La sposa rapita - Film (2021)

La sposa rapita
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: A Deadly Bridenapping
Anno: 2021
Genere: thriller (colore)
Note: Aka "A Bride's Nightmare", "A Deadly Bridenapping", "Deadly Vows: Abducted in the Aisle".
Lo trovi su

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Una donna che scappa nel bosco, di notte, da una figura incappucciata, si rifugia tra pareti di pietra. Di sfondo cori notevoli per una musica fuori dall’ordinario, considerato il genere di film, e la cosa poteva far ben sperare. Il prologo si chiude e la storia comincia; cronologicamente prima di quella scena, si presume, anche se nessuno lo dice.

E’ la storia di Leah (Underwood), che dovrà sposarsi con Mark (Perrow); tutti intorno a lei son felici per l’imminente evento (mancano tre giorni): i genitori, l’amica del cuore; e lei stessa, certo, perché il futuro marito è un fustaccione pure ben piazzato economicamente, a quanto pare. Tutto sembra andare...Leggi tutto per il meglio, insomma, quando proprio in quei giorni tra i due s’intromette Faith (Banus), la ex di lui che, dopo aver seguito Leah con l’auto, la blocca e disperatamente la implora gridandole di non sposarsi. Mark, informato della cosa, capisce subito di chi si tratta e spiega le vicissitudini familiari della poveretta aggiungendo che ha sempre avuto problemi di testa. Leah, per quanto non felice della cosa, sembra confortata dalle spiegazioni e dal fatto che lui le piazzi in casa quattro telecamere di sorveglianza agli ingressi. Non si sa mai… Faith infatti si rifarà infatti viva e… il titolo italiano dice chiaramente cosa accadrà. Il giorno fissato per il matrimonio Leah non si trova…

Il solito giallo paratelevisivo ambientato a Los Angeles con personaggi che dire stereotipati è poco. Brittany Underwood, la protagonista, non sembra una scelta felicissima ma non è colpa sua se il film ingrana solo nell’ultima parte, quando un minimo di colpo di scena c’è e a fatica ci si allontana da un intreccio che fin lì era la fiera delle banalità. Per non parlare dei dialoghi, che passano da quelli iniziali allegri con tutti che si producono in battute patetiche a cui rispondere con sorrisi automatici a quelli in cui subentra la drammaticità e le espressioni del volto cambiano drasticamente. L’amica si preoccupa, qualche ombra pare addensarsi anche sul bravo sposino invidiato da tutte e ci si prepara ad assistere a qualcosa che sia in grado di movimentare una vicenda altrimenti poverissima e che fin lì non presentava davvero alcun motivo d’interesse.

Sono film che nascono in catena di montaggio con l’unico scopo di offrire un po’ di thrilling a buon mercato; qui però mancano personaggi secondari in grado di variare sul tema o idee che possano far alzare un minimo il sopracciglio (a meno che non si voglia considerare tale quella delle singole parole minacciose che vengono talora ripetute in sequenza da un montaggio che dovrebbe accrescerne la minacciosità nei momenti più tesi). Decisamente troppo poco. Si apprezza tuttavia l’incredibile assenza, nel finale, della solita scena rasserenante pre-titoli di coda, che per una volta appaiono d’improvviso quando devono, senza un solo fotogramma in più. Forse il film era già durato fin troppo…

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/02/24 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.