Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/09/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 16/09/07 01:21 - 5228 commenti

I gusti di B. Legnani

Film che risente degli anni (e di essere stato scritto da quattordici mani: troppe) e di alcune lentezze, ma che non va trascurato, specialmente per le fasi malinconiche, quelle dell’immigrato, nobile decaduto, che fa l’uomo-sandwich. Deliziosi Aldo Fabrizi e Ave Ninchi. Bella la Bosè. Lezioso (ma era il suo ruolo) Galeazzo Benti. La partita Francia-Italia disputata prima della realizzazione del film è dell'aprile 1948. Vinse l'Italia 3-1.
MEMORABILE: Fabrizi che realizza di essere non allo stadio, bensì all’ippodromo

Markus 25/08/14 10:26 - 3521 commenti

I gusti di Markus

Il cinema di Emmer è leggero, moderno, lungimirante e non ha alcuna pretesa se non quella di un sano intrattenimento (pur attingendo al neorealismo, “rosa” e non, allora tanto in voga). Un gruppo di romani in vacanza a Parigi danno luogo in forma di episodi incrociati a situazioni talvolta pochadistiche (l'italiano all'estero!) e altre amorose/sentimentali di grana grossa, ma oneste. L'aspetto ridanciano dell'opera è assicurato soprattutto dalla collaudata coppia Fabrizi-Ninchi. Interessante lo scorcio della Parigi primi Anni ’50.

Gabrius79 28/05/20 21:10 - 1331 commenti

I gusti di Gabrius79

La mano di Emmer si sente, ma la pellicola non prende mai quota salvo che per qualche momento piacevole per merito della coppia Fabrizi-Ninchi (non al loro meglio). La coppia Bosè-Mastroianni se la cava con sufficienza anche se ancora sono un po' acerbi. La coppia Sposìto-Panelli non regala nessun guizzo. Peggio va con Interlenghi e la Remy in una storia d'amore ad alto tasso di zucchero e noia. Bella la Parigi degli Anni Cinquanta.

Zampanò 28/12/20 13:49 - 374 commenti

I gusti di Zampanò

Trasferta scoppiettante, sull'archetipo degli italiani all'estero (che non sanno la lingua). Ma la regia di Emmer orientata dal buon soggetto di Amidei sfavilla e gli attori scartano la Ville Lumière come una caramella. Pura joie de vivre, con linee dinamiche da commedia americana. Fabrizi è un titano bonario spalleggiato da uno sgusciante Porelli e dalla Ninchi, matrona delle matrone. Funzionano una lucente Bosè e il cicalesco Panelli, meno Interlenghi, moscio di un flirt già ipotecato. Il periplo notturno tra i tabarin è una panoramica che resta in memoria.
MEMORABILE: Fabrizi: "...Ma niente, annamo a vedè due fontane con le luci". Ave Ninchi: "Fontane nude?".

Renato 26/01/21 12:09 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Filmetto scacciapensieri con il classico gruppo di italiani all'estero, spaesati come da consuetudine. Girato in una Parigi invernale, narra la solita ricerca di qualche piccante avventura, destinata al prevedibile fallimento. La sensazione è che il doppiaggio, tecnicamente scadente, abbia rovinato il film in più punti. Resta il buon cast, qualche cartolina della Ville Lumière e poco altro. Vittorio Caprioli, non accreditato, è la guida francese sull'autobus.
MEMORABILE: Lo struggente ultimo incontro tra Fabrizi e Porelli, davanti al miserando alberghetto in cui vive ques'ultimo.

Daniela 31/01/22 19:49 - 11628 commenti

I gusti di Daniela

A Parigi un gruppo di italiani trascorre una domenica invernale tra tour turistici frettolosi, tentativi fallimentari di avventure galanti, litigi di fidanzatini con conseguenti ripicche, amori nascenti e giuramenti d'amore scambianti alla stazione: tutto scorre in modo prevedibile e gli stereotipi abbondano ma, se la sceneggiatura non brilla adeguantosi alla routine delle commedie corali allora in voga,  la regia esperta di Emmer e il cast fitto di volti noti assicura uno spettacolo amabile arricchito da alcuni scorci della Ville Lumière e dall'esibizione marpiona di Yves Montand. 

Gottardi 11/03/22 14:06 - 295 commenti

I gusti di Gottardi

Comitiva di italiani in trasferta a Parigi per un solo giorno si lascia prendere dall’euforia per il desiderio di avventure nella Ville Lumière. Commedia scandita quasi ad episodi che seguono le disavventure dei diversi personaggi, è un innocuo film di intrattenimento che dopo un inizio alquanto banale si solleva lentamente fino a trovare perfino qualche acuta notazione di costume su provincialismo e turismo di massa, ma si sostiene grazie soprattutto alla batteria di grandi attori in campo: meritano la visione i coniugi Fabrizi e Ninchi e Mastroianni e la Bosè che litigano.
MEMORABILE: Yves Montand che canta al tabarin "Les feuilles mortes".

Pessoa 2/07/22 18:12 - 2263 commenti

I gusti di Pessoa

Un Emmer in trasferta parigina meno incisivo del solito, che sciupa una buona occasione per riflettere sulle differenze fra Italiani e transalpini affidandosi a una facile ironia che tira in ballo tutti gli stereotipi all'epoca in voga, ma che oggi paiono decisamente anacronistici. Naturalmente, dato il cast, è impossibile non ridere, ma la sceneggiatura davvero misera e sfilacciata toglie molte frecce all'arco della comicità dei nostri campioni della risata. Rimane qualche bello scorcio parigino, anch'esso però alquanto scontato, e poco più. Solo per appassionati del genere.

Henri Guisol HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Fedemelis • 26/03/14 09:16
    Fotocopista - 1994 interventi
    Come segnalato da B. Legnani la partita che la comitiva maschile, mentre quella femminile pensa ai negozi di moda e ai parrucchieri, di italiani va a vedere a Parigi è Francia-Italia amichevole del 4 aprile 1948 e terminata 1-3. Nel film viene mostrato una rovesciata sulla linea della porta del difensore francese nell'estremo tentativo di impedire il gol dell'italia.




    Ad ulteriore conferma una inquadratura dei fotografi a bordo campo, notare quello completamente sdraiato.


  • Discussione Zender • 26/03/14 18:02
    Pianificazione e progetti - 45973 interventi
    Una cosa fedemelis: per inserirle le partite nello speciale, se sono uniche in quell'anno serve una descrizione più lunga, la prossima volta, o non si riesce a riempire lo spazio a fianco della foto.
  • Homevideo Renato • 26/01/21 11:16
    Archivista in seconda - 380 interventi
    Il dvd italiano Medusa è fuori catalogo da anni.

    In Francia è uscito il film restaurato in un cofanetto bluray+dvd con audio italiano, libretto di 24 pagine, cartoline e un poster del film. Etichetta Coin de Mire.

    [img size=350]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images55/parii.jpg[/img]
    Ultima modifica: 26/01/21 11:32 da Zender