Ve ne dovevate andare - Film (2020)

Ve ne dovevate andare

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/08/20 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 13/08/20 12:30 - 8575 commenti

I gusti di Cotola

Non sempre è una buona idea, una bella vacanza per ricaricare le pile. L'idea della casa proteiforme è divertente e riuscita ed è sorretta da una sceneggiatura (scritta da Koepp che qui firma anche la regia) che sa creare un discreto clima di mistero e coinvolgere lo spettatore. Peccato che lo scioglimento sia un po' banale nello spiegare quanto accaduto sin lì. Ma la pellicola non è comunque malvagia e si lascia guardare con piacere, pur senza lasciare tracce indelebili nella memoria. A tratti semplice ed essenziale ma capace di intrattenere. Belle le scenografie della casa.

Lupus73 15/08/20 14:41 - 1345 commenti

I gusti di Lupus73

Coppia con lui più attempato e figlioletta va in vacanza in Galles, in una villa moderna che si rivela alquanto strana e inquietante. Stanze più ampie all'interno che all'esterno, angoli completamente fuori squadro, porte che conducono altrove. La realtà spazio temporale perde lentamente il filo logico, mescolandosi inoltre all'introspettiva psicologica del protagonista e ai suoi incubi in maniera lynchana (senza confine tra soprannaturale e condizione mentale e dell'animo). Troppa carne al fuoco e troppa cripticità in un'allegoria della dannazione (con finale rivelatorio).
MEMORABILE: L'ottima prova di Bacon.

Herrkinski 18/10/20 14:45 - 7242 commenti

I gusti di Herrkinski

Rinnovato sodalizio tra Koepp e Bacon dopo l'ormai datato Echi mortali, ne riprende in effetti una certa aura da ghost-story anni '90; il build-up è ben eseguito e la vicenda è di discreto interesse anche grazie a un cast oggettivamente bravo (Bacon su tutti, sempre professionale) e a una fotografia pulita che esalta ogni angolo della misteriosa casa. La risoluzione dell'enigma, basata sul tema dell'elaborazione dei sensi di colpa, sa di già visto (Angel heart, tra gli altri) ma risulta comunque messa in scena con un certo stile. Un lavoro di certo non memorabile ma più che potabile.

Daniela 9/11/20 10:13 - 11951 commenti

I gusti di Daniela

Se si affitta una casa sul web, si deve mettere in conto che non risponda alle aspettative. Quella scelta da una famigliola americana per trascorrere una vacanza nel Galles rurale si presenta invece bene: lussuosa, grande fuori ed ancora più spaziosa dentro ma...  Più thrller psicologico che horror, un film in cui l'abitazione con la sua particolare architettura vale più della trama, troppo prevedibile (l'identità dell'uomo con berretto si intuisce troppo presto, la colpa da scontare è ovvia) anche se va riconosciuto lo sforzo di Bacon per rendere credibile il suo personaggio. 
MEMORABILE: Gli effetti di luce della lampadina oscillante sulle pareti della rampa di scale. 

Rambo90 8/12/20 01:58 - 7293 commenti

I gusti di Rambo90

Affatto male. Un horror soprattutto psicologico in cui nella prima parte si accumula una discreta dose di tensione senza tuttavia scoprire le carte e senza farci sospettare cosa stia accadendo. Sorretto dalla bella prova di Bacon, Koepp riesce quindi nel tentativo di regalarci una storia paranormale ma adulta, con un finale a sorpresa (anche se in parte già visto, con qualche richiamo ad Insidious 2) e una riuscita atmosfera. Confezione un po' troppo da streaming ma nel complesso riuscito.

Il ferrini 9/02/21 12:15 - 2060 commenti

I gusti di Il ferrini

Non male, nonostante la prevedibilità.  Per una volta la differenza d'età nella coppia (lui 62, lei 35) non è data per scontata ma - anzi - è parte fondamentale della trama; infatti Bacon è vedovo e morbosamente geloso della giovane compagna. La regia è d'impostazione piuttosto classica, la fotografia pure; ciò che invece s'innalza sopra la media sono gli attori, che offrono prove convincenti, bambina compresa. Un po' troppo caricaturiale il gestore del negozietto, ma in un horror ci sta. Discreto.

Anthonyvm 17/02/21 15:49 - 4551 commenti

I gusti di Anthonyvm

Come spesso accade coi prodotti Blumhouse, a una confezione ragguardevole e a un cast indovinato non corrisponde uno script all'altezza. Dispiace che dei personaggi ben caratterizzati (Bacon soprattutto) debbano muoversi entro un'impalcatura narrativa vistosamente debitrice nei confronti di altre opere (da Shining a Poltergeist, da Amityville horror a Insidious). Non mancano le idee curiose (la casa "mutante", le sovrapposizioni di piani temporali e i paradossi da triangolo delle Bermude), ma finiscono per perdersi fra i luoghi comuni. Pochi spaventi e conclusione insoddisfacente.
MEMORABILE: Il doppio incubo all'inizio; Bacon costretto a sentire gli orgasmi della moglie attrice su un set; La morte della prima moglie di Bacon; Le polaroid.

Pumpkh75 20/04/22 13:42 - 1588 commenti

I gusti di Pumpkh75

Ritorno a casa Koepp per Kevin Bacon. Lui al solito è bravo e intenso nel rendere il personaggio che deve interpretare (la Seyfried, in omaggio alla storia, fa invece la vacanziera), ma la parte del leone spetta alla geometria della dimora: mesmerica e allungata, mutevole e malevola, confonde con le sue mura e le sue oscurità quell’associazione colpa/espiazione che sospettiamo già dopo poche scene essere la direzione del tran tran. Tempi corretti: qualche minuto in più, non importa dove, avrebbe guastato la nostra sazietà. Echi mortali era ben altro, ma è comunque passabile.

Pinhead80 5/12/22 00:49 - 4405 commenti

I gusti di Pinhead80

Un marito in fuga da un passato che non smette di tormentarlo affitta una casa fuori città per ricominciare da capo con la sua nuova famiglia. Poco alla volta si ritroverà vittima di un incubo che non sembra lasciargli scampo. Horror sovrannaturale molto interessante che riesce a trasmettere un discreto senso di inquietudine grazie all'utilizzo di una scenografia labirintica e straniante. I giochi di ombre la fanno da padroni e garantiscono un discreto numero di spaventi. Bacon si dimostra perfetto nel ruolo del dannato in "fuga" che prova a dare una svolta alla propria esistenza.
MEMORABILE: La storia guardata dal punto di vista "esterno".

David Koepp HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daniela • 4/12/20 13:23
    Gran Burattinaio - 5863 interventi
    Titolo della versione doppiata in italiano:
    Ve ne dovevate andare.
    Disponibile in streaming a noleggio/vendita su CHILI.

  • Discussione Digital • 4/12/20 16:24
    Portaborse - 3742 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    Titolo della versione doppiata in italiano:
    Ve ne dovevate andare.
    Disponibile in streaming a noleggio/vendita su CHILI.


    Ottima notizia così lo posso vedere. Speriamo in un buon doppiaggio..