Outcast

Media utenti
Titolo originale: Outcast
Anno: 2010
Genere: horror (colore)
Note: Proiettato al Torino Film festival 2010.
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/11/10 DAL BENEMERITO LEBOWSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lebowski 28/11/10 11:35 - 81 commenti

I gusti di Lebowski

Favola cupa di maledizioni e stregonerie calata in una realtà molto realistica e precisa (i sobborghi proletari di Edimburgo) che il regista e il fratello co-sceneggiatore ben conoscono, essendo cresciuti in luoghi analoghi. Il risultato è un film originale e affascinante, che non sembra un classico horror pur rispettandone perfettamente le regole. Non di facile visione. Non tutto funziona alla perfezione, ma è un approccio interessante e intelligente per rinnovare le convenzioni del genere (ben più dei tanto strombazzati nuovi registi francesi).

Cotola 9/12/10 23:33 - 7406 commenti

I gusti di Cotola

Cosa succederebbe se Ken Loach girasse un horror? La risposta potrebbe essere in questa pellicola. Ambientato nella periferia degradata di Edimburgo, ecco finalmente un film di genere “fresco”, diverso dai soliti canoni e che intraprende nuovi sentieri. Ben scritto e diretto, diverte ed intriga, giungendo ad un finale a sorpresa, riuscito ed onesto, che ribalta completamente le convinzioni dello spettatore. Se vi riesce, vale la pena recuperarlo.

Brainiac 5/02/11 15:58 - 1082 commenti

I gusti di Brainiac

A lasciarci entrare (per viluppi-giovanetti) c'aveva già invitato Eli. A tenderci una birra in un palazzone anonimo e loachiano ci aveva già pensato quel simpaticone di Tony. Ad esiliar vampiri e tratteggiare rune avevamo incaricato Buffy. A ritrarre mamma/ figlio assatanati ci s'era fissato (con sonnambule-risulte) Mick Garris. A bandire streghe e combattere i malvagi, a 'sto punto, si poteva benissimo richiamare la Milano.

Greymouser 13/02/11 20:41 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Da un passato oscuro (di cui non si capisce granchè, nonostante lo spiegone finale) emerge una vicenda ambientata (bene) ai nostri giorni nella squallida periferia scozzese. Il film non sarebbe nemmeno tanto male, ma il ciarpame costituito dal guazzabuglio di riti magici, stregonerie, amuleti, rune e compagnia, piazzati qua e là tanto per far scena, mi risulta alquanto indigeribile. Diciamo soggetto interessante, sceneggiatura pessima. Il risultato è mediocre.

Pumpkh75 26/03/18 13:29 - 1289 commenti

I gusti di Pumpkh75

Personalmente la cosa che più ho gradito è la presenza di Hanna Stanbridge, poliziotta sexy e sordida del magnifico Let us prey. E’ tutto dire, visti gli intenti, ma d’altronde i troppi sapori mascherano di solito l’insipidità: si ammucchiano simboli runici e corvacci, creature indefinite, il degrado sociale della periferia scozzese, i lancinanti contrasti familiari per poi stringi stringi ridurre il tutto a un La Bella e la Bestia suburbano. La regia di McCarthy è un pelo meglio della media generale. Scivoloso e distante.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.