French kiss - Film (1995)

French kiss

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/12/07 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 31/12/07 07:26 - 12422 commenti

I gusti di Galbo

Una ragazza americana in trasferta in Europa per "recuperare" il fidanzato innamorato di una francese, incontra un simpatico ladro di gioielli. Graziosa commedia diretta da un regista versatile che è passato dai western (Silverado) ai noir (Brivido caldo) e si trova a suo agio con una storia brillante, ben scritta e diretta con brio, anche con il concorso di location affascinanti che rendono la storia più vivace. Molto simpatici i protagonisti e bella la colonna sonora, con una celebre canzone di Paolo Conte.

Lovejoy 1/01/08 18:51 - 1823 commenti

I gusti di Lovejoy

Una commedia romantica condita con un po' d'azione. Ma Kasdan ha fatto di meglio e così pure l'eccellente cast riunito per l'occasione. Kline, proveniente dal successo di Un Pesce di Nome Wanda, qui delude parecchio. Colpa sopratutto di un personaggio ben poco interessante e di un doppiaggio che lo fa parlare come l'Ispettore Clouseau. La Ryan è tutta smorfiette e basta. Hutton ha un ruolo francamente insopportabile. L'unico che si salva, con indubbio mestiere, è Reno. Ma anche lui ha fatto decisamente di meglio.

Il Gobbo 1/01/08 19:06 - 3015 commenti

I gusti di Il Gobbo

Disastro. Premesse interessanti, svolgimento pigro e svogliato, esito atrocemente depliantistico, interpreti col pilota automatico e tutti i tic e i birignao del rispettivo bagaglio, nel disperato quanto frustrante tentativo di far rivivere un "giallo-rosa" che si nutriva principalmente, oltre che di attori di ben altra classe, di atmosfere e sapori irrimediabilmente perduti. Magra consolazione, quando già il tedio ha vinto e la palpebra è piombata, le note di "Via con me".

Redeyes 15/03/08 18:09 - 2454 commenti

I gusti di Redeyes

Commediola senza infamia e senza lode. Meg Ryan tanto carina quanto insulsa come attrice ci propina l'ennesima interpretazione discretamente piatta, per Kline medesimo discorso (anche se il rammarico è maggiore, visto il potenziale). La storia in sè non è eccezionale, ma galleggia sulla media delle commedie che si vedono spesso al cinema. Sdolcinata ma senza eccessivi rischi diabetici. Piacevole per quanto scontata, la consiglierei a chi prepara una bella cenetta il sabato sera e quindi cerca un delicato sottofondo.

Capannelle 26/05/08 15:15 - 4423 commenti

I gusti di Capannelle

E una commedia carina, di taglio (e impatto) decisamente diverso rispetto a precedenti film di Kasdan (penso a Brivido caldo). Meg Ryan e Kevin Kline se la cavano discretamente, del resto lei è un habituè della commedia leggera, mentre lui può deludere chi si aspetta un personaggio più graffiante.

Cotola 27/05/08 19:54 - 9095 commenti

I gusti di Cotola

Il peggior Kasdan di sempre sforna una fragilissima e pessima commediola romantica usa e getta il cui unico scopo è fare soldi dando al pubblico quello che vuole. Situazioni trite e ritrite, dialoghi di una banalità sconcertante ed un finale (lieto ovviamente) che nella sua prevedibilità è assolutamente stucchevole. Da evitare soprattutto per chi considera Kasdan un regista interessante.

Ciavazzaro 10/06/09 15:39 - 4770 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Non un capolavoro certamente, ma neanche da cestinare a priori. Meg Bryan e Kevin Kline sono una buona coppia d'attori, non male anche il cast secondario. Storia abbastanza semplice, regia sicura e senza fronzoli di Kasdan (ma in questo caso sarebbero stati un di più). Sicuramente c'e di molto peggio in giro.

Cif 11/06/10 18:14 - 272 commenti

I gusti di Cif

Tutto gira nel modo giusto in questa frizzante e divertente commedia di Kasdan. Non badiamo alla verosimiglianza della storia, ma soffermiamoci piuttosto alla delicatezza, alla (apparente) naturalezza con cui si svolge la storia, lasciando accadere una serie di eventi, equivoci, concatenazioni, simpatici e raramente prevedibili. Si realizza una alchimia particolare tra i due protagonisti, ai quali va il merito principale dell'opera. Io non sottovaluterei nemmeno il mestiere e la pratica di Kasdan, dalla mano sapiente ed invisibile. 3 palle e 1/2.

Saintgifts 21/11/13 01:00 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Ci si aspetta sempre quel qualcosa in più che fa la differenza tra un lavoro anonimo e uno che si lasci ricordare per freschezza e brio. Un qualcosa che non arriva mai, anche con l'entrata in scena di Kline, perfetto come apparenza ma senza battute che facciano almeno sorridere, in una commedia come questa dove tutto è così prevedibile. La regia zoppica parecchio, specie nella prima parte a Parigi; poi sembra riprendersi, ma i momenti che riescono a strappare almeno un sorriso non raggiungono le dita di una mano.

Stelio 6/07/14 18:42 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Pessima commedia del sopravvalutatissimo Lawrence Kasdan. Penosi la storia, il ritmo e anche le interpretazioni dei protagonisti (a parte Kline, che si salva decisamente). Regia inesistente. La grandeur francese si respira giusto in una scena dove, per caso, si parla di vitigni e fermentazione. Se ne può tranquillamente fare a meno.

Lawrence Kasdan HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Brivido caldoSpazio vuotoLocandina Il grande freddoSpazio vuotoLocandina Ti amerò... fino ad ammazzartiSpazio vuotoLocandina Grand canyon

Liv 3/09/15 16:09 - 237 commenti

I gusti di Liv

L'americano a Parigi è da sempre una garanzia di banalità, un fastello di cose scontate, stucchevole, una zuppa di velleità fin troppo prevedibile. Banale Meg Ryan, a New York come a Parigi o a Ladispoli; sprecato Kevin Klein (o Kline?). Già il titolo sembra messo lì per acchiappare i grulli. Confesso di averlo visto (per amore coniugale, non per il cinema del tronfio Kasdan).

Zio bacco 15/09/15 21:33 - 240 commenti

I gusti di Zio bacco

Un'americana vola a Parigi per riconquistare il proprio amore, ma... Commedia sentimentale all'apparenza molto banale, anche se in realtà non mal realizzata. La trama, semplice e molto prevedibile, si accompagna a una regia priva di particolari sussulti. Nondimeno, Meg Bryan e Kevin Kline non sfigurano e degno di nota è anche il cast di contorno (Reno su tutti). Si apprezza di più la prima parte in quanto, all'approssimarsi della fine, i contenuti sono esauriti e il finale è scontato. Rivedibili certe scene, molto bella la colonna sonora.

Parsifal68 17/11/16 11:19 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Una graziosa ragazza americana vola in Europa per riprendersi il fidanzato scappato con una francese. Si imbatte però in un ladro di gioielli, ineffabile e scanzonato. Commedia molto simpatica e recitata con grande stile da due attori particolarmente adatti al genere. La fidanzatina d'America Meg Ryan fa le mossette ma è adorabile, Kline è attraente e ha carisma. Senza rischiare di essere blasfemi, è una trama alla Blake Edwards, con finale forse prevedibile ma di grande eleganza. Hutton e Reno bravi comprimari.

Camibella 1/11/20 14:08 - 277 commenti

I gusti di Camibella

Deviazione sentimentale per un regista che ha fatto buonissime cose in altri ambienti. Qui confeziona una commedia senza grosse aspettative poggiandosi su un'attrice, Meg Ryan, che è una guru del genere, e un fascinoso Kevin Kline che dimostra di saperci fare anche in questo genere di film. Poco spessore, normale amministrazione e lieto fine scontato. Belli i paesaggi provenzali.

Daniela 23/03/23 00:34 - 12704 commenti

I gusti di Daniela

Quando il fidanzato in trasferta a Parigi le comunica di aver trovato la donna della sua vita, Kate vola a recuperarlo ma l'impresa si complica per la presenza di Luc, un ladro conosciuto durante il viaggio in aereo... Commedia romantica che presenta alcuni difetti tali non solo da comprometterne la godibilità ma da rendere uggiosa la visione come la banalità dei dialoghi, la lagnosità del tiramolla sentimentale, l'estrema prevedibilità dell'epilogo e soprattutto la stucchevolezza del personaggio interpretato da Ryan. Belle alcune ambientazioni, ma per merito del fascino di Parigi.

Rambo90 17/04/24 00:18 - 7707 commenti

I gusti di Rambo90

Parte da premesse troppo traballanti e schizzate per reggere l'interesse dello spettatore, sebbene nella seconda parte Kasdan si ricordi di essere un buon regista e regali almeno qualche bella suggestione su vigne e vino. Meg Ryan troppo sopra le righe, Kline alterna smorfie e silenzi, ma in generale nessuno fa una gran bella figura, tranne Reno e Cluzet. Poteva essere discreto, perché in fin dei conti la parte a Cannes ha i suoi momenti, ma parte da una demenzialità difficile da accettare sino alla fine. Mediocre.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Curiosità Ciavazzaro • 16/10/09 11:28
    Scrivano - 5591 interventi
    Inzialmente Gerard Depardieu doveva avere il ruolo che sarebbe poi stato di Kevin Kline.

    Fonte:Imdb