La sera della prima

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/10/08 DAL BENEMERITO PIGRO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pigro 25/10/08 09:37 - 8085 commenti

I gusti di Pigro

Attrice teatrale di mezza età va in crisi per un ruolo di donna che sta invecchiando, dopo aver assistito alla morte di una giovane fan in un incidente. Cassavetes indaga la crisi esistenziale di una donna con il suo inconfondibile tocco iperrealista che scruta gli attori in primissimi piani sfuggenti dall'inquadratura, con la volontà di carpire gli slittamenti dell'anima dilaniata dalla solitudine e dall'angoscia. Un bel film, con una splendida Rowlands, ma dopo un po' dà l'impressione di essere pedante e schematico.

Mickes2 18/08/12 18:19 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

La sera della prima è il momento per tirare le somme, fare i conti con la propria vita, forse riscoprirne una differente, addolcita, reinventata, improvvisata. Il sottile confine tra finzione e realtà si esemplifica nell’atto semplice e liberatorio eseguito sopra un palcoscenico. Un’altra eccezionale prova per Gena Rowlands in questo dramma teatrale che mischia vicissitudini lavorative e problemi esistenziali legati alla depressione, al rimorso, al passato che ritorna sottoforma di utopia effimera, claustrofobica, beffardamente sognatrice.

Enzus79 15/11/12 15:54 - 1884 commenti

I gusti di Enzus79

Gena Rowlands è la colonna portante di questo film, che giudico davvero notevole: John Cassavetes le ha scritto una parte che le calza a pennello. Storia melodrammatica che, nonostante la durata, risulta molto interessante e coinvolgente. Per raccontare i problemi esistenziali non bisogna per forza cadere nel piagnisteo e nel banale: questo film ne è la dimostrazione.

Cotola 3/08/15 13:11 - 7694 commenti

I gusti di Cotola

Cassavetes allo stato puro: cinema teatrale (ma non solo), rapporti tra i sessi, attori che sembrano improvvisare. Ma soprattutto uno straordinario (non è la prima volta) ritratto di donna con tutte le sue fobie, insicurezze, fragilità. I ritmi non sono certo frenetici eppure si resta coinvolti e sicuramente rapiti da una prova monumentale di Gena Rowlands. Straordinaria anche la capacità magistrale di mescolare i vari piani della realtà con la vita che si fa teatro e viceversa. In più anche l'innesto dell'aspetto onirico. Da applausi.

Giùan 23/07/20 09:18 - 3130 commenti

I gusti di Giùan

Ultimo Cassavetes puro (i film degli anni '80 vedranno "contaminazioni" commerciali), è un opera il cui chiaro impegno concettuale può risultare al solito respingente, salvo il lasciarsi coinvolgere nella fenomenologica concretezza della messinscena. Le parti in teatro sono tra le più straordinariamente accorate dedicate a questa forma di spettacolo, mentre la performance della Rowlands è al contempo l'ennesimo atto d'amore verso la donna e la testimonianza magistrale della messa in discussione come condizione esistenziale perenne dell'attore. Blondell e Gazzara reggon ruoli ingrati.
MEMORABILE: I due incontri con le medium: entrambi risolti in clamoroso anticlimax; Le inutili indicazioni e consolazioni di Gazzara, Blondell e Stewart.

Il Dandi 30/11/20 19:16 - 1892 commenti

I gusti di Il Dandi

Le prove di una commedia teatrale diventano lo psicodramma di un'attrice in crisi, acuita dal trauma di aver assistito all'incidente mortale di una ragazza. Gran prova degli uomini (Gazzara, Stewart, lo stesso Cassavetes) in ruoli sgradevoli e ancillari (ciascuno di loro ha un rapporto "sentimentale" con la protagonista ma anche di interesse e/o di competizione) che confermano l'affiatamento del "clan Cassavetes", ma in finale il peso è tutto sulle spalle della bravissima Rowlands. Affascinante, benché un po' troppo compiaciuto nel suo intellettualismo.
MEMORABILE: La scena (che ormai ben conosciamo per averla vista stravolta in vari modi durante le prove) recitata dalla Rowlands ubriaca sul palco.

Ben Gazzara HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Homesick • 14/08/10 10:19
    Capo scrivano - 1373 interventi
    Dal 9 settembre in dvd per Rarovideo.
  • Curiosità Columbo • 11/09/10 17:10
    Magazziniere - 1102 interventi
    Cameo per Peter Falk, che appare alla fine tra gli invitati.
  • Discussione Columbo • 11/09/10 17:17
    Magazziniere - 1102 interventi
    L'oceanica versione USA dura 144 minuti.

  • Homevideo Columbo • 5/10/10 10:39
    Magazziniere - 1102 interventi
    L'edizione americana in dvd (con sottotitoli) dura 144'



    Contine tra gli extra una conversazione tra Bruno di Marino (storico del cinema) e Salviano Miceli (critico cinematografico) sul film.
  • Discussione Buiomega71 • 23/07/11 10:53
    Pianificazione e progetti - 22288 interventi
    Registrato ieri notte su raitre. E andata in onda la versione di 144 minuti(in originale sottotitolata). Sempre impeccabile il terzo canale rai.