Storia di un soldato

Media utenti
Titolo originale: A Soldier's Story
Anno: 1984
Genere: thriller (colore)
Note: Adattamento cinematografico del dramma A Soldier's Play del drammaturgo statunitense Charles Fuller, rappresentato per la prima volta a Broadway nel 1981.
Numero commenti presenti: 3

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/09/20 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 3/09/20 00:45 - 7525 commenti

I gusti di Cotola

Un ufficiale di colore, viene mandato in una base militare per far luce su un delitto: troverà omertà e razzismo ad ostacolarlo. Siamo dinanzi ad una sorta di Ispettore Tibbs (20 anni dopo) in ambito militare. La storia si dipana attraverso una serie di flashback, senza annoiare ma senza nemmeno riuscire a coinvolgere o tanto meno a creare una tensione degna di questo nome. Il finale vorrebbe essere sorprendente ma non lo è affatto. Tutto sommato però non è malvagio:lo si guarda abbastanza piacevolmente fino alla fine. Notevole la colonna sonora jazzante firmata da Herbie Hancock.

Daniela 7/09/20 20:00 - 9397 commenti

I gusti di Daniela

Nel 1944 l'assassinio di un sergente nero in servizio presso un campo d'addestramento della Louisiana preoccupa i suoi superiori bianchi che vorrebbero liquidare in fretta la faccenda, ma il capitano inviato da Washington per le indagini, anche lui nero, prende sul serio la sua missione...  Scontate le similitudini con Tibbs per questo film di origine teatrale dalla costruzione ad incastro, che risulta solido e convincente come il protagonista interpretato da Howard E. Rollins jr. ma fatica a coinvolgere, per cui le emozioni maggiori sono legate alle splendide canzoni della ost.

Rocchiola 15/09/20 11:09 - 864 commenti

I gusti di Rocchiola

Lousiana 1944: un avvocato militare afroamericano conduce un’indagine sull’uccisione di un sergente di colore osteggiato dai pregiudizi razziali di stampo sudista. Se non fosse per l’ambientazione militaresca potrebbe passare per una sorta di auto-remake della Calda notte dell’ispettore Tibbs. Ma se negli anni 60 un film come questo era coraggioso e progressista, vent'anni dopo appare scontato e conformista. Autore di numerosi successi a cavallo tra gli anni 60-70, Jewison firma un’opera politicamente corretta, dallo svolgimento fiacco, giusto apprezzabile per l’impegno civile.
MEMORABILE: Il flashback finale che svela a sorpresa la verità sull’accaduto.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.