LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/03/12 DAL BENEMERITO DIDDA23
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Didda23 9/03/12 12:03 - 2287 commenti

I gusti di Didda23

Coppia borghese in crisi d'identità sperimenta il brivido delle relazioni extraconiugali dando sfogo alle proprie fantasie sessuali. Bugnatelli dirige un film manifesto dello strusciamento sfrenato privo di atto sessuale: in effetti durante tutta la durata non si arriva mai al dunque e gli stucchevoli preliminari durano in eterno. Trascurando l'infimo tasso tecnico della pellicola, la pacchiana sceneggiatura propone dialoghi ai limiti dell'assurdo. Nonostante qualche buon proposito non si crea mai l'atmosfera languida che il tema meriterebbe.

Panza 19/03/20 20:48 - 1493 commenti

I gusti di Panza

Sgangherato erotico che non pigia il pedale sulla sensualità, puntando unicamente sul déshabillé senza mai mostrare l'amplesso vero e proprio: nulla di particolarmente coinvolgente, se non fosse per una scena con Barbarella in un fienile. Perdipiù tali momenti sono malamente assemblati all'interno di una banale storiella che accenna uno stucchevole colpo di scena nell'ultima mezz'ora. Incredibili i tentativi di allungare il più possibile la durata e il labiale sempre diverso dal doppiaggio. Musiche allucinanti, talvolta persino fuori contesto.
MEMORABILE: "Fra' cazzo da Velletri"; "Mi ricordi certe pubblicità fin de siècle".

Herrkinski 13/09/20 17:03 - 5125 commenti

I gusti di Herrkinski

Ideale da vedere in double-bill con Racconto immorale (di cui ricicla anche qualche breve sequenza), il film di Bugnatelli regala soddisfazioni all'amante del cinema trash; una storia di corna con puntate nel feticismo per l'intimo caratterizzato dall'assenza di veri e propri rapporti sessuali (solo lunghi strusciamenti coi vestiti o scene sotto le lenzuola), seppur con molti nudi delle varie attrici. Tra drammi e frustrazioni, si giunge a un finale senza senso che regala momenti d'ilarità notevoli. Girato interamente tra desolati locali e acquafan di Corbetta e Magenta.
MEMORABILE: "Mi ricordi una pubblicità fin du siecle"; "Sono stati costretti da droghe"; Il finale all'acquafan desolato con le "panke" (punk).

Markus 13/09/20 18:03 - 3294 commenti

I gusti di Markus

Campionario di scene erotiche girate alla moda del soft erotico di serie Z, che sul finire degli Anni '80 e l'inizio dei '90 furoreggiava nell'home video. Ci troviamo di fronte a un'operazione poverella che propina allo spettatore una serie di improbabili situazioni sexy. Virna Bonino (Barbarella) ci dà del suo; un po' più impacciate Alma Lo Moro (ex "Ragazza Cin Cin") e soprattutto Tamara Rampazzi, che sciorinano le classiche gambe velatissime. Si respira un'aria malsana di depravazione di provincia e in tal senso è forse un film "riuscito".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Quidtum • 28/02/15 18:00
    Servizio caffè - 2188 interventi
    Noto (si fa per dire) anche come "Diario segreto di un feticista", ecco la magnifica rititolazione elettronica

    Ultima modifica: 1/03/15 09:19 da Zender
  • Discussione Buiomega71 • 1/03/15 10:14
    Pianificazione e progetti - 21891 interventi
    Quidtum ebbe a dire:
    Noto (si fa per dire) anche come "Diario segreto di un feticista", ecco la magnifica rititolazione elettronica



    Sì, Quindtum, ho visto che gira su E Bay

    http://www.ebay.it/itm/231271056033?ssPageName=STRK:MEWAX:IT&_trksid=p3984.m1423.l2648

    Il titolo mi aveva intrippato (per ovvie ragioni)

    Poi, facendo alcune ricerche incrociate, ho scoperto che si trattava del filmaccio di Bugnatelli...Ahimè
  • Discussione Lucius • 10/03/16 09:32
    Scrivano - 8326 interventi
    Nel cast Alma Lo Moro, una delle poche italiane fra le ragazze di tutte le edizioni di Colpo Grosso, è stata portafortuna col simbolo del quadrifoglio e successivamente Cin Cin col mirtillo.