LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/03/10 DAL BENEMERITO UOMOOCCHIO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Uomoocchio 3/03/10 17:16 - 40 commenti

I gusti di Uomoocchio

Lento, noiosissimo, probabilmente già vecchio all'epoca in cui fu girato. Pieno di simbolismi astrusi e dai dialoghi ridicoli ("Tremi, hai freddo?", "No, tremo perché ti amo") che vorrebbero, forse, significare la fine degli ideali rivoluzionari. Letale per la carriera della Rossellini e di Marconi. Non stupisce che Nanni Moretti, dovendovi partecipare come attore, sia invece scappato pochi giorni dopo l'inizio delle riprese.
MEMORABILE: "Non potrò mai odiare un uomo che mi sorride così".

Pigro 4/12/12 09:48 - 7816 commenti

I gusti di Pigro

La confusione dei tre giovani protagonisti, incerti tra normalizzazione sociale nell’imminente riflusso e ultimi barlumi di utopie (artistiche o comunitarie) e coinvolti in un insolubile legame a tre, è direttamente proporzionale alla confusione degli autori, che steccano su tutti i fronti: soggetto pretenzioso, sceneggiatura farraginosa, dialoghi pomposi o ridicoli, regia soporifera o imbarazzante (la favola medievale del pifferaio), attori osceni. E sorvoliamo sulla Rossellini che al cinema guarda Germania anno zero: pateticamente retorico.

Daniela 14/08/20 04:56 - 9501 commenti

I gusti di Daniela

Eugenia ha un legame con Enzo ma quando incontra Giovanni si sente attratta anche da lui... Imbevuto dalle utopie e dalle disillusioni della fine degli anni '70, un triangolo sentimentale che si prende tremendamente sul serio, pesante alla visione e a tratti anche irritante nella sua vacuità ammantata da pretese autoriali. Poco da salvare, a parte fornire un'occasione per ammirare San Gimignano: modeste le prove dei giovani attori, sotto tono la colonna sonora di Morricone, fuori luogo il richiamo allo smarrimento post-bellico raccontato da Roberto Rossellini. Film uggioso.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Buiomega71 • 22/04/13 09:27
    Pianificazione e progetti - 21992 interventi
    Da noi e scomparso da tempo. Ma per chi fosse interessato al bel film dei Taviani c'è il dvd tedesco della StudioCanal, con audio italiano (1.0)

    http://www.amazon.it/gp/product/B000PKHW3S/ref=ox_sc_act_image_1?ie=UTF8&psc=1&smid=A11IL2PNWYJU7H
  • Discussione Mauro • 4/12/13 09:10
    Disoccupato - 9536 interventi
    DA SPOSTARE IN CURIOSITA'

    Il film che Eugenia va a vedere al cinema dopo aver chiesto il permesso di uscire prima dal lavoro è Germania anno zero, il cui regista è Roberto Rossellini, padre dell'attrice che interpreta la donna, Isabella Rossellini.
    Ultima modifica: 4/12/13 09:10 da Mauro
  • Curiosità Mauro • 4/12/13 11:48
    Disoccupato - 9536 interventi
    Il padre del protagonista del film si chiama Sergio ma sull'atto notarile di compravendita della casa colonica che l'uomo possiede in Toscana il suo nome è diventato Giulio. La prima curiosità (errore a parte) è che Giulio è in realtà il nome proprio dell'attore che lo interpreta (Giulio Brogi). La seconda curiosità riguarda il cognome riportato sull'atto, De Negri: è quello del produttore del film, Giuliani G. De Negri.