Edgar Allan Poe

Media utenti
Titolo originale: Edgar Allan Poe
Anno: 1909
Genere: corto/mediometraggio (bianco e nero)
Note: Aka "Edgar Allen Poe".
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/12/10 DAL BENEMERITO PIGRO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pigro 28/12/10 09:47 - 8516 commenti

I gusti di Pigro

Corto biografico per il centenario della nascita di Poe, che rievoca la scrittura del celebre "Corvo" e la morte della moglie. Il film è condotto con buon rigore narrativo: entriamo subito nel dramma dell'agonia di Virginia, poi l'ispirazione poetica, il tentativo di vendere l'opera e infine il ritorno a casa con generi di conforto. Ma ciò che colpisce è la cura estrema, dalla recitazione degli attori davvero notevole all'eccellente equilibrio visivo (splendido il gioco dei contrasti luminosi dell'abbaino), fino al pathos del tragico finale.

Gaussiana 4/05/12 03:07 - 121 commenti

I gusti di Gaussiana

Uno dei tanti cortometraggi realizzati da Griffith agli albori della sua carriera, riprende le vicende legate alla stesura e pubblicazione della poesia "Il corvo" da parte di Edgar Allan Poe, indissolubilmente legata alla morte della moglie. Un dramma tragico in cui Griffith mostra già le sue capacità sia nell'uso degli attori che nella linearità narrativa (che si comprende anche nella versione a nostra disposizione, priva dei cartelli originali). Consiglio invece La coscienza vendicatrice (1914), sempre ispirato alle opere di Poe.

Faggi 23/09/16 18:05 - 1520 commenti

I gusti di Faggi

Guardando la data è indiscutibile che si tratti di una pellicola sorprendente e di valore (che sia pionieristica è scontato): gusto ed equilibrio fotografico notevoli, chiarezza narrativa, immagini pulite, attori espressivi e precisi, enfasi ridotta all'osso. La vicenda è una divagazione su tema biografico a scopo commemorativo ma ciò che sembra interessare al geniale artefice è l'esperienza o l'esperimento di un'idea di cinema razionalista; di immediata e inequivocabile comunicazione, piana, logica e senza fronzoli.

Amgothic80 17/09/21 11:06 - 3 commenti

I gusti di Amgothic80

Realizzato da David W. Griffith per il centenario della nascita di Edgar Allan Poe, condensa efficacemente in soli sette minuti alcuni passaggi chiave della vita tormentata del grande scrittore americano, alla ricerca di un editore per le sue opere (tra cui la celeberrima poesia "Il corvo") mentre la moglie Virginia (interpretata da Linda Arvidson, moglie del regista), soffre nel suo letto a causa della tubercolosi. Merita una visione e non solo per l'importanza di Griffith nella storia del cinema.

Linda Arvidson HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Pigro • 28/12/10 09:47
    Consigliere avanzato - 1527 interventi
    Visibile qui: http://www.youtube.com/watch?v=Gy5enhkiQs0
  • Discussione Von Leppe • 28/12/10 11:55
    Call center Davinotti - 983 interventi
    Carino. Sembra Stanlio lo scribacchino, sarà mica lui giovanissimo?
  • Discussione Zender • 28/12/10 19:08
    Consigliere - 44921 interventi
    Penso che su qualche sito l'avrebbero accreditato o messo come n.c., se fosse stato lui. Mi sembra molto strano.
  • Discussione Pigro • 29/12/10 10:18
    Consigliere avanzato - 1527 interventi
    Imdb riporta tutti gli attori, immagino con sicurezza, che sono quelli che ho riportato nella scheda. Quindi direi che Stanlio non può essere.