LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/02/16 DAL BENEMERITO CAPANNELLE
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Nando 12/01/17 13:05 - 3453 commenti

I gusti di Nando

La vita di Joy Mangano self-woman americana fatta di alti e bassi che alla fine, nonostante una catastrofica famiglia, otterrà un planetario successo. La Lawrence si mostra oramai attrice di razza capace di impersonificarsi nella figura della protagonista, odioso De Niro mentre è accattivante Cooper. Nel complesso una pellicola di cui si conosce lo sviluppo e che rappresenta un prodotto che punta al sogno statunitense.

Piero68 11/01/17 14:22 - 2750 commenti

I gusti di Piero68

Dopo Il lato positivo e American hustle David O. Russel rimette insieme Cooper, De Niro e la Lawrence, evidentemente suoi attori feticcio. Guardando alla reale inventrice del mocio e di tanti altri gadget per la cura della casa, Joy chiude questa sorta di trilogia ispirata, seppur per aspetti e tagli diversi negli altri due film, al sogno americano e alla possibilità di riscatto delle persone in terra d'America. Leggermente sotto la media la performance della Lawrence e pochi guizzi in questa sorta di biografia formato famiglia.

Capannelle 4/02/16 08:52 - 3689 commenti

I gusti di Capannelle

Dalla Joy inventrice del mocio miracoloso (e che scopre la potenza delle tv commerciali) un biopic che vorrebbe essere pieno di energia ma è arruffone nella prima parte e si conclude con accenti da fiaba disneyana. Come storia è piacevole, la Lawrence fa un gran bel lavoro e parte del cast la segue; però alla scrittura si vede che ci hanno lavorato troppe persone e sa un po' di finto nel disegnare la protagonista di questo ennesimo american dream.

Daniela 5/02/16 16:30 - 9089 commenti

I gusti di Daniela

Divorziata, con 2 figli, un mutuo, una famiglia scombinata, Cenerentola talentuosa cerca di affrancarsi dalla scopa della casalinga disperata inventando uno spazzolone che, grazie alla magia dell'etere tv, compie il miracolo di trasformarla in una businesswoman di successo. Ma di quante lacrime amare è intriso il suo mocio... Lawrence è brava ma la sua Joy è una santa, non di una donna vera: troppo paziente nei confronti di madre rincitrullita catodica, babbo inaffidabile con amante proterva, sorella da sbattere al muro. Alla fine lei rischia la canonizzazione, mentre il film sa di fasullo.

Ultimo 7/02/16 12:15 - 1336 commenti

I gusti di Ultimo

Una convincente Jennifer Lawrence è l'elemento cardine del film: il suo personaggio di casalinga con mille problemi familiari è fin troppo stereotipato e, a dirla tutta, a tratti poco realistico; ma dal momento dell'intuizione per la creazione della "magica scopa" il film prende vita e mantiene un buon ritmo fino allo scontato finale. Convince meno il resto del cast: De Niro fa pochino, Bradley Cooper recita una parte che avrebbe meritato più spazio. Non male, nel complesso.

Saintgifts 8/02/16 10:50 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Russell riesce a suscitare entusiasmo quando la televendita fatta da Joy sortisce l'effetto voluto con migliaia di chiamate, ma per raggiungere questo punto deve esagerare di molto i toni preparatori. La vita di Joy (una Lawrence convincente), raccontata dalla nonna, è troppo piena di "sfighe" che però si dissolvono come neve al sole, anche se la neve sembra una montagna insormontabile dando a tutto il lavoro un aspetto di favola (che andrebbe anche bene se si fosse puntato sull'ironia generale, piuttosto che su una serietà realistica).

Xamini 14/02/16 00:56 - 991 commenti

I gusti di Xamini

Abbiamo un'altra vittima della famigerata epidemia "trailer ben confezionato". Sulla lunghezza dell'intera proiezione, Joy lascia un po' il vuoto e si accasa nella categoria dei film dimenticabili. Questo nonostante una bella Jennifer Lawrence, di nuovo tra le mani di Russell, che firma una regia niente affatto grama. Nonostante anche qualche ammiccamento ironico che parrebbe scritto dai Coen. Il problema è proprio tutto il resto: non impatta.

Cotola 27/02/16 00:46 - 7402 commenti

I gusti di Cotola

Siamo più dalle parti della favoletta che del biografico. Perché se è vero che Joy è veramente esistita è anche vero che assomiglia più ad una santa che ad una donna vera e che la vita reale è altrove. Per il resto è il solito film sull'american dream che fornisce a tutti la possibilità di ottenere successo e bla bla bla. Sotto certi aspetti banale e per certi versi deprimente ma il ritmo non è malvagio, qualche momento divertente c'è e la Lawrence è bravissima. De Niro, incredibile ma vero, per una volta non esagera.

Galbo 23/06/16 05:43 - 11310 commenti

I gusti di Galbo

Tra le varie declinazioni possibili del "sogno americano", la vicenda dell'inventrice del mocho. David O. Russell ne trae una pellicola abbastanza godibile, che avrebbe tuttavia giovato di una maggiore sintesi, essendo alcune sequenze non esattamente fondamentali. Decisiva la presenza della carismatica Lawrence attorniata da un cast di tutto rispetto, a partire da De Niro, che ormai produce performance degne del suo passato solo grazie al regista di questa pellicola. Ottima anche la prova di Edgard Ramirez.

Pinhead80 3/01/17 12:14 - 3830 commenti

I gusti di Pinhead80

Una donna abituata a dover contare solo ed esclusivamente sulle proprie forze, decide di dare una svolta alla propria esistenza dando vita a una sua invenzione. Il film regge molto bene fino a quando si tratta di analizzare i controversi e contorti rapporti familiari, mentre cala alla distanza una volta che prende il via il discorso relativo all'invenzione. In definitiva si può affermare che mentre la parte drammatica ha una vera e propria presa sul pubblico, la seconda, più scontata, non riesce ad avere la stessa resa.

Didda23 10/01/17 16:11 - 2280 commenti

I gusti di Didda23

De Niro deve continuare a ringraziare David O. Russell, perché pare l'unico regista in grado di fargli fare una bella figura in questa fase finale di una carriera meravigliosa. L'opera ha una confezione lussuosa con una regia abile nel disegno delle inquadrature che è letteralmente sprecata per una sceneggiatura che si poggia su uno dei soggetti meno interessanti visti negli ultimi anni. Tutto ordinato e carino, con una Lawrence attrice di rara bravura, ma vuoto e poco avvincente. Rispetto alla storia vera le parti melodrammatiche sono accentuate.
MEMORABILE: Le invenzioni da bambina; Il rapporto fra la Lawrence e il marito musicista; De Niro-Rossellini.

Thedude94 20/03/17 00:37 - 519 commenti

I gusti di Thedude94

Questa storia di una casalinga comune, che ha una famiglia disastrata e che vive con la speranza di poter realizzare appieno i suoi sogni, è raccontata in maniera troppo scontata e senza particolari momenti di tensione. Si salvano l'ottimo cast, capitanato dalla Lawrence e i dialoghi, sempre interessanti, durante le riunioni di famiglia/lavoro. Invecchiati de Niro e la Rossellini, superfluo Cooper. Niente di trascendentale neanche dal punto di vista registico, con qualche flashback qua e là tra passato e futuro prossimo.

Enzus79 7/01/20 23:07 - 1734 commenti

I gusti di Enzus79

Basato sulla vera storia di Joy Mangano, inventrice della Miracle Mop: da madre divorziata diventa imprenditrice di successo. Non siamo dinanzi a un film che spiazza, dato che la trama è piuttosto "piatta", con pochi personaggi di contorno interessanti. Jennifer Lawrence si dimostra proprio un'ottima attrice. Comunque David O. Russell ha fatto di meglio.
MEMORABILE: Il discorso di De Niro al matrimonio della figlia.

Lou 16/01/20 18:36 - 934 commenti

I gusti di Lou

Punti di forza del film di Russell sono sicuramente un buon ritmo e una cura attenta dell’immagine, che vede al centro l’attraente figura della Lawrence, vero talento espressivo. Per il resto, il soggetto non risulta particolarmente originale, riferendosi al vero caso di Joy Mangano, casalinga che brevetta un rivoluzionario mocio per le pulizie: l'ennesimo esempio dell’american dream.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.