La scomparsa di Eleanor Rigby - Lui

Media utenti
Titolo originale: The Disappearance of Eleanor Rigby: Him
Anno: 2013
Genere: drammatico (colore)
Regia: Ned Benson
Note: Primo film della dilogia "La scomparsa di Eleanor Rigby", articolata in "Lui" (2013) e "Lei" (2013) con il successivo riassunto: "Loro" (2014).
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/05/15 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 18/05/15 13:19 - 10150 commenti

I gusti di Daniela

Dopo la morte del figlioletto, lui vorrebbe che le cose tornassero come prima, lei invece intende dare una svolta alla propria vita e per questo lascia il marito, ristoratore di scarso successo in rapporti conflittuali con il proprio padre. Proprio quest'ultima figura, interpretata dal bravo Hinds, è quella più interessante nel primo capitolo di quest'opera che esaurisce la propria originalità nella tripartizione dei punti di vista. La buona confezione e il cast di rilievo non compensano infatti una sceneggiatura abbastanza scontata, poco incisiva.

Galbo 19/05/15 05:53 - 11577 commenti

I gusti di Galbo

Una coppia va in crisi dopo la scomparsa del figlio. La trilogia di Benson si apre con il film realizzato dalla parte di lui. La storia non è originale ma le relazioni tra i personaggi, e la loro caratterizzazione psicologica ne fanno un film curato e ben realizzato. Molto umana e comprensibile la reazione di Conor, altrettanto quella di Eleanor che non può accettare la semplice prosecuzione della relazione di coppia per come è stata fino a quel momento. I due si muovono in una città che sembra ostile nei luoghi e nei personaggi. Non male.

Saintgifts 30/05/15 09:24 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Dedicato a "lui" questo primo lavoro di una trilogia che poi comprenderà lei e loro. Inevitabile che qui si parlerà anche di lei, anzi è lei che sollevando il "problema": sollecita le reazioni di lui, che faticherà a capire e forse non capisce fino in fondo, introducendo il tema della diversità tra i due sessi, irrisolvibile ma indispensabile, proprio per i diversi ruoli che la natura (o se si vuole, Dio) ha loro imposto. Piuttosto ben bilanciato, si capiscono le ragioni di entrambi, anche se è lui a dover rivedere il suo stato e i suoi rapporti.
MEMORABILE: Il confronto tra padre e figlio al ristorante.

Kinodrop 8/04/19 20:30 - 1809 commenti

I gusti di Kinodrop

Un rapporto di coppia reso complicato dalla tragica perdita del figlioletto ed esasperato dalla solita messe di nevrosi personali e sociali, un po' vere ma anche molto costruite e molto letterarie. Anche se la prima parte è "dedicata" a lui, è sempre lei la vera protagonista, che trasforma pesantemente il loro legame mentre lui si adegua. Molto discontinuo tra momenti di buona sceneggiatura e altri che rasentano la stucchevolezza e i tempi della soap opera, con qualche coprotagonista azzeccato, come l'amico chef e il padre di lui. Il cast fa del suo meglio.

Bill Hader HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.