La domenica specialmente

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1991
Genere: commedia (colore)
Note: Episodi: "Il cane blu" (Tornatore), "La neve sul fuoco" (Giordana), "La domenica specialmente" (Bertolucci), "Le chiese di legno" (Barilli)
Numero commenti presenti: 7
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/08/06 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 20/12/09 09:23 - 11314 commenti

I gusti di Galbo

Tratto da un volume di racconti di Tonino Guerra, è un film a episodi diretti da registi con diversa sensibilità. Il risultato è altalenante. L'episodio migliore è senza dubbio quello diretto da Giordana che rende bene il misto di malinconia e sensualità del racconto, aiutato da una suggestiva messa in scena e da una convincente interpretazione degli attori. Discreto anche l'episodio di Tornatore con un bravo Noiret. Meno riusciti e più pretenziosi gli altri segmenti.

Skinner 24/12/09 01:48 - 593 commenti

I gusti di Skinner

L'unico episodio che resta impresso è quello di Giordana, soprattutto in virtù di una intensa e sensibile interpretazione di Maddalena Fellini e di un'ottima messa in scena che rende bene lo spirito poetico della storia. Il resto degli episodi è discreto, sempre molto à la Guerra, ma non tocca gli stessi livelli di suggestione. Comunque promosso.

Giùan 22/06/11 16:21 - 2878 commenti

I gusti di Giùan

Tardo epigono di un genere, il film ad episodi, che già in Italia ha avuto pochi precedenti illustri... figuriamoci poi se ci si picca a farne un racconto "d'autore". I lunari eppur terrigni bozzetti di Tonino Guerra fanno da filo conduttore ai vari inserti: riuscito (e una volta tanto "piccino") quello di Tornatore con Noiret che fa a gara di bravura con un cane; molto bello quello di Giordana, in equilibrio tra delicatezza e morbosità; inerti e pretenziosi quelli di Bertolucci jr e Barilli.

Metuant 9/07/11 22:48 - 454 commenti

I gusti di Metuant

Strano, inusuale film a episodi diretto a otto mani tratto da un libro di racconti; difficile da giudicare, in quanto le storie sono diseguali e surreali. L'episodio del cane è forse il migliore, con un Noiret in gran spolvero; molto malinconico quello con la Caselli e Marescotti; inconcludente quello con la Muti; fin troppo surreale e semi incomprensibile l'ultimo con Bustric; non malaccio quello di contorno con gli uccelli. Buon cast, ma poco brio.
MEMORABILE: Le espressioni del cane blu; l'intero cast sulla spiaggia di Rimini nel pre-finale.

Vitgar 7/07/14 23:36 - 586 commenti

I gusti di Vitgar

Come tutti i film a episodi è difficile da metabolizzare, anche perché nello specifico manca un reale filo conduttore. Restano di sicuro buone intuizioni, ottime scenografie, un senso di sospensione generale che in un certo senso affascina. Nulla da dire sull'ottimo cast a disposizione.

Noodles 28/06/19 15:57 - 789 commenti

I gusti di Noodles

Film a episodi tratto da un libro di racconti di Tonino Guerra. I suoi amati scenari romagnoli fanno da cornice a quattro episodi, non tutti riusciti. Se quelli di Tornatore e di Giordana sono estremamente interessanti per significato, fotografia e atmosfere, il terzo di Giuseppe Bertolucci ha un che di incompleto, mentre quello di Barilli è inutile e pretenzioso, andando inoltre ad allungare la pellicola, che se avesse avuto solo i primi due episodi, magari allungati, sarebbe stata ottima.

Maxx g 17/07/19 15:41 - 491 commenti

I gusti di Maxx g

Film a episodi diretto da vari registi, venne penalizzato nella stagione 91-92 da una distribuzione in tono minore, schiacciato da vari colossi, anche del cinema di casa nostra. L'episodio sicuramente migliore è "Il cane blu", mentre negli altri due episodi l'impressione è che ci sia qualcosa di non riuscito, malgrado l'impegno della Muti e della Caselli. Il quarto è surreale, di stampo felliniano, ma lascia veramente nulla, eccetto lo spettacolo delle chiese sull'acqua. Merita una visione ma di certo si poteva far meglio.
MEMORABILE: Il finale dell'episodio "Il cane blu"; Il nudo di spalle della Muti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Saimo • 15/06/13 12:06
    Disoccupato - 224 interventi
    La RHV, oltre a pubblicare il film in DVD, ha reso disponibile gratuitamente l'episodio di Bertolucci su youtube: http://youtu.be/4ed72nc6eLg
  • Curiosità Mauro • 9/03/20 10:57
    Disoccupato - 9510 interventi
    Oltre ai 4 episodi principali dei quali si compone il film, i quattro indicati nella scheda di questo film e riportati anche da wikipedia e Coming Soon, ce ne sono altri due brevissimi, che si vedono all'inizio del film e anche nei titoli di coda sono segnalati in apertura, separati da tutti gli altri. Il primo si intitola “L’uomo degli uccellini” (Giuseppe Bertolucci) e il secondo “Il Casanova del Marecchia” (Francesco Barilli). Quest'ultimo fa idealmente da prologo al film perché alla fine il protagonista dell'episodio (Sergio Bini Bustric) dice che da quelle parti si raccontano un sacco di storie d'amore, attorno alle quale vertono gli episodi principali, che iniziano subito dopo. https://www.youtube.com/watch?v=qxWSyfOArBw&t=3956s
  • Discussione Mauro • 11/03/20 14:35
    Disoccupato - 9510 interventi
    Sergio Bini Bustric è doppiato da Maurizio Ferrini