LOCATION VERIFICATE di L'assassino è costretto ad uccidere ancora (1975)

LOCATION DEL FILM GIÀ TROVATE

Rapallo (Genova)

La casa abbandonata dove si recano i due fidanzatini dopo il furto d'auto (set principale)

Milano

La casa dove abitano l’architetto Mainardi (Hilton) e l’odiata moglie Norma (Velázquez)

Milano

La cabina telefonica dalla quale Hilton vede l’assassino far affondare l’auto

LOCATION VERIFICATE

  • Qui di seguito le location del film che sono state da noi verificate, controllate e inserite nel radar (quando non di passaggio).
  • Mauro • 7/07/11 08:42
    Disoccupato - 10042 interventi
    Principale location del film assieme alla presunta darsena, la casa abbandonata sulla “Roccia dei gabbiani” dove si recano i due fidanzatini dopo aver rubato l’auto all’assassino (Saint-John) e all’interno della quale quest’ultimo sarà ucciso da Laura (Galbó), si trova a Rapallo (Genova) in Via Avenaggi. Si veda la villa nella foto scattata da Delpiero89. Gli interni furono, invece, girati in un villino vuoto a Milano, dalle parti di Viale Zara.




    Eccola ripresa più dall'alto:

  • Roger • 29/03/14 16:33
    Call center Davinotti - 2913 interventi
    La casa dove abitano l’architetto Mainardi (Hilton) e l’odiata moglie Norma (Velázquez) e dove quest’ultima sarà assassinata si trova in Via Scipio Slataper a Milano, non lontano da Viale Zara (l'indirizzo che ci aveva segnalato il regista Luigi Cozzi). Grazie a Mauro per fotogramma e descrizione.




    Questa è una delle abitazioni vicine, davanti alla quale l’assassino ruba un’auto dopo aver scoperto che la sua vettura – nella quale aveva riposto il cadavere di Norma – era stata rubata: siamo in Via Eugenio Torelli Viollier, praticamente accanto a Villa Mainardi, e davanti all'edificio è parcheggiata un'auto nella stessa identica posizione del fotogramma


  • Roger • 29/03/14 17:57
    Call center Davinotti - 2913 interventi
    La cabina telefonica dalla quale l’architetto Mainardi (Hilton) vede l’assassino (Saint-John) far affondare l’auto nella quale aveva nascosto il corpo di una ragazza e che poi avvicinerà per commissionargli l’assassinio della moglie si trovava in Viale Gabriele D'Annunzio a Milano, come raccontato dal regista del film, Luigi Cozzi, in un’intervista riportata sul sito www.ipinguini.com. Grazie a Mauro per fotogramma e descrizione.

    All'estrema destra si vedono alcune strette finestre (B) mentre attraverso il vetro della cabina si intravede un basso edificio con una colonnetta di sostegno (A).


  • Zender • 30/03/14 09:26
    Consigliere - 44589 interventi
    Bravo Roger, e grazie a Mauro per la sistemazione del post.