Mindwarp - Futuro virtuale

Media utenti
Titolo originale: Mindwarp
Anno: 1992
Genere: horror (colore)
Note: AKA "Brain Slasher", "Brainslasher". Co-prodotto dalla rivista Fangoria e presentato anche al Dylan Dog Horror Fest del '92.
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/07/11 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 18/07/11 12:19 - 5200 commenti

I gusti di Herrkinski

Curioso mix tra sci-fi (l'incipit, il finale), post-apocalittico (la maggior parte) e horror (per i vari mutanti e gli elementi splatter). Sembra quasi un crossover tra l'eXistenZ cronenberghiano che verrà (per l'idea di partenza), un post-atomico italiano qualunque e le atmosfere sotterranee e grand-guignolesche di Non aprite quella porta 2; un bel pasticcio insomma, che si perde tra dialoghi superflui, una sceneggiatura inconcludente e gore moderato. Simpatici Campbell e Scrimm, ma non bastano a risollevare la media di questo modesto B-movie.

Mco 20/02/14 19:09 - 2155 commenti

I gusti di Mco

Una piccola chicca, dispersa nel mare magnum dell'home video fluviale che sgorgava ai tempi delle videocassette. Produce La Fangoria Films e ciò ne giustifica le esaltazioni splatter che si ritrovano lungo un percorso che per molti versi ricorda il Cabal di Barker. Mostri, location sotterranee, lotte e prevaricazioni sociali. Bruce Campbell qui ha deposto la motosega per farsi survivor solitario e dal cuore immenso. Ingenuo e fracassone, si fa apprezzare anche a distanza di anni dalla sua uscita. Peculiarità da rispolverare.

Pumpkh75 25/07/14 21:40 - 1326 commenti

I gusti di Pumpkh75

E’ una sorta di falso UFO: agli estremi troviamo una delirante e gelida raffigurazione da olocausto virtuale, impersonale e anche francamente priva d’interesse, nel mezzo imperversa un Mad Max sotterraneo e mutante, con punte improvvise di splatter ed estemporanee trovate da applauso. Diverte e annoia, con Campbell che fa Ash appena vede uno spiraglio e con il Coscarelliano Angus Scrimm senza sfere rotanti; alla fine forse risulta troppo curioso per essere un cult; magari solo per pochi eletti.

Schramm 27/01/15 16:35 - 2417 commenti

I gusti di Schramm

Su Infinysynth si vivono strani giorni, smacchiati a fondo da neuro-lavatrici, impraticabili Gobi a tutto Rad, e ctoni figuri da inorgoglire il più infervorato Barker: il cyberpunk si accasa col più lugubre neogotico in una chiesa postatomica tutta spelonche e sabbia arida; quei discolacci della Fangoria preconizzano l’esistenzialismo dei nuovi barbari, battono sui tempi e sui modi il più giacobino splatterpunk a venire, fotografano il tutto come se stessero coniando nuovi colori, e non lasciano al fruitore un solo frame maleodorante di ordinarietà.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Mco • 20/02/14 19:02
    Scrivano - 9684 interventi
    Per gentile concessione dell'Archivio Privato Mco, la vhs Columbia:

    Ultima modifica: 21/02/14 08:11 da Zender