La gabbia

Media utenti
Anno: 1985
Genere: erotico (colore)
Note: Aka: "Collector's Item "; "Dead Fright"; "The Trap"; "La Jaula"; "L'Enchainé"; "Der Käfig". Da un soggetto di Francesco Barilli, sceneggiato anche da Lucio Fulci (che avrebbe dovuto dirigerlo e ne darà una versione pressoché identica con Il Miele del Diavolo).
Numero commenti presenti: 10

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/10/08 DAL BENEMERITO LOVEJOY
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lovejoy 23/10/08 14:30 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Mediocre dramma erotico che tiene desta l'attenzione per la prima mezz'ora ma che poi scade nella noia. Iperdialogato, con una regia anonima di Griffi. Gli interpreti, almeno Musante e la Antonelli, se la cavano con indubbio mestiere. Ma è una pellicola che si fa veramente fatica a seguire fino ai titoli di coda.

Homesick 25/03/11 19:10 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

L’estrinsecazione del malessere esistenziale e della paura della solitudine, accennata nel clima natalizio della prima mezz’ora, si ritrae nella pomposa messa in scena di un malsano rapporto vittima-carnefice e della rivalità tra madre e figlia che ingombrano tutta la seconda parte, tingendosi di un flebile giallo all’approssimarsi dell’epilogo, improvviso e aperto. Un dramma erotico rappresentato da buoni attori, ma che si strascica per la ripetitività delle situazioni e tautologici flashbacks. Musiche di Morricone, con poderoso giro di basso post-punk nel brano dei titoli di testa.

Buiomega71 23/12/11 11:04 - 2282 commenti

I gusti di Buiomega71

Patroni Griffi firma il più morboso e tetragono degli erotici italiani degli anni 80. Cadenze da horror, atmosfere e situazioni polanskiane, musica incalzante di mastro Morricone, una Antonelli sensualissima e completamente folle. Kammerspiel spietato e sanguigno, con flashback che ricordano le tracce argentiane di Tenebre, situazioni che echeggiano L'impero dei sensi e anticipazioni del kinghiano Misery. Più un thriller della follia che un erotico vero e proprio, tra rasoiate, claustrofobia e angoscia. Un piccolo gioiellino sottovalutato.
MEMORABILE: La Antonelli ricopre di uova e salmone la faccia del povero Musante; Il finale aperto che ricorda quello della Casa dalle finestre che ridono.

Daidae 19/03/13 15:33 - 2748 commenti

I gusti di Daidae

Noioso e banalissimo dramma erotico che vorrebbe essere morboso. La confusione regna sovrana, alcune scene sono prevedibili e nonostante l'ottimo cast siamo a livelli di cinema davvero bassi. Non ho mai apprezzato i lavori di questo regista e questa è una delle sue pellicole meno riuscite. Alfin mediocre.

Furetto60 5/07/13 18:49 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Film drammatico erotico condotto quasi del tutto in interni con Musante in forma che purtroppo predica nel deserto in quanto non lo seguono né la Antonelli (e questo non sorprende) né la Bolkan, che appare poco convinta. La vicenda è morbosa e paranoica, tirata troppo per le lunghe e con forzature e incongruenze. Anche il maestro Morricone non offre una prova memorabile.
MEMORABILE: Musante incatenato al letto, permette di essere incatenato ancora (ma allora...).

Beffardo57 4/10/13 22:03 - 262 commenti

I gusti di Beffardo57

Tutto sommato si rivela meno orrendo delle previsioni, pessime. L'ultimo film di Patroni Griffi è quello con minori velleità autoriali e il mestiere del regista (prevalentemente dedito al teatro) si avverte. La coppia Bolkan-Musante è una reminiscenza di Metti una sera a cena, di cui è citata per un attimo la famosa colonna sonora. Laura Antonelli recita male, ma al crepuscolo della sua bellezza oscura comunque l'inguardabile Blanca Marsillach, in seguito protagonista del letale (quello sì) Miele del diavolo di Lucio Fulci.

Lucius 6/05/14 14:57 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

A distanza di diversi anni da Metti una sera a cena Patroni Griffi riesce ancora a sorprendere con un altro grande film, musicato egregiamente dal maestro Morricone. Il Légami nostrano si intitola La gabbia. Ambientato per lo più all'interno di un appartamento borghese mette inscena la follia di una madre e una figlia pazze per lo stesso uomo: un legame indissolubile che traghetta lo spettatore fino al finale spiazzante, che si abbatte come un'accetta a spezzare le catene di un'incubo. Pregno di senso di pericolo, sorprendente quanto a coraggio. Cult.

Gabrius79 27/10/14 00:00 - 1199 commenti

I gusti di Gabrius79

Giuseppe Patroni Griffi è il regista di questo film parzialmente riuscito, a metà fra l'erotico e il drammatico. Il cast nasconde relativamente alcune pecche di sceneggiatura e il migliore risulta essere Tony Musante. Il reparto femminile (Bolkan, Antonelli e Marsillach), infatti, pare che reciti svogliatamente.

Pinhead80 31/03/17 18:00 - 3969 commenti

I gusti di Pinhead80

Il passato torna fragorosamente nel presente di un dongiovanni senza scrupoli per intrappolarlo in una morsa mortale. L'essere umano viene schiacciato dal peso delle proprie pulsioni e condannato all'impossibilità di tenere a sé anche solo il ricordo di quello che fu. Non c'è amore, non c'è sesso; solo rabbia, gelosia, frustrazione che si mescolano insieme creando un cocktail di fiele. La fine di tutto senza un nuovo inizio.

Cotola 12/02/20 21:44 - 7560 commenti

I gusti di Cotola

Quasi più interessante il versante thriller (non male il finale) che quello erotico e ciò, purtroppo, non è un complimento per una pellicola che punta molto sull'aspetto sensuale. La storia non è granché e non dice nulla di nuovo e, tra l'altro, non lo dice bene. Tutto è un po' sottotono: la regia di Patroni Griffi è abbastanza scialba, mentre gli attori deludono, con la Antonelli in testa che recita male. Musante poi non sembra particolarmente in parte. La Marsillach fa le prove per il futuro così come Fulci che cosceneggia e se ne ricorderà, anche lui, ne Il miele del diavolo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Undying • 22/10/08 18:30
    Scrivano - 7630 interventi
    Da un soggetto di Francesco Barilli, particolarmente famoso per la regia di Il Profumo della Signora in Nero e Pensione Paura.

    Cristina Marsillach, di lì a due anni di distanza con una serie di spilloni sotto agli occhi (1987, Opera, Dario Argento) interpreta il ruolo di Marie (Laura Antonelli) da giovane.

    Mentre Blanca Marsillach (nei panni di Jacqueline, la figlia della "predatrice") verrà ripresa da Fulci (Il Miele del Diavolo, 1986, sorta di remake de La Gabbia) per sottolinearne l'appartenenza della sceneggiatura (cui ha, in parte, contribuito) e rivendicarne la mancata direzione (in un primo momento è stato il regista accreditato, poi sostituito da Patroni Griffi).
  • Homevideo Undying • 9/03/09 19:59
    Scrivano - 7630 interventi
    Chissà se lo sapesse Fulci, che l'edizione digitale tedesca X Rated riporta, sulla custodia:
    LUCIO FULCI
    präsentiert

    Comunque il DVD presenta anche la traccia audio italiana ed è proposto nel formato 1.66:1

    Sotto: cover del DVD X Rated
    Ultima modifica: 10/03/09 04:02 da Undying
  • Homevideo Digital • 30/10/11 18:52
    Segretario - 3038 interventi
    Dvd della General Video disponibile dal 11/01/2012.



    Dati Tecnici :

    Audio : Italiano Dolby Digital 2.0
    Rapporto Schermo : 1.85:1

    Spero che si veda meglio del dvd tedesco della x-rated!
  • Homevideo Lucius • 6/05/14 21:30
    Scrivano - 8319 interventi
    Immagine al min. 46:48 del dvd targato Emi Film.
    Non restaurato, con qualche problema d'audio:

    Ultima modifica: 6/05/14 21:31 da Lucius
  • Homevideo Buiomega71 • 6/05/14 21:32
    Pianificazione e progetti - 22015 interventi
    La vhs Deltavideo dura esattamente: 1h, 37m e 23s
  • Homevideo Ciavazzaro • 6/05/14 22:15
    Scrivano - 5604 interventi
    Ma secondo voi quale è il dvd migliore del film come qualità (perché ahimè dal quel che vedo zero extra in ogni versione).
    Poi questo titolo mi intriga non poco,ed è nella lista delle mie visioni da un po'.
  • Homevideo Icaroblu • 6/05/14 23:52
    Disoccupato - 106 interventi
    Cava . Posso lasciarti la mia mail?
  • Curiosità Zender • 25/06/17 15:57
    Consigliere - 43612 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film: