Il rapinatore - Film (2010)

Il rapinatore
Media utenti
Titolo originale: Der Räuber
Anno: 2010
Genere: drammatico (colore)
Note: Basato sulla storia del criminale austriaco Johann Kastenberger.

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/02/14 DAL BENEMERITO RUBER
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ruber 17/02/14 18:07 - 702 commenti

I gusti di Ruber

Vita e morte del più famoso criminale in terra austriaca, che sfruttava la sue eccelse doti fisiche per compiere rapine e crimini a tutto spiano. La sceneggiatura non si basa tanto sull'aspetto biografico del criminale ma più che altro sulla sua sagacia e furbizia nel compiere crimini e sulle follie che lo portarono a compierle. Il protagonista Lust si muove bene e anche atleticamente si avvicina davvero al reale personaggio; ben sviluppata anche la storia con la Erika sua assistente sociale. Buoni momenti di tensione.

Nando 19/02/14 12:45 - 3802 commenti

I gusti di Nando

Ispirato da una storia vera, il film evidenzia una certa rarefazione narrativa in cui l'astuzia del protagonista è ben evidenziata. Lievemente psichedelico nella seconda parte, tuttavia appare una pellicola discreta in cui anche il lato sentimentale è giustamente tratteggiato. Appropriati gli interpreti.

Daniela 17/11/15 16:10 - 12577 commenti

I gusti di Daniela

Dopo esser uscito dal carcere dove non ha mai smesso di allenarsi, Johann vince una importante maratona. E' l'inizio di una doppia vita in cui ai successi sportivi si alternano rapine in banca in cui mette a frutto le sue abilità nella corsa per evitare l'arresto... Ispirandosi a fatti di cronaca, il regista austriaco sceglie un tono semi-documentaristico che, piuttosto efficace nelle scene in movimento, risulta però troppo freddo e distante in quelle di approfondimento psicologico del personaggio, uomo rabbioso perennemente in fuga. Risultato non privo di interesse ma con poche emozioni.
MEMORABILE: L'assassinio della guardia, brutale e senza alcuna motivazione

Kinodrop 25/10/16 23:07 - 2886 commenti

I gusti di Kinodrop

Johann, condannato per rapina, una volta uscito di prigione riprende con ostinazione la sua vita criminosa grazie anche alle doti atletiche che gli permettono di dribblare le forze dell'ordine e di evitare la cattura. Veramente notevole la tecnica narrativa, sempre più serrata e senza tregua, ansiogena e coinvolgente. Efficace Lust nel rendere credibile la psicologia compulsiva delle azioni e dell'impermeabilità emotiva del protagonista. Anche se tratto da una storia vera, non perde di forza e autenticità filmica. Da non sottovalutare.
MEMORABILE: Gli allenamenti e la maratona; La fuga dal commissariato; La caccia all'uomo tra i boschi viennesi.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina L'agguato - Ghosts from the pastSpazio vuotoLocandina Puccini e la fanciullaSpazio vuotoLocandina La ballata della sedia elettricaSpazio vuotoLocandina Code Blue
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.