La seconda moglie

Media utenti
Titolo originale: The second woman
Anno: 1950
Genere: giallo (bianco e nero)
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/06/11 DAL BENEMERITO STEFANIA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stefania 1/06/11 23:35 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Arsenico e altri più sottili veleni: chi è il nemico nascosto che tenta di distruggere la vita di un architetto, sopravvissuto a un incidente che ha ucciso la sua fidanzata? Liquidato da tutti come "paranoico", il giovane trova aiuto in una ragazza innamorata e intraprendente. Emulazione low-budget di Io ti salverò, regia volenterosa ma scialba, il film è inutilmente complicato nella trama ma carente nel gioco della sottrazione di informazioni, fondamentale in questo tipo di storia. Più sentimento che mistero, vivace e arguta la protagonista Betsy Drake.

Ciavazzaro 26/04/17 23:39 - 4766 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Un piano diabolico, con movente la vendetta, ben descritto all'interno di un bel thriller. Il parco dei sospetti è elevato e il colpo di scena finale sull'identità del colpevole veramente notevole. Gli "attentati" compiuti in maniera sottilmente perfetta sono uno più gustoso dell'altro. Molto bella la casa del protagonista. Ottimo cast, a partire da Young (doppiato da Giulio Panicali) fino alla Drake innamorata che cerca il bandolo della matassa. Notevole il finale (specialmente l'inquadratura con la follia che esplode).
MEMORABILE: L'allucinazione finale.

Myvincent 30/04/17 11:05 - 2603 commenti

I gusti di Myvincent

Un uomo sembra circondato da un'aura maledetta, vittima di continue disgrazie come dentro a un maleficio senza fine: ma per fortuna sopraggiungerà una catarsi chiamata amore. Colpisce l'atmosfera rarefatta di magia (sempre in bilico con l'attribuzione di pazzia) che permea l'intera storia, dove il dubbio lacerante si schiude solo sul finire. Ottimo il protagonista, Robert Young, perfetto nel concentrare in sé le più diverse e contrastanti nature dell'animo umano.
MEMORABILE: La lamentosa agonia mortale del cane vigliaccamente avvelenato.

Nicola81 24/10/20 17:58 - 2007 commenti

I gusti di Nicola81

Sorvolando sull'ennesimo sforzo creativo dei titolisti italiani (non solo non c'è nessuna seconda moglie, ma nemmeno la prima), si tratta di un buon giallo costantemente in bilico tra sentimento e follia. L'idea di partenza ha più di un debito con Io ti salverò, e anche se dietro la macchina da presa non abbiamo Hitchcock ma il poco noto James V. Kern, il risultato è persino più soddisfacente, proprio per il minor carico di ambizioni che si traduce in una maggior compattezza narrativa. Non scontata ma onesta l'identità del colpevole, convincente la prova dei due protagonisti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.