Shark zone - Il terrore giunge in superficie - Film (2003)

Shark zone - Il terrore giunge in superficie
Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Shark Zone
Anno: 2003
Genere: animali assassini (colore)
Note: Titolo di lavorazione: "Jurassic shark".

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Ennesimo “straight to video” della Nu Image dedicato agli squali bianchi. La fantasia è ormai agli sgoccioli e non si fa altro che riciclare sempre più spudoratamente le due-tre idee intorno alle quali gira da sempre il filone. In SHARK ZONE, in particolare, si unifica lo spunto spielberghiano classico (il sindaco che pretende di celebrare la classica festa da spiaggia infischiandosene del fatto che lo si avverta delle ripetute vittime di shark attacks in zona) a un altro molto sfruttato, quello del galeone sommerso con tesoro annesso custodito dai feroci squali bianchi. Un po’ di thriller e un po’ di gangster movie da quattro soldi, in...Leggi tutto pratica, il tutto confezionato alla meno peggio con attori mediocri e - per l'Italia - un doppiaggio piattamente televisivo (anche se leggermente superiore alla media). L’ambientazione inedita (siamo a San Francisco) non sposta di una virgola le coordinate del filone, con gli attacchi degli squali che si fanno in questo caso davvero numerosi. L’integrazione con spezzoni rubati dai precedenti SHARK ATTACKS qua e là è condotta con una certa perizia, mentre nell’orchestrazione e nel montaggio degli attacchi c’è pochissima fantasia e le scene, pur sanguinarie, rischiano di deludere per la loro ripetitività. Gli squali (per fortuna più reali che digitali) “naturalmente” ruggiscono alla grande mentre l’eroico guardiacoste lascia morire allegramente i suoi compagni d’avventura nel segno di un’impotenza e una castroneria imbarazzanti. Dialoghi spesso al limite del trash, ma un soggetto se non altro ricco di eventi e una regia dinamica rendono il film passabile.

Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 4/07/09 17:13 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

C'è poco da dire, il filone degli squali deve essere terribilmente di richiamo visti gli svariati Z movies che fuoriescono come le mosche vicino al miele. A parte i dialoghi piuttosto penosi (sarà il doppiaggio italico?) e le interpretazioni a tratti imbarazzanti, salvo completamente le sequenze in acqua con gli squali, davvero notevoli, ma che alla lunga purtroppo tendono a stancare causa la loro ripetitività.

Lucius 1/01/10 16:54 - 3015 commenti

I gusti di Lucius

Il film che sfrutta sfacciatamente la combinazione filone degli squali/caccia al tesoro poteva senz'altro essere girato meglio; ha un montaggio "traballante" e dei dialoghi risibili; restano le sequenze subacque e l'idea di base della sceneggiatura, che poteva essere scritta e realizzata molto meglio.

Puppigallo 7/01/10 20:34 - 5236 commenti

I gusti di Puppigallo

Riecco gli squali che vanno ai 200 all'ora, tranne quando li riprendono frontalmente. Ringhiano, ruggiscono e azzannano tutti, neanche dovessero far provviste per 15 anni; e ce ne sono pure a decine di squali bianchi (più di tutti quelli sparsi nell'oceano), riuniti per la sanguinosa mattanza umana. La trama è da videogioco di miserrima serie (i bagnanti da proteggere, il tesoro da recuperare e gli squali da evitare), gli attori sono un branco di guitti e il doppiaggio è quasi penoso (non parliamo del contenuto). Risultato: un filmaccio dove si salvano solo le riprese di squali veri.
MEMORABILE: Il protagonista sogna la moglie ingoiata da uno squalo bianco, con spruzzata di sangue e poltiglia su una parete; Il figlioletto (un freak).

Buiomega71 1/06/11 00:21 - 2892 commenti

I gusti di Buiomega71

Orrendo, una totale presa per il sedere. Lerner, già produttore della serie degli Shark attack, si lascia andare a semplificazioni tremende! Tutti (e dico tutti) gli attacchi degli squali sono scene isertate dai precedenti Shark attack, cioè il 2 e il 3, opera di David Worth. Lerner gira ex novo solo le scene della sottotrama thriller con i russi; il resto è un lavoro di rimontaggio preso di peso dagli altri due film. Mi diverto con il trash e l'assurdo, ma detesto operazioni simili. Ignobile e invedibile.
MEMORABILE: Cosa rimane di un film fatto per metà con spezzoni di altri film? I brutti ceffi dei russi; lo squalo che sbuca dalla piscina, insertato pure quello.

Anthonyvm 3/11/23 01:05 - 5559 commenti

I gusti di Anthonyvm

Benché Shark attack 3 sia il meglio ricordato dai fruitori del brutto cinema, questo ennesimo non-sequel della Nu Image non sfigura al confronto trashista: non solo per il gran numero di inserti di stock footage documentaristici e attacchi squaleschi riciclati dagli altri film della saga (con esiti sovente esilaranti in termini di continuity nel montaggio), ma anche per uno script mal assortito che passa da clonazioni spielberghiane (l'incauto sindaco fissato con la stagione turistica) a tesori sepolti tremendamente macguffinosi. Recitazione e doppiaggio da dimenticare, ma si ride!
MEMORABILE: L'incipit storico; L'eroe che, mentre i suoi uomini rischiano la vita in acqua, mangia sereno le sue patatine; I russi cattivi rapiscono il bambino.

Danny Lerner HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Shark invasionSpazio vuotoLocandina Shark in VeniceSpazio vuotoLocandina Direct contactSpazio vuotoLocandina Vendetta assassina
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Curiosità Puppigallo • 7/01/10 20:57
    Scrivano - 506 interventi
    Un elicotterone pieno di fessi, a caccia di un relitto, vola per un bel po' in pieno oceano, o almeno così pare, visto che quando giunge a destinazione è a un centinaio di metri dal porto!!!
  • Discussione Buiomega71 • 1/06/11 00:27
    Consigliere - 25842 interventi
    Ditemi voi che razza di vaccata può essere un film che prende di peso tutti gli attacchi degli squali da Shark attack 2 & 3, girati da Worth, e ci riempie metà pellicola! Dove, a loro volta, facevano già ampio uso di stock-footage. Non ho parole, ma solo parolacce. Da starne alla larga, come la peste!
  • Curiosità Buiomega71 • 1/06/11 00:35
    Consigliere - 25842 interventi
    * L'attacco ai sub nelle gabbie è quello di Shark attack 2.

    * La strage di surfisti viene sempre da Shark attack 2.

    * L'incubo con la moglie divorata dallo squalo da Shark attack 3: Megalodon.

    * I sub divorati all'inizio mentre si esplora il galeone affondato della Santa Cruz da Shark attack 3: Megalodon.

    * Il protagonista tira le bombe dall'elicottero: scena di Shark attack 3: Megalodon.

    Per tacere sugli stock-footage degli squali, tutti provenienti dagli altri due Shark Attack.

    Tutte scene spacciate per ex novo, in realtà furbescamente-mica poi tanto-insertate.Più che un film, una vera e propria truffa.
  • Discussione Zender • 1/06/11 09:20
    Capo scrivano - 47591 interventi
    Beh, è un bel riassuntino. Un po' come il gatto nel cervello di Fulci. Una specie di "the best".
  • Discussione Buiomega71 • 1/06/11 10:55
    Consigliere - 25842 interventi
    No, Zender, non direi. In un film mi stà bene tutto, puoi far spacciare Roma per Los Angeles, ok, puoi riciclare le musiche come fece Bruno Mattei con L'altro inferno, puoi insertare delle scene (brevi) come ha fatto Luciano Martino in Mangiati Vivi, ok. Ma non puoi farmi vedere un film dove TUTTE le scene , che dovrebbero essere il clou , sono prese da altri film. Non mi faccio prendere in giro, non stò più al gioco, e casca tutto. Questo non è un film, ma una vera e propia truffa! Lerner è produttore della saga degli Shark Attack, quindi prende di peso scene dai film da lui finanaziati, e li mette nel suo secondo film da regista(?), e chi sè nè frega? Chi vuoi che sè nè accorga? Tutti scemi gli spettatori! L'unica scena ex novo, e quando una coppietta fà il bagno di mezzanotte, e lui viene tirato sotto dallo squalo. Non si vede nulla, ma per Dio, almeno è girata da lui! Il resto è puro sciacallaggio del girato di Worth. Posso capire pochi secondi di iserts, ma non metà film! Stè cose me le fanno girare a elica, giuro. Come posso essere coinvolto e divertitmi? Il top è raggiunto nella scena in cui Cochran , sulla barca, vede i suoi amici sub divorati dagli squali, le scene vengono dritte dritte da Shark Attack 2, e lui sè nè stà lì come un pirla, gridando ai quattro venti:"No!", ma cosa ti gridi, ma che tristezza! Io smadonnavo come non mai. Una grandissima puttanata senza ritegno alcuno. Scusa, Zender, ma è indifendibile!
    Ultima modifica: 1/06/11 11:08 da Buiomega71
  • Discussione Zender • 1/06/11 13:01
    Capo scrivano - 47591 interventi
    Io citavo appunto Il gatto nel cervello di Fulci, girato notoriamente riciclando tutte le scene splatter dei telefilm "Lucio Fulci presenta" e legandole con una storiella che le faceva apparire come incubi. Ma ce ne sono molti altri di film che riciclano tutte le scene di altri film (che so, I due magnifici fresconi con Franco e Ciccio, mi viene in mente). Non è certo un'operazione nuova, insomma. Disonesta quanto si vuole, quanto almeno un "the best" di un cantante spacciato spesso per disco nuovo perché tanto in pochi se ne accorgono, ma non ci vedo nulla di così terribile.

    Tra l'altro era questo il film che chiamavano "Jurassic shark" in lavorazione (non so che lavorazione, a questo punto).
  • Discussione Buiomega71 • 1/06/11 13:28
    Consigliere - 25842 interventi
    Per me è terribile sì, è una cosa che propio non sopporto! Meglio il trash più ignobile, meglio Andy Milligan a stò punto, almeno il girato era suo. In Un gatto nel cervello, unico "inserts movie" che scuso, c'era un chè di malsano, e anche se Fulci riutilizzava le scene girate da Bianchi o da Lucchetti (e le sue stesse), il tutto si amalgamava in un trailerone assurdo e fuori di testa, e poi, all'epoca, quei film erano ancora inediti. Quì Lerner ci butta dentro scene girate solamente l'anno prima, di film che erano già usciti nel circuito home video. Sò che non è una novità, ma non mi aspettavo una simile cialtronata. Detesto profondamente queste prese in giro.
  • Discussione Zender • 1/06/11 13:50
    Capo scrivano - 47591 interventi
    Sì ma ti capisco, intendiamoci. Anzi, hai fatto operazione meritoria a segnalarlo precisando pure le scene copiate!
  • Discussione Lucius • 2/06/11 01:10
    Scrivano - 9067 interventi
    Io l'unica cosa che apprezzo di questo film, anche se riconosco che è appena accennata è la ricerca del "tesoro" e certe inquadrature subacquee, ma ripeto, sono cose appena accennate.