Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Non più un film sulla morte di un presidente (JFK) ma un film sulla vita, di un presidente. E proprio sulla vita di quel Richard Nixon che nel 1960 venne sconfitto da Kennedy, si ritirò dalla vita politica (per volere della moglie) per poi ripresentarsi sul palcoscenico contro un altro Kennedy (Bob) alle presidenziali del 1968. Finì come tutti sanno, con l'assassinio del secondo Kennedy e l'elezione di Nixon (riconfermato nel 1972). Sono gli anni delle guerre in Vietnam e Cambogia, delle rivolte studentesche, gli anni dei trionfi diplomatici di Kissinger e del riavvicinamento alla Russia. Nel film fiume...Leggi tutto di Oliver Stone (tre ore nette!) sono avvenimenti che si rivivono attraverso un abile mix di ricostruzioni e filmati di repertorio, perfettamente coagulati grazie a un montaggio esemplare e al solito gran lavoro sulla fotografia. Anthony Hopkins (che pure a Nixon non assomiglia affatto) offre una performance di altissimo livello, il resto del cast (ricco di nomi celebri, anche se non certo come in JFK) è diretto magnificamente e l'enorme mole di informazioni inserita nella sceneggiatura dà un grande valore storico al film, che ripercorre gli anni di Nixon dalla sfida persa con Kennedy fino al celebre scandalo Watergate che costrinse il presidente alle dimissioni anticipate il 3 agosto 1974. La personalità complessa di Nixon emerge in tutta la sua tragicità e le sue contraddizioni, il ritmo è incalzante e Stone dimostra ancora una volta che il cinema politico è l'ambito che più gli si addice. Da vedere.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/08/06 DAL DAVINOTTI
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lovejoy 23/02/08 00:54 - 1823 commenti

I gusti di Lovejoy

Insieme a Jfk la migliore pellicola di Stone. Ricostruzione ad hoc sulla vita del più controverso Presidente degli Stati Uniti dell'era moderna. Sceneggiatura di ferro, dove si ricostruiscono gli anni della tormentata presidenza e il rovinoso crollo sotto i colpi dello scandalo Watergate. Bella regia, nervosa, scattante di Stone e montaggio una volta di più sublime. Cast da brividi con un Anthony Hopkins da Oscar e comprimari del calibro di Paul Sorvino, James Woods, Powers Boothe, il compianto J. T. Walsh e Larry "Jr" Hagman.
MEMORABILE: Nixon davanti ad un ritratto di John Kennedy mormora "Guardano te e vorrebbero essere come te. Guardano me e vedono come sono."

Galbo 24/02/08 20:17 - 12438 commenti

I gusti di Galbo

Monumentale ricostruzione di una parte della vita di uno dei più controversi presidenti americani, si rivela un film perfettamente nelle corde del regista Stone che ricostruisce la storia con la meticolosità di un'inchiesta giornalista ricca di dettagli e discretamente (non sempre) equilibrata (il punto di vista è spesso francamente critico). Basato su un'ottima sceneggiatura il film vede nei panni del protagonista un ottimo Hopkins efficacemente affiancato dalla Allen nei panni della moglie del protagonista.

Capannelle 24/08/10 14:39 - 4438 commenti

I gusti di Capannelle

La mano di Stone nobilita alcuni passaggi del film, interessando lo spettatore e facendogli venire più di un brivido lungo la schiena (vedi i frequenti dialoghi con la cricca di sostenitori o con il suo staff per decidere le strategie politiche). Allo stesso tempo carica le tre ore di troppe informazioni e nell'ultima ora, quella del declino di Nixon, perde vigore. L'atteggiamento prevalente è umano e compassionevole con un presidente "fobico" e improvvisamente scaricato da tutti. Cast notevole e ben utilizzato.
MEMORABILE: La scena in cui Hoskins promette a Hopkins l'appoggio alla sua candidatura (alla corsa dei cavalli).

Tnex 7/12/10 21:28 - 62 commenti

I gusti di Tnex

Tra i migliori, forse il miglior Stone di sempre. L'epopea di 40 anni di storia americana attraverso la vita del suo presidente più discusso. Un grande Hopkins che riesce ad interpretare magistralmente la tragica figura di Nixon, i suoi complessi, le sue invidie, i suoi demoni, le sue debolezze. Bravi anche i numerosi comprimari, da James Woods (identico al vero Haldeman) a Joan Allen-Pat Nixon. Dopo tre ore rimane un dilemma: ma Nixon fu davvero peggio di tutti gli altri?

Paruzzo 9/12/10 17:20 - 140 commenti

I gusti di Paruzzo

Ottima ricostruzione della vita di quello che è stato forse il presidente degli USA più controverso (almeno nel XX secolo) ovvero Richard Nixon, interpretato da un grandissimo Anthony Hopkins, che mette in risalto le diverse sfaccettature della personalità del personaggio. Si sente la mano di Stone in uno dei suoi ultimi grandi film, che si avvicina al livello di JFK, con lo stesso stile da inchiesta giornalistica ma senza la presunzione di riuscire a dare un giudizio unico e definitivo.

Belfagor 30/08/12 13:46 - 2691 commenti

I gusti di Belfagor

Vita, morte e "miracoli" di Richard Nixon, meschino e volgare protagonista di eventi molto più grandi di lui. Hopkins recita in negativo per evidenziare la sgradevolezza del presidente, risultando decisamente più inquietante del dottor Lecter, mentre la regia di Stone, per quanto cupa, evita quasi sempre i toni troppo elevati da tragedia. Il problema, tuttavia, è che la ricostruzione include troppo dramma shakespeariano e troppa poca analisi politica: Nixon viene messo alla gogna, ma il sistema che l'ha generato ne esce con poche scalfiture.

Didda23 20/10/12 20:09 - 2432 commenti

I gusti di Didda23

Straordinaria ricostruzione storica di un'ispiratissimo Stone, l'opera eleva all'ennesima potenza la bravura di Stone come narratore, poichè riesce a far incollare lo spettatore alla poltrona nonostante la durata titanica. Regia puntuale e descrittiva che sa essere onirica nella parte che anticipa tutta l'ultima parte con delle inquadrature che sfiorano il genere horror. Incredibili e fotografati come Dio comanda i flashback che ritraggono Nixon nell'infanzia. Ottima scelta quella di analizzare quasi esclusivamente la politica estera (del resto c'era quel volpone di Kissinger). Ottimo il cast.

Piero68 22/01/13 09:31 - 2961 commenti

I gusti di Piero68

Ancora una volta Stone si cimenta con un film ambientato negli anni 60-70 che cerca di scavare nella storia politica del suo Paese. Peccato che gli riesca solo a tratti, visto che la complessità e l'ampiezza degli argomenti da trattare gli impongono scelte precise, purtroppo non sempre idovinate. Cast ricco di star e regia senza dubbio impeccabile. Ma al di là dell'indubbia confezione del film e della magistrale bravura di Hopkins resta il fatto che la pellicola risulta di difficile comprensione, per chi non ha un minimo di conoscenza dei fatti trattati.

Yamagong 9/02/13 22:19 - 274 commenti

I gusti di Yamagong

Lascia a dir poco con l'amaro in bocca questa colossale opera che si propone di raccontare in ben tre ore, per filo e per segno, la vita di Richard Nixon (rimasto negli annalli perlopiù per via dello scandalo Watergate). Stone fa un lavoro certosino nella ricostruzione storica e politica, così come dettagliato è il ritratto del lato emotivo e psicologico del presidente. Ma come un palazzone squadrato, il film, tecnicamente perfetto, manca del tutto di anima. Freddo e asettico, salvo qualche isolato guizzo. Un po' svogliato Hopkins, ma bravo.

Vito 9/06/16 12:51 - 695 commenti

I gusti di Vito

Stone confeziona un film lirico e bellissimo (ma anche violento e brutale) su una delle figure più controverse della storia americana: Richard Nixon. Sulla sua ascesa al potere lastricata di cadaveri fino allo scandalo Watergate. Hopkins si impegna al massimo donando al protagonista un'umanità commovente; perfetti anche la Allen, Woods, Hoskins, Sorvino e Harris che fa Howard Hunt. La regia è magnifica come sempre: Stone utilizza flashback, filmati d'archivio, inserti subliminali e montaggio onirico e anarcoide. Epico.
MEMORABILE: Il dialogo tra Ehrlichman e Haldeman sulla reale natura del presidente Nixon.

Anthony Hopkins HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina King LearSpazio vuotoLocandina Audrey RoseSpazio vuotoLocandina MagicSpazio vuotoLocandina The elephant man

Magi94 26/10/17 13:44 - 956 commenti

I gusti di Magi94

Sulla carta dovrebbe essere un film d'inchiesta, ma Oliver Stone com'è suo solito lo trasforma in un grande circo che segue fedelmente gli avvenimenti storici. Quello che forse è più encomiabile è proprio l'intento didattico: date le tre ore si riescono a ripercorrere con cura tutti gli avvenimenti della vita di Nixon, passo dopo passo. Ma le incursioni gratuite sulla famiglia disturbano, gli scrupoli del presidente vengono mostrati con stucchevolezza e soprattutto nel finale annoiano: il vero cinema avrebbe evitato il didascalismo.

Minitina80 12/01/18 22:01 - 2992 commenti

I gusti di Minitina80

Nei confronti di un’opera del genere le aspettative non sono basse e Stone riesce solo parzialmente a soddisfarle. Non convince appieno sull’analisi politica non riuscendo a dargli un taglio realmente interessante a causa di approccio abbastanza didascalico e poco stimolante. Ragion per cui è facile disconnettersi e perdersi nelle tre ore in cui trovano ampio spazio parentesi legate alla vita privata, alcune delle quali superflue. Alla fine permane un senso di inconcludenza e il giudizio su Nixon non viene smosso in alcuna direzione.

Puppigallo 28/05/21 13:13 - 5318 commenti

I gusti di Puppigallo

Stone realizza un' opera piuttosto elefantiaca - considerata anche la mole di materiale a disposizione - ma comunque convincente su una figura tra il grigio e il nero profondo. Bravo Hopkins Nixon ("Lui è la tenebra"), ma anche chi gli ruota attorno, soprattutto tra i suoi stretti collaboratori. Arranca un po' qua e là e il minutaggio si fa sentire, ma nel complesso è una pellicola riuscita e meritevole di visione, che dimostra quante inquietanti zone d'ombra esistano nella politica.
MEMORABILE: "Cane fedele"; "Il tuo culo resta qui Henry a bruciarsi assieme a quello di tutti gli altri"; L'inizio della paranoia da tutti contro di me.

Paulaster 4/05/22 09:42 - 4494 commenti

I gusti di Paulaster

Analisi approfondita della figura di Nixon e dei lati oscuri della sua politica. La durata extralarge serve per documentare anche i piccoli particolari con lo staff, la famiglia e i risvolti del Watergate. Stone è meticoloso nelle finte ricostruzioni dell'epoca ma tende ad esagerare nell'ultima parte in cui il protagonista sembra un tragico teatrante. Anche i ricordi onirici della madre sembrano fuori luogo. Hopkins è meglio quando è misurato, anche se tende sempre ad accentuare la mimica.
MEMORABILE: Le critiche della studentessa; Il bombardamento della Cambogia; Gli omissis alle trascrizioni.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.