Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• TOO BIG TO FAIL - IL CROLLO DEI GIGANTI

All'interno del forum, per questo film:
• Too big to fail - Il crollo dei giganti
Titolo originale:Too Big to Fail
Dati:Anno: 2011Genere: drammatico (colore)
Regia:Curtis Hanson
Cast:James Woods, John Heard, William Hurt, Erin Dilly, Amy Carlson, Topher Grace, Billy Crudup, Edward Asner, Paul Giamatti, Bill Pullman, Matthew Modine, Kathy Baker, Tony Shalloub
Visite:360
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/7/11 DAL BENEMERITO GREYMOUSER

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 26/11/11 19:16 - 10858 commenti

Produzione televisiva (targata HBO) sulla crisi economica americana del 2008, tema peraltro estremamente attuale. Per i non addetti ai lavori la trama è piuttosto complessa ma l'opera riflette bene i momenti concitati del fallimento di società apparentemente inattacabili (e che considerato gli avvenimenti non hanno tratto alcuna lezione dalla vicenda). Molto ricco il cast che però non sembra "sfruttato"; curata ma abbastanza scolastica la regia.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Puppigallo 8/12/11 18:16 - 4278 commenti

Che bello il sistema bancario... Ma dove sono i cari vecchi forconi e la gente inferocita che impala chi gioca col futuro dei poveri pecoroni al pascolo? A parte questa inutile utopia, il resoconto che qui viene fatto dell'effetto domino che ha avuto il fallimento della Lehman sulle altre banche è chiaro, ben descritto e fruibile a tutti, anche a chi (come me) non bazzica il settore (quindi temo di essere il classico ignaro pecorone senza forcone). Gli attori sono tutti in parte; e anche le cosiddette seconde linee danno il loro contributo. Un po' freddo, asettico e distaccato, ma riuscito.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "C'è del sangue nell'acqua...andiamo a sbranare!".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Tarabas 29/11/11 23:35 - 1585 commenti

Li chiamavano Titans. Bigino della grande crisi del mercato finanziario, innescata dal fallimento di Lehman Bros. Come sempre, HBO è sinonimo di grande qualità produttiva. Qui anche il cast è di livello elevatissimo e la buona sceneggiatura punta a costruire un thriller senza il delitto (forse), sacrificando analisi più approfondite al tentativo di realizzare uno spettacolo di buon ritmo. Le ragioni della crisi rimangono sullo sfondo (esattamente come nella realtà, del resto). Notevole il Warren Buffett di Ed Asner, pacioso nonno miliardario.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Piero68 7/11/11 10:02 - 2608 commenti

Film-tv made in Usa sul fallimento della Lehman Brothers che, come un domino, ha innescato la crisi finanziaria mondiale del 2008, la quale ancora oggi fa sentire i suoi effetti. Didascalico e dallo stile documentaristico, si avvale di un cast sontuoso ma scarsamente incisivo. La parte del leone è di Hurt, che riesce ancora ad esprimere buone caratterizzazioni. Purtroppo la staticità della sceneggiatura e il montaggio lo rendono a tratti noioso e difficile da seguire soprattutto a chi è a digiuno di nozioni di macro-economia. Per appassionati.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Didda23 5/1/12 13:26 - 2082 commenti

Il mondo complesso e interconnesso dell'alta finanza americana, nonostante qualche ovvia semplificazione, viene reso con ottima padronanza narrattiva da questo film-tv targato Hbo. Lo stile volutamente distaccato punta tutto sull'analisi psicologica dei personaggi, interpretati da un cast di primissimo livello (Hurt e Woods su tutti). La regia, piuttosto anonima, non regala momenti emozionanti. Non male.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Greymouser 2/7/11 23:01 - 1441 commenti

E' una fiction televisiva, ma il grande cast e il buon ritmo impresso alla vicenda del crack delle banche e immobiliari statunitensi di qualche anno fa tengono sempre viva l'attenzione. Se The company men illustrava la crisi dal punto di vista dell'economia reale, qui abbiamo la narrazione delle origini, nel mondo della finanza e delle banche d'affari e dei loro rapporti col governo. Il film evidenzia la scelta cinica di scaricare il crollo sui cittadini più disperati. Buono.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Jandileida 9/12/11 22:43 - 1107 commenti

Nel quattordicesimo secolo i banchieri avevano due grandi paure: le confische dei duchi e le fiamme inestinguibili dell'inferno. Passati seicento anni i grandi "geni" della finanza, lasciati alla superstizione i diavoli ed aiutati dalla mollezza dei governi, si sono creduti capaci di governare il mondo lasciandoci infine a braghe calate. Buona ricostruzione, forse un po' troppo televisiva (produce HBO), che tende alla semplificazione ma ha il merito di mettere in chiaro, senza giustificazioni, chi e cosa ci ha portato ad un double dip devastante. Bel cast.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Ford 6/4/12 23:57 - 582 commenti

Super cast per un docu-film rigoroso, fin troppo. Nessuna concessione allo spettacolo, regia pulitissima, fotografia e musiche standard, ordine cronologico serrato e ricostruzione perfetta; dialoghi tra il tecnico e l'americanata e nessun giudizio da parte degli autori, ma è giusto così: il film annoia un po' ma si fa capire. Troppo lungo per finirlo in una volta sola.
I gusti di Ford (Animazione - Commedia - Horror)