Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'UOMO DALLA CRAVATTA DI CUOIO

All'interno del forum, per questo film:
L'uomo dalla cravatta di cuoio
Titolo originale:Coogan's Bluff
Dati:Anno: 1968Genere: action (colore)
Regia:Don Siegel
Cast:Clint Eastwood, Lee J. Cobb, Susan Clark, Tisha Sterling, Don Stroud, Betty Field, Tom Tully, Melodie Johnson, James Edwards, Rudy Diaz, David Doyle, Louis Zorich, Meg Myles, Marjorie Bennett, Seymour Cassel
Visite:857
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 15
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/5/08 DAL BENEMERITO G.GODARDI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 13/1/19
Ha il cappello, gli stivali a punta e sì, la cravatta di cuoio. Si chiama Coogan (il nome di battesimo non lo dice mai) e viene dall'Arizona col compito di riportare lì un criminale che sta a New York. Ma l'uomo è in ospedale e il tenente McElroy (Cobb) comunica a Coogan che per portarselo indietro dovrà prima aspettare che ne esca. A Coogan non piace aspettare; e non piacciono un sacco di altre cose di un mondo che non conosce e che affronta con la sicumera e la presunzione di chi pensa di potersi permettere tutto. A cominciare dalle donne: ne incontra una in ufficio e subito malmena chi pareva provocarla senza capire che i due stavano flirtando, in seguito la costringe a uscire con lui senza permetterle replica alcuna. Insomma, il meglio del film si gioca tutto qui, nel contrasto tra i cittadini evoluti della Grande Mela e la visione ristretta del simpatico bifolco rimasto cinquant'anni indietro. Che ha anche le sue qualità, ben s'intenda, non ultima l'attrattiva di un fisico prestante e di un fascino non comune. Clint sguazza facile nel personaggio, si trova nel suo elemento: è come se prendesse uno dei suoi eroi western e lo trasferisse avanti nel tempo fino a fargli conoscere una realtà nuova. Notevoli i non troppi scontri con Lee J. Cobb, prototipo del poliziotto di città, così come l'approccio romanticamente sbruffone con la collega (Clark). Sfumata tuttavia una prima parte in cui i motivi per sorridere non mancano, il film s'incanala nel prosieguo sui binari del poliziesco canonico: zuffe, facce rudi, un po' di sangue e l'immancabile, prolungato inseguimento (qui in moto) che sfrutta le riconoscute capacità di un regista come Don Siegel, nel campo non il primo venuto. Su tutto ovviamente la maschera di Eastwood: poche parole, sguardi affilati, sorriso sardonico, atteggiamento costantemente sospeso tra la presa in giro e lo stupefatto quando incontra situazioni che non sa bene come gestire. Il film è costruito su di lui e funziona quando per l'appunto la sceneggiatura permette di sfruttare l'ironia del personaggio, molto meno quando deve affidarsi a una storia che col tempo si perde per strada, soprattutto da quando entra in scena Linny (Sterling), l'amica dell'uomo che va riportato in Arizona: il ritmo accelera, è vero, ma con esso anche la banalità dell'operazione. Scarsamente significativa la colonna sonora di Lalo Schifrin.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 20/9/08 19:14 - 4313 commenti

Anche alla seconda visione continua a dirmi meno dello sperato. L’alternarsi di azione e di rallentamenti, tante volte strumento di successo, qui non conquista, perché specialmente la fase dialogata uomo-donna pare poco ispirata. Grandissimo l’incipit, interessante il contrasto Arizona-Metropoli, sempre uno spettacolo Cobb, ma Don Siegel ha dato, altrove, molto di più (Varrick, per dirne solo uno).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Non c'è bisogno che ti alzi per salutarmi!".
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 9/8/10 17:08 - 10734 commenti

Primo film del sodalizio tra Clint Eastood e Don Siegel, è un poliziesco con venature western. La vicenda non è particolarmente originale (si tratta della classica caccia all'uomo) ma il regista dirige in maniera ottimale e il cast appare piuttosto brillante mentre la sceneggiatura sottolinea i contrasti di un uomo di frontiera alle prese con la difficile realtà metropolitana in un periodo storicamente complesso (siamo nel 1968).
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Il Gobbo 3/8/10 9:38 - 3011 commenti

La somma Siegel+Eastwood non può non essere positiva, ma le aspettative create dal plot con la classica contrapposizione America profonda-metropoli sono in parte disattese, forse perchè il film rimane a bagnomaria fra lo svolgimento tutto umoristico e quello tutto turgido e action. Dopodichè averne...
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Puppigallo 31/10/18 19:32 - 4218 commenti

Un Eastwood sceriffo tutto d'un pezzo, vecchia maniera, etichettato subito come rozzo bifolco cavalca tori da colleghi e non è il protagonista di questa pellicola, che non brilla certo per originalità (caccia e ricaccia all'uomo), ma che almeno si regge sull'interpretazione di Clint, della povera donna che avrà a che fare con lui (più che altro la sfrutta, oltre a sbatterle subito i piedi sul tavolino, tanto per mettere le cose in chiaro); e del capo della polizia, che tenterà inutilmente di arginarlo. Il finale motorizzato non è certo il massimo, ma nel complesso non è male.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Cappello, stivali e cravattino; La madre del fuggitivo tenta di tirare dalla finestra un vaso in testa a Clint, ma glielo portano via poco prima.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 18/2/12 17:08 - 5737 commenti

Si inaugura il sodalizio tra Siegel e Eastwood, che insieme abbozzano il poliziotto hard-boiled insofferente alle prassi burocratiche da cui prenderà vita, corrette le troppe ingenuità nei confronti delle lusinghe femminili e la scarsa esperienza con la metropoli, il mitico Dirty Harry. Rimarchevoli il volto angelico di una Sterling infida e sadica, la simpatica sfrontatezza della Fields, l’inseguimento in moto – peraltro sulle strade di un’inedita New York collinare e boschiva -, la rissa al biliardo e il party hippy, questi ultimi ripresi (meglio) da molti polizieschi di casa nostra.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’incipit nel deserto; Coogan che specifica sempre di provenire non dal Texas, ma dall’Arizona.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 23/4/16 19:47 - 6835 commenti

Poliziesco, con ascendenze western, di ordinaria amministrazione e girato da Siegl senza troppa ispirazione, a parte l'inizio, ma con la solita sua professionalità. La storia è così così (tra il banale ed il già visto) ma si segue senza affanni; il cast è buono (specie il solito Cobb che primeggia); il confronto tra frontiera e città oggi appare un po' datato. Non male.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 25/5/09 11:57 - 1558 commenti

Rodomontesco sceriffo dell'Arizona va a New York per la traduzione di un detenuto e si scontra con la modernità. Film nato male, zeppo di luoghi comuni e senza grande ironia, con un protagonista che darebbe noia persino a un neocon. Le trasformazioni sociali del periodo sono solo un pretesto per buttare là gag reazionarie senza costrutto. Per fortuna questo Coogan ebbe vita breve, rimpiazzato da Harry Callahan.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 28/9/18 0:49 - 7568 commenti

Non viene dal Texas ma dall'Arizona, come è costretto a precisare, ma poco cambia: Clint è un cowboy abituato agli spazi aperti e si muove con impaccio a New York dove è stato spedito per prendere in custodia un detenuto. Quando questo scappa, il film passa dalla modalità "topolino di campagna in città" a quella di una tradizionale caccia all'uomo metropolitana, perdendo in originalità anche se la regia di Siegel, pur meno grintosa del solito, garantisce un discreto ritmo. Nel cast di contorno, Cobb è una certezza, Stroud ha un'adeguata faccia da schiaffi. Poliziesco di routine ma godibile
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 20/7/08 12:35 - 4701 commenti

Buon action movie con un Eastwood d'annata, l'ottimo Lee J. Cobb e un bel cast femminile: Susan Clark e la bella Tisha Sterling (due presenze femminili che i fan di Colombo conoscono molto bene). Per il resto azione calibrata in modo più che buono e regia sicura dello specialista Don Siegel.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Eastwood nella vasca. Entra il suo capo, parla e quando sta per uscire gli dice: "Non alzarti per salutarmi!".
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Herrkinski 17/7/09 23:40 - 4104 commenti

Un buon poliziesco, con la classica caccia all'uomo condotta da un Clint che fa le prove per l'ispettore Callaghan. Non mancano alcuni riferimenti al western e qualche tocco umoristico tipicamente alla Eastwood, per nulla disprezzabile. Il film si lascia seguire gradevolmente, offrendo validi momenti d'intrattenimento, ma mancando forse di quel qualcosa in più che ci si aspetterebbe dalla coppia Siegel/Eastwood. Rimane comunque una buona pellicola, che appassionerà i fan dell'attore e del genere. Un buon film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La rissa ai biliardi.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

G.Godardi 28/5/08 19:12 - 950 commenti

Vice sceriffo dell'Arizona (non Texas!) si reca a New York per estradare un criminale. L'impatto con la Grande Mela non è facile: oltre ai dissapori con la polizia locale, deve vedersela con una nuova realtà, il '68: femminismo, hippies, controcultura. Un Siegel scanzonato e divertito nel suo primo sodalizio con Eastwood. Western urbano un po' datato, ma divertente. Soprattutto rappresenta una ricognizione per il successivo Dirty Harry che i due realizzeranno pochi anni dopo: in questo film ne sono già ravvisabili i prodromi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La festa hippie.
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Dandi 17/4/18 23:30 - 1407 commenti

Primo parto del sodalizio di Siegel con Eastwood, acerbo ma ancora godibile. Nonostante questo bifolco e donnaiolo sceriffo Googan non abbia la statura tragica di Callaghan (a partire proprio dalla cravatta del titolo che gli conferisce un appeal ridicolo nella New York psichedelica dell'epoca, invero folklorostica anch'essa) se ne riconosce comunque la stessa matrice, dove il contrasto campagnolo vs. metropoli già diventa anche quello individuo vs. istituzioni. Il commento musicale di Lalo Schifrin è la ciliegina sulla torta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'episodio-cornice della sigaretta che Eastwood nega a un detenuto all'inizio del film e condivide con l'altro nel finale.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Rigoletto 22/2/15 16:12 - 1317 commenti

Discreto action con un giovane Eastwood vicesceriffo che deve riportare in Arizona un detenuto; arrivato nella Grande Mela si accorge che metodi della polizia e prassi burocratiche possono complicare la situazione. Sufficienza raggiunta senza particolarmente brillare, eppure le premesse giuste c'erano. Lasciare tutto sulle spalle di Clint Eastwood può essere efficace per certi aspetti ma deleterio per altri. Magari un po' più di spazio al validissimo Cobb avrebbe potuto rendere maggiore giustizia al tutto.
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Ultimo 22/1/16 18:36 - 1176 commenti

Don Siegel dirige per la prima volta Clint Eastwood in un film a metà tra il western e il poliziesco, ove il personaggio interpretato dall'attore americano è un vice sceriffo che assomiglia molto al futuro ispettore Callaghan: freddo, spietato e fuori dagli schemi. La trama di per sé è poca cosa, ma un grande Clint e buone scene d'azione (nella sala da biliardo; l'inseguimento in moto...) lo rendono un piccolo cult.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Digital 24/5/11 11:46 - 886 commenti

Valido poliziesco diretto con mano ferma da Don Siegel che viene nobilitato dalla presenza del grande Clint Eastwood (doppiato però malamente). L'azione non manca e c'è anche una buona dose di ironia (il che non guasta). Interessante l'aspetto dell'uomo dell'Arizona che si trova in una realtà completamente diversa come quella di New York. Bello l'inseguimento finale.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)