DISCUSSIONE GENERALE di La polizia ringrazia (1972)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Il Dandi • 4/06/16 19:01
    Contratto a progetto - 1433 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    . Per avere la certezza bisognerebbe individuare quale sia stato il primo film...

    E invece non si può pensare di ottenere una risposta univoca: un filone per definizione si nutre di sé stesso e sconfina in altri.

    Buio Cita "La banda del gobbo", e in effetti la stessa cosa avviene in "La belva col mitra". Vanno dunque considerati noir all'italiana e non poliziotteschi, come i film di Di Leo? Se prendiamo per buona la regola che il poliziotto deve essere il protagonista indiscusso sì, ma a quel punto perfino un titolo come "Milano odia" sarebbe a rischio borderline.

    Io tendenzialmente la penso come Legnani:

    BANDITI A MILANO è poliziesco
    LA POLIZIA RINGRAZIA è l'anello di congiunzione, perché porta il POLIZIOTTO a protagonista, pur mancandogli i caratteri del giustiziere
    LA POLIZIA INCRIMINA è poliziottesco al 100%

    Con la differenza che per me addirittura nemmeno "La polizia incrimina" è poliziottesco al 100%, forse al 99%: perché lì Franco Nero si scontra con una grande criminalità organizzata a livello internazionale.
    Per me invece il "poliziottesco" al 100% è quello in cui il poliziotto-giustiziere affronta la micro-criminalità metropolitana, insomma per intenderci per me è un genere che si realizza pienamente con Luc Merenda e Maurizio Merli, ovviamente con tanti modelli alle spalle.
  • Cotola • 4/06/16 19:08
    Consigliere avanzato - 3627 interventi
    Buono ovviamente ho usato un lemma improprio. Procedi pure alla correzione. Grazie.
  • B. Legnani • 4/06/16 19:18
    Consigliere - 13798 interventi
    Il Dandi ebbe a dire:
    Ruber ebbe a dire:
    . Per avere la certezza bisognerebbe individuare quale sia stato il primo film...

    E invece non si può pensare di ottenere una risposta univoca: un filone per definizione si nutre di sé stesso e sconfina in altri.

    Buio Cita "La banda del gobbo", e in effetti la stessa cosa avviene in "La belva col mitra". Vanno dunque considerati noir all'italiana e non poliziotteschi, come i film di Di Leo? Se prendiamo per buona la regola che il poliziotto deve essere il protagonista indiscusso sì, ma a quel punto perfino un titolo come "Milano odia" sarebbe a rischio borderline.

    Io tendenzialmente la penso come Legnani:

    BANDITI A MILANO è poliziesco
    LA POLIZIA RINGRAZIA è l'anello di congiunzione, perché porta il POLIZIOTTO a protagonista, pur mancandogli i caratteri del giustiziere
    LA POLIZIA INCRIMINA è poliziottesco al 100%

    Con la differenza che per me addirittura nemmeno "La polizia incrimina" è poliziottesco al 100%, forse al 99%: perché lì Franco Nero si scontra con una grande criminalità organizzata a livello internazionale.
    Per me invece il "poliziottesco" al 100% è quello in cui il poliziotto-giustiziere affronta la micro-criminalità metropolitana, insomma per intenderci per me è un genere che si realizza pienamente con Luc Merenda e Maurizio Merli, ovviamente con tanti modelli alle spalle.


    Totalmente d'accordo anche con la tua osservazione sul 99%.
  • Ruber • 4/06/16 20:00
    Compilatore d’emergenza - 8956 interventi
    Si ma scusate lasciamo perdere per un attimo Banditi al Milano, cosi spazizamo via un film che ha pareri discordanti; ma scusate ma gli altri prima della Polizia ringrazia? Cioè Wikipedia gli prende tutti dal primo all'ultimo (non mi sembra ne manchino alla lista) e se la guardiamo con attenzione vediamo ad esempio: Bocche cucite e Città violenta tanto per citarne due.

    https://it.wikipedia.org/wiki/Film_poliziottesco
  • B. Legnani • 4/06/16 21:52
    Consigliere - 13798 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    Si ma scusate lasciamo perdere per un attimo Banditi al Milano, cosi spazizamo via un film che ha pareri discordanti; ma scusate ma gli altri prima della Polizia ringrazia? Cioè Wikipedia gli prende tutti dal primo all'ultimo (non mi sembra ne manchino alla lista) e se la guardiamo con attenzione vediamo ad esempio: Bocche cucite e Città violenta tanto per citarne due.

    https://it.wikipedia.org/wiki/Film_poliziottesco


    L'elenco mi pare MOLTO discutibile. IL GIORNO DELLA CIVETTA non c'entra nulla...
    Idem per molti altri.
    Ultima modifica: 4/06/16 21:54 da B. Legnani
  • Ruber • 5/06/16 00:17
    Compilatore d’emergenza - 8956 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Ruber ebbe a dire:
    Si ma scusate lasciamo perdere per un attimo Banditi al Milano, cosi spazizamo via un film che ha pareri discordanti; ma scusate ma gli altri prima della Polizia ringrazia? Cioè Wikipedia gli prende tutti dal primo all'ultimo (non mi sembra ne manchino alla lista) e se la guardiamo con attenzione vediamo ad esempio: Bocche cucite e Città violenta tanto per citarne due.

    https://it.wikipedia.org/wiki/Film_poliziottesco


    L'elenco mi pare MOLTO discutibile. IL GIORNO DELLA CIVETTA non c'entra nulla...
    Idem per molti altri.


    Ok se allora l'elenco non e corretto e un altro discorso, quali sarebbero quelli da eliminare?
    Ultima modifica: 5/06/16 00:38 da Ruber
  • B. Legnani • 5/06/16 14:00
    Consigliere - 13798 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    Ruber ebbe a dire:
    Si ma scusate lasciamo perdere per un attimo Banditi al Milano, cosi spazizamo via un film che ha pareri discordanti; ma scusate ma gli altri prima della Polizia ringrazia? Cioè Wikipedia gli prende tutti dal primo all'ultimo (non mi sembra ne manchino alla lista) e se la guardiamo con attenzione vediamo ad esempio: Bocche cucite e Città violenta tanto per citarne due.

    https://it.wikipedia.org/wiki/Film_poliziottesco


    L'elenco mi pare MOLTO discutibile. IL GIORNO DELLA CIVETTA non c'entra nulla...
    Idem per molti altri.


    Ok se allora l'elenco non e corretto e un altro discorso, quali sarebbero quelli da eliminare?


    Servirebbe un esperto del genere. Io non lo sono.
  • Il Dandi • 5/06/16 15:45
    Contratto a progetto - 1433 interventi
    Ho dato un'occhiata alla pagina wikipedia. La lista racchiude parecchi film che in realtà appartengono ad altri generi o a sottogeneri del poliziesco, tipo:

    - NOIR (Baniditi a Milano, Gangster '70, La mala ordina, La città gioca d'azzardo, etc..)

    - THRILLER (Il caso Venere privata, No il caso è felicemente risolto, Cani arrabbiati, etc..)

    - FILM DRAMMATICI a sfondo MAFIOSO/GIUDIZIARIO: (Il giorno della civetta, Gli intoccabili, Torino nera, Corruzione al palazzo di giustizia, etc...)

    - POLIZIESCHI ITALIANI PRODOTTI IN TRASFERTA USA
    (Città violenta, Quella carogna dell'ispettore Sterling, Si può essere più bastardi dell'ispettore Cliff, Una Magnum special per Tony Saitta...):
    questi ultimi rappresentano il caso più interessante, perché rinunciano volontariamente (o ci provano) a conservare tratti riconoscibilmente italiani.

    Detto ciò, non sento l'esigenza di cancellarli dalla lista, sono tutti film che hanno nutrito il filone, anche se in sé non ne rappresentano le caratteristiche più pure.

    Anzi, io a questo punto invece di cancellare avrei addirittura aggiunto alla lista, se non altro tra i "precursori", anche altri titoli che forse sono stati esclusi per pudore, come certi film di impegno civile di Petri (A ciasciuno il suo, Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto...perché Damiani sì e Petri no?) o l'intero filone spionistico di imitazione italo-bondiana dei '60.
    Ultima modifica: 5/06/16 15:50 da Il Dandi
  • Ruber • 5/06/16 22:00
    Compilatore d’emergenza - 8956 interventi
    Per quanto mi riguarda Banditi a Milano e poliziottesco o quanto meno poliziesco, ma non certo noir. Quindi per voi il genere poliziottesco al 100% parte dal '72 in poi?
  • Tarabas • 13/06/16 14:24
    Formatore stagisti - 2051 interventi
    Avevo visto questa discussione, ma non ero riuscito a leggere finora.

    Premesso che le catalogazioni hanno sempre ampi margini di errore, direi che di film autenticamente noir in Italia ne sono stati girati relativamente pochi.

    Se si tiene presente che gli antecedenti del genere sono i classici americani degli anni 40-50 e quelli francesi dei 50-60, tra i cosiddetti "poliziotteschi" secondo me ben pochi rientrano nel "canone".
    Basti pensare che, tipicamente, i film del genere sono quasi sempre incentrati su uno o due personaggi con una forte individualità, spesso tratti da fonti letterarie (più o meno alte, ma non è questo il punto), caratterizzati da un punto di vista morale.
    Non c'è detection (non in senso classico), spesso le trame non sono consequenziali (spesso non lo sono per niente, facile citare il mitico esempio de Il grande sonno).
    L'aspetto squisitamente spettacolare è quasi del tutto assente, a favore della ricerca di un'ambientazione sottotono. Infatti, anche in USA si nota un notevole scarto tra i gangster movie degli anni 30 e i film successivi (anche per effetto del Codice Hayes).

    I "poliziotteschi" (che poi sono di fatto dei gangster movie, nel senso che si dà in USA alla categoria) mi pare abbiano poco o nessuno di questi elementi come distintivi.
    Sono film d'azione, spesso girati tecnicamente molto bene, ma a mio parere piuttosto poveri in termini di scrittura, con personaggi mediamente stereotipati, che però rispondevano perfettamente a un clima sociale reale in Italia (come del resto, il gangster movie e il noir, rispettivamente, in USA).

    Ovviamente, andrebbe fatta una differenza tra titoli con una reale ispirazione e film derivativi buttati sul mercato solo per sfruttare il filone.

    Ad esempio, secondo me La Polizia ringrazia ha venature noir, ma prevale l'intento di denuncia politica. In ogni caso, è un film molto buono, grazie anche a un cast superiore alla media del genere.

    My 2 cts.
  • B. Legnani • 24/02/20 14:36
    Consigliere - 13798 interventi
    Cast ultracompleto
    https://www.youtube.com/watch?v=LXk0mUcRWcE
  • Graf • 24/02/20 18:20
    Call center Davinotti - 909 interventi
    Ho scoperto che il commissario del film "L'uomo della strada fa giustizia", interpretato da Raymond Pellegrin, si chiama Bertone esattamente come l'indimenticabile commissario protagonista de "La polizia ringrazia" interpretato dal grande Enrico Maria Salerno.
    E' chiaramente un'affettuosa citazione.
    Ultima modifica: 24/02/20 18:21 da Graf