Tentazioni d'amore

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Keeping the faith
Anno: 2000
Genere: commedia (colore)
Note: Primo film diretto dall'attore Edward Norton.
Numero commenti presenti: 8
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/11/09 DAL BENEMERITO DANIELA POI DAVINOTTATO IL GIORNO 4/12/11
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 24/11/09 08:40 - 10342 commenti

I gusti di Daniela

Brian, prete cattolico molto ligio, e Jake, rabbino dalle idee anticonformiste, incontrano dopo dieci anni Anna, una loro amica d'infanzia e, innamoratisi entrambi di lei, entrano in competizione l'uno con l'altro. Norton, divenuto celebre per ruoli drammatici, sceglie per il suo esordio alla regia una commedia sentimentale sofisticata di elegante ambientazione newyorkese. Il risultato è piuttosto piacevole ed anche originale (per lo spazio riservato alle questioni religiose), anche se di durata eccessiva per il genere.

Ciavazzaro 25/11/09 16:20 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Non mi è piaciuto. Stiller è davvero poca cosa, meglio Edward Norton. Per quanto riguarda la storia, non mi ha particolarmente coinvolto, né lo ha fatto la confezione. La regia è abbastanza svogliata e il film risulta (almeno a me) prevedibile e poco divertente.

Galbo 26/11/09 06:46 - 11613 commenti

I gusti di Galbo

L’esordio del talentuoso attore americano Edward Norton come regista è una gradevole commedia originalmente incentrata su due pastori di differenti comunità religiose (un prete e un rabbino) molto amici tra loro e in competizione per la stessa donna (una vecchia amica di entrambi). Norton sceglie la chiave della commedia sentimentale e la porta avanti in modo efficace grazie ad una sceneggiatura valida che mescola efficacemente diversi temi e grazie ad una buona prova del cast con un Ben Stiller più misurato del solito.

Stefania 6/02/11 17:21 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Inserire problematiche serie, potenzialmente drammatiche, come quella del celibato cattolico e della tradizione ebraica all'interno della rosea e romantica cornice del classico triangolo amoroso? Sì, ma allora facciamolo con convinzione! Purtroppo, mentre la dinamica di Jake (Stiller) con la famiglia e con l'ambiente yiddish è abbastanza ben delineata, il conflitto di Brian con la propria vocazione sacerdotale e superficiale e inconsistente e, nell'insieme, non c'è grande ritmo, né grinta nelle interpretazioni. Triangolo sbilenco, mediocre.

Pigro 16/01/12 09:32 - 8410 commenti

I gusti di Pigro

L’idea è carina: un prete, un rabbino e una donna in carriera, amici dall’infanzia e ora alle prese con i rispettivi (e intrecciati) turbamenti d’amore. Carina anche perché il senso portante è quello di uno spirito umanistico ed ecumenico (e molto newyorkese), con una tonalità leggera ma non per questo sciatta. Norton, al debutto registico, va su binari scontati, ma a sminuire il film è la descrizione di personaggi trentenni con sentimenti e comportamenti adolescenziali, finendo per dar vita a un teen-movie mascherato da commedia per adulti.

.luke. 15/03/12 18:22 - 89 commenti

I gusti di .luke.

Jake e Brian sono rispettivamente un rabbino e un prete e, dopo dieci anni di assenza, incontrano una loro amica d'infanzia, Anna, che farà innamorare entrambi Una commedia che parte bene ma che, anche a causa dell'eccessiva lunghezza, perde efficacia con il prosieguo della storia. Discreto esordio alla regia di Edward Norton, buon trio di attori e alcuni comprimari di lusso (Anne Bancroft e Eli Wallach).
MEMORABILE: A volte ci sono cose che non vediamo finché non siamo pronte a vederle.

Lou 10/12/16 16:36 - 1036 commenti

I gusti di Lou

Brillante commedia sentimentale su un ménage à trois molto particolare, che vede la bella Anna (Elfman) contesa nientemeno che da un prete e un rabbino (i tre sono amici d'infanzia). Il confronto tra le due differenti culture e religioni rende curioso un film altrimenti piuttosto scontato nello svolgimento e nelle classiche situazioni ricche di equivoci e sotterfugi. I due protagonisti esprimono bene il loro dilemma, facendo i simpatici senza eccedere, anche se Stiller come rabbino è piuttosto improbabile.

Rambo90 7/05/21 22:54 - 6732 commenti

I gusti di Rambo90

Un film discreto, che parte sicuramente da uno spunto interessante ma che in effetti è tradito dalla sua stessa sceneggiatura che non offre niente che non possa essere previsto in anticipo. Però il cast è buono e Norton sa dirigere sé stesso e i suoi coprotagonisti con il giusto tocco, senza mai farli scadere in una facile comicità, anzi mantenendo apprezzabili toni realistici. Durata francamente eccessiva.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Didda23 • 26/09/11 19:25
    Comunicazione esterna - 5754 interventi
    Vedi Zender che avevo ragione..Ricordavo giusto! Non è vero che il sommo maestro ha visto tutti i Ben Stiller, a meno che non faccia parte del famoso "periodo oscuro"..
  • Discussione Zender • 26/09/11 20:37
    Consigliere - 44557 interventi
    Ah, affari del "Sommo". Lui mi aveva detto così, ma evidentemente mi ha preso in giro come fa spesso. Bah, grazie, gli dirò di recuperarselo. Può essere che il titolo l'abbia dissuaso vista la sua nota idiosincrasia al sentimentale...
  • Discussione Galbo • 27/09/11 05:36
    Consigliere massimo - 3844 interventi
    Una commedia passata piuttosto inosservata, a mio parere da recuperare
  • Discussione Didda23 • 27/09/11 11:13
    Comunicazione esterna - 5754 interventi
    Io l'ho visto,ma non mi ricordo nulla
  • Discussione Galbo • 27/09/11 14:18
    Consigliere massimo - 3844 interventi
    Didda23 ebbe a dire:
    Io l'ho visto,ma non mi ricordo nulla

    è perchè non prendi appunti dopo la visione.... :)
  • Discussione Didda23 • 27/09/11 15:39
    Comunicazione esterna - 5754 interventi
    Per fortuna da quasi un anno c'è il Davinotti ..Ho visto una valangata di film e mi ricordo ben poco.Dovrò recuperare..
  • Musiche Zender • 26/10/11 20:10
    Consigliere - 44557 interventi
    La canzone che il commesso orientale nel negozio di elettronica canta (malissimo) per cercare di vendere ai due protagonisti un piccolo impianto di karaoke è "Jessie's girl" di Rick Springfield, raro esempio di attore televisivo (faceva "General hospital") che seppe ottenere successo anche come cantante.
  • Discussione Raremirko • 25/10/19 23:27
    Addetto riparazione hardware - 3668 interventi
    Nulla di trascendentale, ma perlomeno un attore dotato come Norton si è cimentato in una regia, con una vicenda lineare e tranquilla, pure con qualche idea (la religione, i contrasti, un cast interessante, la presenza della Bancroft, ecc.).


    Un pò statico e prolisso (2 ore eccessive), ma pieno di sincerità e di buone intenzioni, si lascia vedere.


    Sufficiente.