Daughter of rage - Film (2022)

Daughter of rage
Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: La hija de todas las rabias
Anno: 2022
Genere: drammatico (colore)
Note: Presentato in concorso al 40° Torino Film Festival.
Papiro: elettronico

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Quando emerge dal panorama lunare della discarica nicaraguense su cui si apre il film, il volto dell’undicenne Ara Alejandra Medal mostra subito il magnetismo che la regista e autrice unica del copione, Laura Baumeister de Montis, utilizzerà per raccontare la sua storia: basta uno sguardo a dare la misura di tutta l’espressività che promuove immediatamente la giovane attrice a protagonista assoluta, in grado di oscurare chiunque le si avvicini. Vive con la madre, Lilibeth (Sevilla Garcia), in una baracca vicino al mare, senza soldi, tra lavori precari e dolcissimi cuccioli di cane ai quali lei, Maria, si affeziona fin troppo, pensando di poterli sfamare nel modo peggiore possibile,...Leggi tutto con avanzi della discarica che su di loro avranno un effetto letale. Ma erano cuccioli di razza che mamma aveva già venduto e ora chi li aveva pagati salati (gentaglia che non accetta scuse) pretenderà di certo di riavere i soldi.

A Lilibeth e Maria non resta che fuggire, con la prima costretta a non fermarsi alla prima tappa, dove invece deposita la figlia… La ragazzina si ritrova così da sola in una piccola comune dove altri suoi coetanei sono ospitati e lavorano. Una traccia facile, cui magari si accosta qualche simbolismo poco nascosto (la madre gioca a fare la pantera con la figlia), per costruire una sorta di neorealismo centramericano, in cui lasciare il maggior spazio possibile al viso imbronciato ma vivissimo della Medal; a quello sguardo perennemente diffidente, da piccola ribelle resa autentica dalla scelta di non nasconderne le impuntature e le ingenuità tipiche di una undicenne. Un ritratto prezioso che la regia dipinge scena dopo scena, lasciando che tutto scorra a fianco della protagonista come uno sfondo di scarsa importanza, che dipinga scenari degradati e volti quasi sempre anonimi che si fanno spalle per sostenere la storia mantenendo una coerenza narrativa corretta ma che nello stesso momento diventa un limite; non offre nulla di memorabile, il film, che non sia l’aver azzeccato la faccia giusta, senza mai emergere per il resto da una certa monotonia di fondo, una reiterazione dello stesso leitmotiv (la ricerca della madre) che procede senza troppe variazioni.

Certo, non mancano gli incontri anche importanti (con un ragazzo attratto da Maria, per esempio), ma nulla che evada con convinzione da una prevedibilità di fondo poco premiante. La penombra che incombe nella maggior parte delle scene sembra quasi voler coprire la monocromaticità degli ambienti, la vicinananza concettuale che li fa apparire interscambiabili. Impossibile non notare la cura della confezione, la perfetta aderenza delle musiche, eppure non ci si stacca da un’operazione che pare studiata con poco estro, senza trovare mai il momento in grado di restare impresso, di elevare l'operazione dal suo rango naturale di film certamente di valore ma precostruito, non artificioso ma esageratamente subordinato alla sua protagonista.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/11/22 DAL BENEMERITO COTOLA POI DAVINOTTATO IL GIORNO 29/11/22
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 27/11/22 23:16 - 8564 commenti

I gusti di Cotola

Una ragazzina vive con la madre ai margini di una grande discarica, tra mille difficoltà. Un giorno la donna si deve allontanare per un po'. Film nicaraguense che si regge sulle spalle della giovane protagonista, brava ed espressiva. I temi affrontati sono importanti e vengono trattati con delicatezza e sobrietà, senza mai tirare calci nella pancia dello spettatore, ma anche con grande realismo e senza edulcorare la pillola. Buoni i ritmi, che intrattengono senza tediare. Bello il finale che aggiunge una nota di magia in un contesto realistico e drammatico.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.