto spesso il risultato finisce coll'essere decisamente inferiore all'originale. Questa pellicola di Leonard Nimoy, regista già non particolarmente brillante, purtroppo non fa eccezione. La simpatia dei tre protagonisti può poco di fronte ad una sceneggiatura senza brio, ed il film resta quasi sempre insipido.

Daniela 22/03/09 07:21 - 10739 commenti

I gusti di Daniela

Il vulcaniano Spock dirige questo modesto remake della commedia francese di Coline Serreau, con qualche modifica ma senza troppa fantasia. Anche qui gran parte del divertimento è demandato agli impacci di tre scapoli incalliti che si trovano alle prese con un bebé da accudire ed i relativi "inconvenienti" (alzatacce notturne, pannolini da cambiare ecc.). Gli attori si impegnano anche troppo (Selleck in particolare), ma la sceneggiatura non li aiuta, per cui il risultato è inferiore all'originale.

Rigoletto 22/07/12 10:33 - 1663 commenti

I gusti di Rigoletto

Commedia di successo firmata Leonard Nimoy, la cui regia non brilla per originalità e che avrebbe potuto essere realizzata da un qualunque buon mestierante della macchina da presa. Il successo è dovuto invece alla perfetta alchimia dei tre protagonisti (Selleck, Guttenberg e Danson), che vantano un'interpretazione sopra le righe (Danson e Selleck in particolare) e una complicità reciproca di difficile realizzazione. Ritmo ben sostenuto e un po' di sane risate per le disavventure dei 3 papà incorniciano un quadro tutto sommato dignitoso. ***
MEMORABILE: Michael all'apertura del pannolino: "Come può un esserino così piccolo fare una puzza così grande!"

Rambo90 21/05/21 14:27 - 6854 commenti

I gusti di Rambo90

Simpatica commediola per famiglie che ha il punto di forza nell'affiatamento dei tre protagonisti, tutti e tre al di sopra di una sceneggiatura in effetti banale e che procede per piccoli sketch. Selleck fa da capintesta ben spalleggiato da Guttenberg, mentre Danson appare più di complemento e si attiva solo nel terzo atto. Un labile intreccio poliziesco aiuta a ravvivare il tutto e la regia di Nimoy è abbastanza svelta. Si ridacchia spesso e in fondo si arriva alla fine con il sorriso.

Leonard Nimoy HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Gugly • 5/02/08 21:17
    Segretario - 4667 interventi
    si alla fine si parlava di un cartone pubblicitario o qualcosa del genere; comunque, addirittura ad un certo punto qualcuno ha visto spuntare un fucile!
  • Discussione Zender • 5/02/08 23:42
    Consigliere - 44888 interventi
    Sì, è vero, mi ricordo di questa cosa; ma dove esttamente?
  • Discussione Gugly • 6/02/08 08:49
    Segretario - 4667 interventi
    mi pare quando Ted Danson cerca di mollare la pupa alla mamma
  • Discussione Zender • 6/02/08 09:27
    Consigliere - 44888 interventi
    Ma robe da matti! Ecco come nascono le leggende metropolitane...
  • Discussione G.Godardi • 6/02/08 12:37
    Call center Davinotti - 665 interventi
    qui c'è qualcosa in riguardo,ma è in inglese....conoscevo anche un altro sito dove c'era una trattazione in italiano ma è sparito....

    http://www.snopes.com/movies/films/3menbaby.asp


    wikipedia invece posta queste poche righe:


    Il film Tre scapoli e un bebè (USA, 1987) diretto da Leonard Nimoy, divenne celebre alcuni anni dopo l'uscita nei cinema per una leggenda metropolitana che ancora oggi continua a circolare. Durante il film appare l'immagine di quello che sembra un bambino nascosto dietro una tenda, il quale non ha nulla che vedere con la trama. La leggenda narra di un bambino uccisosi accidentalmente col fucile del padre proprio nell'appartamento dove fu girato il film. La voce ha numerose varianti: secondo alcune la madre, scoprendo il figlio nel film, ebbe un malore o addirittura diventò folle. L'immagine è effettivamente visibile, ma sembra in realtà trattarsi di una semplice sagoma di cartone dell'attore Ted Danson dimenticata sul set, tanto più che gli interni del film furono girati in studi cinematografici e nessuna vera abitazione fu affittata.
    Ultima modifica: 6/02/08 20:39 da G.Godardi
  • Discussione Zender • 6/02/08 13:31
    Consigliere - 44888 interventi
    Ecco, appunto, una sagoma di cartone di ted Danson lasciata fuori dalla finestra per errore è diventata un inquietante fantasma, con tanto di passato oscuro all'interno di una casa che si è scoperto essere dello studio cinematografico... Alla fine il film ha finito per diventare famoso più per quello che per altro...
  • Discussione G.Godardi • 6/02/08 13:39
    Call center Davinotti - 665 interventi
    Direi che se non fosse per questa leggenda urbana il film ormai sarebbe già dimenticato,nonostante abbia avuto anche un sequel.
  • Discussione Zender • 6/02/08 15:59
    Consigliere - 44888 interventi
    In effetti a me non piacque affatto, quando lo vidi: una scialba replica "con divi" del film francese di cui è il remake (e che già non era sto capolavoro...)
  • Curiosità Undying • 30/11/09 08:57
    Scrivano - 7616 interventi
    Tre scapoli, un bebè e lo spettro

    Ricordo che a suo tempo si fece un gran discutere di questo film per la presunta immagine di un fantasma che apparirebbe tra i fotogrammi della pellicola.
    Non essendo amante del genere non ho approfondito il discorso, ma rimando gli interessati a questo link per maggiori informazioni.

    Se ne parla meglio all'interno della discussione generale di questo stesso film.
  • Curiosità Buiomega71 • 20/09/21 19:08
    Pianificazione e progetti - 23158 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi & Canzoni della Prima Visione Tv (Lunedìfilm, 5 novembre 1990) di Tre scapoli e un bebè:

    [img size=424]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images58/tresca.jpg[/img]