Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/12/09 DAL BENEMERITO BRAINIAC
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Brainiac 14/12/09 22:23 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Fra i tanti registi che aspirano ad essere la next big thing dell'horror, David Howard sarebbe anche quello con stile. Senonchè il suo Flick, imbevuto com'è d'estetica surf-pulp-comics e...completate voi col genere che gradite, risulta indigesto come l'abbacchio alla scottadito dopo l'ammazzacaffè. Dagli Anni Cinquanta con furore. Oppure Carrie che irrompe al ballo di fine anno sbagliato (quello di Ritorno al futuro). Zombie che guidano, rockabilly, la Dunaway. Poteva metterci meno cose, Howard, dice il proverbio che il talento vero stà nel metterci solo il giusto.

Faggi 19/01/19 20:46 - 1529 commenti

I gusti di Faggi

Fumettistico da fumettaccio, scapestrato e camp sino al midollo (l'uso deliberato del kitsch è debordante): potrebbe anche piacere ai fanatici della serie Y. È meglio guardarlo senza aspettarsi il capolavoro delle follie (diegetiche e visuali) ostinatamente, scientemente, capricciosamente, inopinatamente bramate, volute e concepite. Faye Dunaway, detective con un braccio finto, si aggira convinta come se si trovasse in Quarto potere. Devastante il doppiaggio italiano: per emettere un giudizio obiettivo è opportuno guardarlo in lingua originale.

Marcolino1 9/03/19 11:34 - 553 commenti

I gusti di Marcolino1

Opera in evoluzione dai pre-titoli di testa color seppia con Carrie di De Palma al maschile e rivisitato in avanti. La mutazione dalla tavola del fumetto al fotogramma viene rappresentata nell'istante della metamorfosi; operazione bizzarra e originale tanto più quando viene riesumato il "corpus" degli anni 50 senza restyling con la patina cimiteriale-zombesca: i vinili, il juke box, l'ambiente domestico alla Eraserhead impregnato di filtri colorati. Dunque né cinema, né cartoon, né pop-art, opera indefinita, coraggiosa, ma non rivoluzionaria.
MEMORABILE: La scena del crimine come un'istallazione della Biennale; Il sangue, l'alito verde e le note musicali sovrascritti sulla pellicola.

Enzus79 2/07/22 22:38 - 2339 commenti

I gusti di Enzus79

Un ragazzo assassinato negli anni Cinquanta ritorna in vita per vendicarsi e riconquistare la sua ex. Al netto dei grandi difetti per quanto concerne la trama, il film risulta piuttosto divertente. Girato in maniera fumettistica. Comunque meglio guardarlo in versione originale: il doppiaggio italiano è davvero pessimo. Faye Dunaway abbastanza convincente. Regia discretamente efficace.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.