Parole, parole, parole...

Media utenti
Titolo originale: On connait la chanson
Anno: 1997
Genere: commedia (colore)
Note: Sceneggiatura di Agnès Jaoui e Jean-Pierre Bacri, che interpretano due dei ruoli principali - Jane Birkin è l'unica che canta una canzone con la propria voce
Numero commenti presenti: 3

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/02/10 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 2/02/10 14:07 - 9223 commenti

I gusti di Daniela

Incroci sentimentali e d'affari fra vari personaggi, tutti ruotanti attorno alla vendita di un appartamento parigino. A rendere unica questa commedia, ironica con un fondo di malinconia, è l'inserimento nei dialoghi di brani di celebri canzoni d'oltralpe, cantate dalle voci originali. L'anziano Resnais, coadiuvato dai suoi magnifici attori, dimostra di non aver perso affatto la voglia di sperimentare nuovi linguaggi cinematografici, qui con un effetto felicemente straniante. Capolavoro in leggerezza.
MEMORABILE: Sorprendente l'inizio, con il comandante tedesco che risponde all'ordine di Hitler di distruggere Parigi con la voce di Josephine Baker

Galbo 9/02/10 07:23 - 11345 commenti

I gusti di Galbo

A metà tra la commedia e il musical questo bel film di Resnais, in cui i dialoghi sono sostituiti da celebri canzoni francesi di vario genere e diverse epoche. Salvo che nel finale, dove l'atmosfera è più amara e malinconica, il film è permeato da una piacevole e futile leggerezza. Ottima la prova di tutto il cast.

Belfagor 23/06/15 16:00 - 2621 commenti

I gusti di Belfagor

I dialoghi cruciali di questa commedia musicale sono sostituiti da brani cantati in playback. Sulla carta potrebbe sembrare grottesco, ma nelle esperte mani di Resnais quest'idea dà vita a un film davvero gradevole, raffinato e leggero, con punte di malinconica riflessione. Le vicende dei protagonisti, ben caratterizzati da attori già dimostratisi delle garanzie per il regista, si sviluppano intorno a un appartamento dal quale si ha una vista mozzafiato di Parigi, qui ritratta con grande vivacità.
MEMORABILE: Nel prologo, l'ufficiale tedesco si rifiuta di distruggere Parigi cantando "J'ai deux amours".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Daniela • 2/02/10 15:10
    Consigliere massimo - 5072 interventi
    All'inizio del film viene rievocato un episodio storico: l'ordine di distruggere Parigi impartito da Hitler al comandante della piazza di Parigi, Dietrich von Choltitz, che però fortunatamente non obbedì.

    Questo il brano della canzone "J'ai deux amours" cantato da von Choltitz con la voce di Josephine Baker:

    J'ai deux amours
    Mon pays et Paris
    Par eux toujours
    Mon cœur est ravi