Ti aspetterò all'inferno - Film (1960)

Ti aspetterò all'inferno
Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1960
Genere: gangster/noir (bianco e nero)
Note: Dall'omonimo romanzo di Dean Craig (cioè sempre Regnoli), editore Ottokal (?), Roma.

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/05/09 DAL BENEMERITO IL GOBBO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 10/08/11
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 19/05/09 23:24 - 3015 commenti

I gusti di Il Gobbo

Dopo un furto di diamanti col morto i tre complici fuggono verso un isolato casolare. Già nel tragitto sorgono difficoltà... Noir di Regnoli con reminiscenze di James Cain e della produzione RKO, ossia la serie B di lusso americana. Non siamo a quei livelli, benchè non manchi l'impegno (e Trasatti con la fotografia faccia un buon lavoro), ma il racconto è un po' tirato via, e il cast non proprio scintillante. Comunque guardabile.

Nando 2/02/11 15:08 - 3816 commenti

I gusti di Nando

Noir con tendenze spiritistiche che mette a confronto i caratteri di due rapinatori con quello di un'avvenente ballerina. Atmosfera buia, inquieta e ritmo lievemente lento; tuttavia lo sviluppo narrativo è discreto e il colpo di scena finale è nell'aria. Impressionante la scena delle sabbie mobili.

Il Dandi 2/02/11 15:19 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Non del tutto riuscito, ma senza dubbio interessante questo noir italiano in anticipo sui tempi. Ritmo non proprio freschissimo, ma riscattato da quell'affascinante mescolanza di registri (poliziesco, melodramma, thriller) che si ritrova frequentemente in questi pochi precursori autarchici di generi non ancora massicciamente definiti. Regnoli vale più come sceneggiatore che come regista: l'impossibilità di riscatto viene qui inghiottita dal buio di una palude che sembra uscita dalle pagine di Faulkner.
MEMORABILE: Le sabbie mobili.

Homesick 5/08/14 17:43 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Piuttosto debole. Debole è la trama - scarna e prevedibile, almeno agli occhi dello spettatore di oggi - e debole soprattutto la regia di Regnoli, statica tanto nelle poche scene d'azione quanto nei momenti dialettici da Kammerspiel che occupano buona parte della vicenda. Qualche risorsa comunque c'è ed è investita bene: lo spingersi oltre i confini del noir sino a lambire il thriller gotico, il bianco e nero profondo della fotografia di Tresatti e la guest-star John Drew Barrymore, che disegna il suo criminale prepotente e violento con tutta la serietà del professionista americano.
MEMORABILE: I "messaggi" di Sam; La caduta nelle sabbie mobili.

Reeves 21/08/20 10:45 - 2224 commenti

I gusti di Reeves

Un noir che finge di essere americano ma che svela la sua realtà italica ogni volta che si scorge qualche esterno. L'idea di fondo è anche abbastanza buona (la fuga di tre complici molto diversi tra loro dopo una rapina) ma i dettagli sono spesso surreali: il continuo avanti-indietro di due personaggi dalla città a un casolare che dovrebbe essere abbandonato, Serato che si procura un alibi ma poi fugge insieme ai complici. Ottima però la fotografia di Trasatti, fortemente calcata la recitazione di un John Drew Barrymore veramente cattivissimo.
MEMORABILE: La faccia di Nino Vingelli, vestito come Fred  Buscaglione.

Ronax 31/03/24 01:03 - 1255 commenti

I gusti di Ronax

In fuga dopo un sanguinoso colpo, due rapinatori lasciano morire il terzo complice in una palude e si rifugiano in un casolare isolato, dove si installa anche un'enigmatica ballerina. Peccato che il morto mandi continui e misteriosi segni della sua presenza. Soluzione dell'inghippo piuttosto sbrigativa e non troppo a sorpresa. Ispirandosi sia al noir americano che al gotico nostrano, Regnoli firma un cupo e angoscioso thriller melodrammatico cercando di sfruttare le tetre location, ben fotografate da Trasatti in un livido bianco e nero, per mascherare l'evidente penuria di mezzi.
MEMORABILE: La prova di danza della Bartok nel night.

Piero Regnoli HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Giuro che ti amoSpazio vuotoLocandina I giochi proibiti de l'Aretino PietroSpazio vuotoLocandina L'ultima preda del vampiroSpazio vuotoLocandina Maciste nelle miniere del Re Salomone
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Curiosità Il Dandi • 2/02/11 15:01
    Segretario - 1488 interventi
    John Drew Barrymore è inconfondibilmente doppiato da Nando Gazzolo.
  • Discussione Il Dandi • 2/02/11 23:02
    Segretario - 1488 interventi
    Ciavazzaro ebbe a dire:
    Se trovo il film volentieri !

    Fabbiu ebbe a dire:
    Spiacente Dandi, questo mi manca!!

    Lo si trova facilmente sui noti canali, ogni tanto pure Mediaset lo passa (io l'ho rivisto oggi su Iris). Purtroppo io se sento una voce inconfondibile come Amendola, Albertini, Nando Gazzolo, Pino Locchi, Barbetti, li riconosco, ma oltre non vado. :)
  • Homevideo Quidtum • 4/04/15 13:25
    Custode notturno - 2201 interventi
    Presto in uscita per VCI in triple feature, quindi unicamente con l'audio inglese, assieme a Lasciapassare per il morto e Delitto allo specchio
    http://www.vcientertainment.com/Euro-Trash-Cinema-Triple-Feature&path=59